Maxi operazione antidroga tra Peschiera e Mediglia: gli spacciatori sfuggono alle forze dell’ordine grazie a un cunicolo scavato nel terreno

CarabinieriUna coppia di pusher marocchini è riuscita a sfuggire alla morsa delle forze dell’ordine grazie a un vero e proprio piano di fuga di emergenza, che ha consistito nella realizzazione di un varco scavato nel terreno.

Il duo aveva allestito una sorta di “mercato dello spaccio” nei campi tra Mediglia e Peschiera, in un’area verde a ridosso della vecchia Paullese che offre innumerevoli possibilità di riparo grazie ad alcuni capannoni dismessi.

Qui, gli spacciatori ricevevano le ordinazioni via sms e, dopo aver guidato gli acquirenti fino a loro, cedevano lo stupefacente. Nei giorni scorsi un corposo contingente composto dai carabinieri e dalle polizie locali di Peschiera e Mediglia ha circondato l’area, fermando tre clienti di ritorno dopo aver acquistato la droga.

Poco prima che le forze dell’ordine potessero entrare in azione, però, i marocchini si sono dati alla fuga, probabilmente grazie a una soffiata provvidenziale.

Sebbene carabinieri e agenti si siano subito lanciati all’inseguimento, il duo si è letteralmente volatilizzato tra i rovi, grazie al passaggio ricavato nel terreno. Durante la fuga i pusher si sono disfatti di 50gr di eroina, subito recuperati.