Home » Blog » Negozio “Amico” per il Gruppo No alla Violenza sulle Donne SGM

Negozio “Amico” per il Gruppo No alla Violenza sulle Donne SGM

E'  il Panificio Pugliese di Tiziana e Mario Martinese, da 10 anni in  Via Giovanni XXIII° 15 a San Giuliano Milanese.

Chi si reca nel suo negozio per acquistare  le sue Specialità Pugliesi, pane o altri alimenti da forno, può lasciare un'offerta a sostegno delle iniziative del "Gruppo No alla Violenza sulle Donne SGM".

In cambio si riceve una grande borsa della spesa, plastificata quindi riutilizzabile,  con i loghi del Panificio e del Gruppo.
Azzeccatissimo il colore rosso, in vista delle prossime festività natalizie.
L'iniziativa è partita proprio da Mario, che da uomo, ha dimostrato  una sensibilità non scontata sul tema della piaga sociale della violenza sulle donne, che spesso, e lo abbiamo visto in questi ultimi giorni,  sfocia nel femminicidio.

Il Gruppo No alla Violenza sulle donne SGM , presente sabato mattina 3 dicembre con alcune delle proprie aderenti per la foto ricordo a suggellare l'iniziativa e ringraziare lo sponsor, è nato nell'autunno del 2015, a seguito di eventi avvenuti nel nostro territorio, che hanno messo in evidenza mancanza di servizi e supporto nei casi di violenza domestica e sessuale.
La loro azione, si legge nel comunicato stampa alla fondazione, è volta a stimolare l'amministrazione comunale e tutti i servizi preposti (forze dell'ordine, servizi sanitari e sociali, servizi educativi) a svolgere azioni a sostegno delle vittime di maltrattamento e violenza.

In Maggio 2016 hanno ideato e stampato (con l'intervento economico di ASF) un volantino in otto lingue, con i numeri di emergenza e post-emergenza,  che si possono trovare nei punti più visibili della città: farmacie – medici/pediatri di base – biblioteca e tutti gli spazi culturali pubblici parrocchie/centri culturali supermercati centri commerciali -caserma dei carabinieri. Dal mese di settembre anche sui mezzi di comunicazione dell'Ente Pubblico, TAM-TAM,  il sito web del comune e i  verbalux.

{gallery}https://www.flickr.com/photos/recsando/sets/72157677392890765/{/gallery}
 
Hanno inoltre organizzato, in collaborazione con l'amministrazione comunale, tre serate informative  tenute da due avvocate, sulle norme che regolano i diritti delle donne nella famiglia e la violenza economica.
"In futuro sarebbe importante attivare progetti (finanziati dal Piano Regionale Antiviolenza) per tentare di colmare a medio/lungo termine il vuoto di servizi alle donne in difficoltà. Pensiamo alla possibilità di destinare un alloggio (beni sottratti alle mafie) all'accoglienza di donne che vogliono sottrarsi ai maltrattamenti/violenze" ci dice una rappresentante del Gruppo, "riteniamo opportuno istituire un tavolo di lavoro che preveda la nostra presenza insieme a figure di professioniste/i e rappresentanti istituzionali del territorio, allo scopo di mettere in comune le necessità sul tema e le proposte".
 
Le offerte che saranno lasciate a Mario, saranno destinate alle campagne d'informazione, sensibilizzazione al problema e alla prevenzione di quello che purtroppo sta diventando all'ordine del giorno, violenza su donne indifese ma anche spesso  disinformate e  illuse di poter risolvere i propri problemi da sole.
 
Redazione RecSando Angela Vitanza – Foto Alice Abbate
 

                                                         
 
                                                                                                                            
 

 23 Visite totali,  2 visite odierne