Lucà Coordinatore Provinciale di Avviso Pubblico & intervento a “Contromafie Giovani” del 23 ottobre

In occasione della costituzione del coordinamento regionale e dei coordinamenti provinciali di Avviso Pubblico per la Lombardia, l'assessore alla Cultura e Istruzione Maria Morena Lucà è stata eletta nuovo coordinatore per la Provincia di Milano.
Il coordinamento ha la funzione di raccordare l’attività degli enti soci di Avviso Pubblico sul territorio nella realizzazione di iniziative e  progetti, nonché di diffondere e valorizzare buone prassi amministrative. Ha inoltre lo scopo di facilitare il rapporto degli enti associati con gli organismi nazionali; l'organismo lavorerà per promuovere la conoscenza di Avviso Pubblico ed ampliare la rete degli enti locali aderenti.
Nel corso della riunione che si è svolta a Milano il 30 settembre è stato nominato coordinatore regionale David Gentili, consigliere e  Presidente della Commissione consiliare antimafia del Comune di Milano.

“Sono onorata e lieta di ricoprire questa figura di riferimento per Avviso Pubblico a livello provinciale; mi fa sicuramente piacere aver ottenuto la fiducia di chi ha deciso di affidarmi questa responsabilità. 
Farò tesoro dell'esperienza che ho maturato a San Giuliano, dove in più di tre anni abbiamo realizzato eventi ed iniziative concrete a sostegno di una vera e propria 'Cultura della Legalità'. Un impegno continuo e incessante, che recentemente ha avuto un importante riconoscimento: Il Premio “Pio La Torre” – Sezione Buone pratiche amministrative.
Proseguiremo in questa direzione: il contrasto alle mafie e l'attuazione di buone prassi non possono e non devono essere una facoltà. Devono essere la regola”, ha commentato Maria Morena Lucà, che è stata inoltre invitata da Libera a portare il suo contributo in qualità di amministratore locale a “Contromafie Giovani”, l'iniziativa che si svolgerà a Roma il prossimo 23 ottobre; l'assessore interverrà sul tema “Per una politica di legalità e trasparenza”.
L'evento fa da apertura a “Contromafie”, gli Stati generali dell'antimafia in programma nella Capitale dal 23 al 26 ottobre; è un appuntamento che Libera propone al movimento antimafia italiano, europeo e non solo, in cui le associazioni e le realtà impegnate contro le diverse forme di criminalità organizzata e transnazionale, si ritrovano per confrontare strategie e percorsi, mettere a punto proposte di natura giuridica ed amministrativa, elaborare azioni di contrasto civile e non violento.“Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie” è un’associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati; attualmente Avviso Pubblico conta più di 220 soci tra Comuni, Province, Regioni. La richiesta formale di adesione all'associazione formulata dal Comune di San Giuliano è stata accolta il 10 settembre 2013.
“Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera.
Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane.