Forza Nuova in piazza a San Giuliano con un gazebo

Forza Nuova a San Giuliano Milanese: la precedenza ai residenti, mentre SEL rivolge una interrogazione urgente al sindaco Lorenzano


Vincenzo Rallo, sangiulianese d’adozione da ormai un decennio, originario di Trapani, ci tiene a sottolineare il carattere sociale del suo movimento, Forza Nuova, non ancora partito. ‘Stiamo lavorando ad un programma che metta al centro i problemi dei cittadini bisognosi, ma che abbiano il requisito della residenza e della cittadinanza’. Rifiuta l’etichetta ideologica di neofascista, piuttosto si sente italiano e difende tutti gli italiani che questo Stato e l’Amministrazione locale emarginano. La prima uscita pubblica del Circolo locale, che ha quattro mesi di vita, sabato mattina 30 maggio, giorno di mercato. ‘Si è svolto il nostro primo incontro con la cittadinanza locale. Si esalta – In poche ore il nostro gazebo è stato visitato da moltissime persone e oltre 600 volantini di propaganda sono stati distribuiti in poco tempo’. Il suo atteggiamento e del gruppo di giovani che lo affianca è ‘la voglia di ascoltare le problematiche, con uno spirito del fare e l’intenzione del mettere in atto una forte discontinuità rispetto all’inefficienza della gestione amministrativa locale’. Questi sono i punti cardine più volte sottolineati da Vincenzo Rallo, responsabile cittadino di Forza Nuova di San Giuliano Milanese. ‘Ormai gli italiani che si ritengono insoddisfatti e abbandonati dai governi di questo Stato sanno che Forza Nuova è e sarà al loro fianco per reclamare i propri diritti. – e conclude – La politica di Forza nuova non è quella convenzionale delle poltrone ma è la politica di strada per gli italiani.’ Intanto il gruppo consiliare di SEL, la Città che sale, Federazione della sinistra in una interpellanza urgente chiede al sindaco se l’attività di propaganda politica del gruppo di Forza Nuova sia stata regolarmente autorizzata e se la Polizia Locale sia stata mobilitata per impedire eventuali disordini o quanto meno se l’Amministrazione stia valutando di inibire nel futuro simili iniziative politiche di una forza che si richiama alla ideologia fascista, vietata dalla nostra Costituzione. Iniziativa subito bollata da Forza Nuova come ridicola.

San Giuliano Milanese, 1/6/2015
PAOLO RAUSA