Incubi di Guerra – Sogni di Pace, in Mostra a Melegnano

E’ il titolo della mostra di pittura inaugurata nel pomeriggio di sabato 4 luglio nella splendida  cornice della Sala delle Battaglie del Castello Mediceo di Melegnano, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del  Comune,  presente alla conferenza stampa di presentazione con l’Assessore che lo dirige Raffaela Caputo.
E’ una mostra collettiva a cura dello scultore di fama internazionale Gino Masciarelli,  

presidente e fondatore del movimento artistico  In-flusso, nato nel 2011,  che ha  sede nello storico quartiere artistico di Brera,  in via Solferino a Milano,  creato con l’intento di aiutare e dare visibilità ad  artisti emergenti, giovani o adulti che siano.  Forte della sua esperienza internazionale, in Canada, negli Stati Uniti , a Berlino per oltre dieci anni, con oltre  120 mostre  allestite nelle grandi capitali americane e europee, collaboratore dell’UNESCO,  in questo periodo anche di EXPO, per la quale ha appena inaugurato una mostra  in esclusiva alla Casa del Volontariato e delle Associazioni  in via Marsala a Milano, dal titolo Memoria Riflessa nel Presente e Proiettata nel Futuro.
Dunque un artista di fama internazionale, seguito da media internazionali. E il discorso di inaugurazione  è stato tenuto dalla dottoressa Gianna Finardi del quotidiano on-line della Svizzera/Italiana. Il tema, “Incubi di Guerra – Sogni di Pace”, (più che mai attuale alla luce della cronaca quotidiana)  è stato deciso dallo scultore, anche per la concomitanza  dell’Anniversario che ricorre quest’Anno dei 100 anni dall’inizio della Grande Guerra 1915-1918.
Intervenendo,  il “Maestro” sottolinea che “osservando gli elaborati esposti, si noterà che ciascun artista ha interpretato secondo la propria individualità, fantasia, capacità,  esperienza, tecnica di esecuzione –collage, olio , acrilico -,   il tema proposto. Questo fa si che non vi siano opere uguali, e ciò è molto importante”. Poi si rivolge agli artisti in sala, esortandoli a continuare a esprimere la propria opera in collettività, <per aiutarsi, confrontandosi, a crescere e progredire, perché singolarmente  non è facile raggiungere determinati traguardi>.

{gallery}01952_mostramelegnano{/gallery}

La mostra, di cui potete qui prendere una prima visione con le foto del nostro “artista fotoreporter” vede  la presenza di 25 artisti. Sarà aperta fino al 12 luglio prossimo,  e la sera del 10 luglio, in cui in città ci sarà la notte bianca, sarà aperta fino a notte. Notte in cui ci saranno eventi culturali, sportivi, commerciali, canori.

Redazione RecSando, Angela Vitanza – Foto Luigi Sarzi Amadè.

 1 Visite totali,  1 visite odierne