Il commosso saluto di San Giuliano Milanese a Rino Tammaro

Una Chiesa di San Carlo Borromeo gremita come poche volte, ha dato ieri 4 maggio l’ultimo saluto a Rino Tammaro, scomparso improvvisamente il 2 maggio.

Conosciutissimo in città come  persona generosa e altruista, era, ovviamente,  un volontario di Associazioni  che si preoccupano per il prossimo come l’A.i.o.s.s. e l’A.u.s.e.r., Associazioni che si occupano la prima di ragazzi disabili e la seconda di persone anziane e/o bisognose d’aiuto.

I ragazzi che lui seguiva, ma non solo loro,  al termine della celebrazione sono usciti  con gli occhi umidi. Commozione nei presenti quando Don Gimmy nella sua omelia si è rivolto ai nipotini, ricordando  che il nonno non sarà più presente fisicamente con loro, ma in ogni cosa che faranno,  lui veglierà su di loro.
E che basterà anche solo guardare i colori dei suoi quadri, per sentirlo presente.E la presenza delle tante persone lì per lui, era la testimonianza del bene da lui operato.

Tanto lo smarrimento nei presenti per questa repentina scomparsa, e le due associazioni lo hanno tradotto in questo testo letto prima che la macchina partisse “per il lungo viaggio”.

Ciao Rino

“Questo é un momento che nessuno di noi avrebbe voluto vivere, non così presto almeno, non in questo modo incomprensibile. 
E i ricordi affiorano ricchi dei tanti significati ai quali tu hai impresso la firma come alle pennellate dei tuoi  quadri  all’armonia delle tue sculture.
Il tuo fare  volontariato senza risparmiarti, con la delicatezza che mettevi nei rapporti con i più fragili.  La tua grandezza é stata quella di non demordere, quella di trasmettere  sempre correttezza e rispetto  ….. con Amore. Sì  l’Amore  con la A maiuscola  che hai impresso  nella tua vita familiare, lavorativa, amicale e sociale.
Il dolore in questo momento é assordante ma non può rubare i bei ricordi  gioiosi, i momenti di festa, le grigliate laboriose, le partite di burraco organizzate per raccogliere fondi.
E i percorsi intrapresi per far valere i diritti, non per sé stessi ma per gli altri.
I progetti sempre nuovi e quelli nel cassetto…
Cari Gaetana, Daniela, Roberto con immenso affetto vi abbracciamo con il ricordo di un uomo onesto, generoso e gentile che vivrà nel nostro cuore più importante di qualsiasi parola.
Ciao Rino”.
Redazione RecSando  – Staff