Home » Blog » Intervista a Luca Zambon, le priorità: bilancio di previsione, Bellaria e rispetto delle proposte elettorali

Intervista a Luca Zambon, le priorità: bilancio di previsione, Bellaria e rispetto delle proposte elettorali

Luca Zambon la sera del primo Consiglio comunale

Ormai retoricamente i giornali chiedono ai vincitori delle elezioni: «Cosa farà nei primi 100 giorni di governo?». Con un po’ più di pragmatismo e di attenzione ai tempi tecnici della macchina comunale, cosa troveranno i peschieresi sotto il prossimo albero di Natale?
In questi primi mesi lavoreremo per far ripartire le cose; dovremo quindi lavorare sul bilancio di previsione che sarà da approvare entro il 31 luglio salvo proroghe, bilancio che versa in una grave situazione e quindi ci sarà bisogno di trovare le soluzioni migliori per rientrare nei termini che il patto di stabilità ci impone. Nel frattempo stiamo lavorando per portare avanti tutta un'altra serie di priorità, in testa Bellaria per dare finalmente risposte ai cittadini che le attendono ormai da 5 anni.

Ogni avvicendamento tra sindaci non comporta necessariamente azzerare l'operato del predecessore; cosa porterà avanti delle scelte operate dal sindaco Falletta? E cosa assolutamente no?
In realtà la mancanza di progettualità dell'Amministrazione Falletta non lascia molto spazio nel portare avanti le loro scelte; porteremo invece, ahimè, avanti tutti i contenziosi che ci ha lasciato, cercando di trovare le migliori soluzioni per far sì che tutte le parti coinvolte – e quindi anche il Comune – possano uscirne in maniera positiva.

Dopodiché lavoreremo sulle nostre proposte della campagna elettorale e nell'immediato ad alcune belle iniziative affinché anche i peschieresi che non andranno al mare possano vivere al meglio l'estate in città.

In tema con la domanda precedente, nel primo Consiglio comunale è stata definitivamente cancellata l'ipotesi della precedente Amministrazione sul centro cottura per le scuole. A quale alternativa state lavorando?
La decisione di revocare la delibera sul centro cottura è stata una scelta comunicata ai cittadini fin dall'inizio della campagna elettorale. Li abbiamo coinvolti parlando insieme a loro dell'argomento e abbiamo trovato da parte loro consenso su questa decisione. Abbiamo quindi mantenuto la promessa fatta e, come primo atto, abbiamo deciso di revocare la delibera del centro cottura. Avremo il tempo di valutare quale possa essere la soluzione migliore, ovviamente coinvolgendo le persone che usufruiscono di questo servizio.

In Consiglio comunale potrà contare su un sostegno molto ampio da parte del suo partito. Un caso quasi senza precedenti; avere i numeri le permetterà di portare avanti scelte coraggiose senza dover cedere ai "ricatti" delle forze con poca rappresentanza. Ha già qualche idea?
La nostra principale idea è quella di sviluppare i punti che abbiamo scritto nel nostro programma e che abbiamo illustrato durante la campagna elettorale. Il fatto di avere una maggioranza così ampia sarà sicuramente un vantaggio per realizzare i nostri progetti.

È stato eletto con circa 6.000 voti, il doppio del Sindaco uscente; quale messaggio si sente di lanciare a chi non l'ha votata e a chi, deluso dalla politica, non si è recato alle urne?
Intanto ringrazio tutte le persone che si sono recate alle urne e che hanno dato un contributo attivo nella scelta del nuovo sindaco. Mi impegnerò in questi anni per cercare di ristabilire un rapporto anche con chi è demotivato, deluso e lontano dalla politica. Lo farò proseguendo il lavoro di ascolto cominciato in campagna elettorale, annullando la distanza che in questi anni si è creata tra politica e cittadini.

Durante l'Assemblea dei Sindaci e Consiglieri eletti nel Centrosinistra si è discusso di Città metropolitana all'indomani anche dell'ufficiale "pensionamento" dell'ente Provincia di Milano. Quali vantaggi trarrà Peschiera Borromeo da un'Amministrazione sovracomunale?
La Città metropolitana sarà una grande possibilità per Peschiera e per i comuni dell'hinterland; credo che i maggiori vantaggi li potremo vedere nei trasporti, tema che a Peschiera è molto sentito con l'introduzione di un biglietto unico con costi ridotti rispetto al passato. Inoltre, se riusciremo a fare rete tra i vari Comuni della zona, saremo in grado di portare avanti le nostre proposte con più peso rispetto ad oggi.
Non ci sarà più nessuno che deciderà per noi, ma saremo noi stessi i protagonisti delle future scelte.

 15 Visite totali,  2 visite odierne