1,308 Visite totali,  1 visite odierne

Il CASO “PRATONE” DI SAN DONATO MILANESE, ARRIVA IN PARLAMENTO

Il caso pratone di San Donato Milanese Arriva in Parlamento
On. Stefania Mammì (M5S): 
 
“Il Pratone di San Donato Milanese va difeso dalla cementificazione, per questo ho interrogato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, perché la battaglia del Comitato Locale Salviamo il Pratone, a cui ha aderito anche il gruppo locale dei 5 Stelle, deve essere sostenuta e il consumo esasperato del suolo, fermato! 
 
Mentre il Governo centrale dedica un Ministero alla Transizione ecologica, per un pianeta in salute e una società giusta, in Lombardia si va verso il consumo di suolo e le colate di cemento in spazi pubblici che sono il polmone verde di una città. 
Lo scorso gennaio il consigliere regionale del M5S, Nicola Di Marco, ha depositato un’interrogazione in Consiglio per ribadire che quest’area è una foresta urbana e che il consumo di suolo deturpa e rende invivibile le nostre città con un invito, declinato da Regione, a farsi parte attiva nelle interlocuzioni. 
 
Il Movimento 5 Stelle da sempre si batte per la riduzione del consumo di suolo e la rigenerazione urbana, quindi a San Donato Milanese continuerà a difendere il parco cittadino, criteri localizzativi alternativi che non comportino consumo di suolo, distruzione di aree verdi ad uso parco pubblico e ulteriore alterazione dei profili paesaggistici tipici di questa porzione della città e del sud Milano”, conclude l’Onorevole Mammì.