Home » Blog » Il Cardinale Angelo Scola questa sera in Visita Pastorale feriale a San Giuliano Milanese.

Il Cardinale Angelo Scola questa sera in Visita Pastorale feriale a San Giuliano Milanese.

Ufficialmente la visita è al decanato di San Donato, di cui San Giuliano fa parte. Sarà accolto dal decano, oltre che Prevosto della Prepositurale Sangiulianese, don Luca Violoni e dagli altri sacerdoti delle due Città. 
E' la quarta volta che l'Arcivescovo, in carica dal 2011, succeduto al Cardinale Tettamanzi,  si reca  nella nostra Città:

 La prima volta il 28 Aprile 2013,  in San Giuliano Martire, accolto dal Prevosto don Lino Maggioni (ora a Rozzano) dal Vicario don Stefano Crespi  (ora ad Arluno) e da Mons. Alfredo Fracescutto che lo accoglierà anche oggi. 
La seconda volta il 28 Giugno 2015 in occasione della consacrazione della Chiesa Santa Maria Vergine Nuova a Zivido, accolto dal Parroco Don Franco Donati e dal Coadiutore don Emanuele Kubler Bisterzo.
Infine all'antica Abbazia di  Viboldone per la Celebrazione Eucaristica per la Festività di Santa Lucia il 13 Dicembre u.s. invitato e accolto dalla Badessa Madre Ignazia Angelini.
 
Mentre a San Donato l'Arcivescovo c'era stato poco dopo il suo arrivo nella Diocesi Milanese, avvenuta il 25 settembre 2011. Il 20 di Ottobre dello stesso anno infatti, aveva voluto incontrare i sacerdoti,  i consacrati, le comunità parrocchiali e le realtà ecclesiali della Zona pastorale VI – Melegnano. In quell'occasione, prima ha presieduto la Celebrazione eucaristica e poi ha incontrato  i laici impegnati e gli operatori pastorali delle parrocchie  della Zona pastorale di Melegnano, costituita dalle città di  Abbiategrasso- Cesano Boscone- Melegnano- Melzo -Peschiera Borromeo -Rozzano -San Donato Milanese -Treviglio  e Trezzo sull'Adda. Un incontro voluto per conoscere da vicino problemi  e speranze della Chiesa locale attraverso l’ascolto e il dialogo.
Oggi però è un'occasione diversa, speciale. Non vi sarà una Celebrazione Eucaristica, ma un incontro con il popolo di Dio, con i fedeli delle tredici parrocchie del decanato.
L'accoglienza è stata preparata minuziosamente, costituendo una commissione decanale formata  da rappresentanti delle 13 parrocchie. Sono stati coinvolti anche i cittadini, ai quali fin dal mese di ottobre 2016 è stato consegnato un questionario, con la possibilità di porre delle domande, e questa sera ne verranno rivolte quattro o cinque, scelte e accorpate tra le tante ricevute. Gli verranno raccontate le sfide quotidiane che la Chiesa territoriale affronta, presentando  il  quadro generale delle situazioni.. ….Ma su queste  ci ritorneremo e vi racconteremo dopo l'incontro!

{gallery}02918_angeloscola{/gallery}
 

"Fu San Carlo Borromeo, allora Cardinale Vescovo di Milano, poco dopo la chiusura del Concilio di Trento (3 dicembre 1563) e precisamente il 22 giugno 1566,  a emanare il primo editto per l'indizione della Visita Pastorale nella diocesi di Milano ; il 25 giugno iniziò il primo ciclo con la visita alla Città Metropolitana. Compì almeno due volte la Visita Pastorale a tutte le parrocchie della diocesi. Egli la considerava principalmente un incontro dei parroci, del clero, delle confratemite, dei deputati dei Luoghi Pii, delle persone più in vista (nobili, medici, maestri, ecc.) e di tutti i fedeli con l'arcivescovo, il quale "riteneva suo dovere il richiamare clero e popolazione con colloqui e con sermoni a un rinnovamento spirituale, togliendo ogni abuso o difetto dannoso alla vita religiosa della parrocchia". (da "Le visite pastorali della diocesi di Milano" di Ambrogio Palestra).
 
Redazione RecSando Angela Vitanza – Nelle foto i due predecessori del Cardinale Scola, Martini e Tettamanzi e il Cardinale Scola nelle tre visite precedenti.
 
 

 44 Visite totali,  2 visite odierne