Home » Blog » Fermare la serie di aggressioni e raduni neofascisti

Fermare la serie di aggressioni e raduni neofascisti

In Lombardia negli ultimi mesi si è assistito al moltiplicarsi di raduni neofascisti e di aggressioni da parte di estremisti di destra. Da ultimo domenica a Cremona una quarantina di squadristi di Casapound provenienti da varie  città, armati di spranghe, hanno provocato scontri davanti al Centro Sociale Dordoni riducendo in coma un uomo di 49 anni, Emilio Visigalli.
 
Le sottovalutazioni  delle istituzioni nel contrastare questi fenomeni di neofascismo, in crescita esponenziale nella nostra regione non hanno più giustificazioni ed é doveroso che le leggi Scelba e Mancini vengano rigorosamente applicate.
 
L’ Associazione Nazionale Partigiani Italiani  ha partecipato in questi mesi alle mobilitazioni dirette a impedire che gruppi xenofobi da tutta Europa facessero di Milano il teatro per le loro sfilate e incitazioni all’ odio e al razzismo.  
Per noi la Costituzione parla chiaro e non  è necessario attendere che chi fa apologia di fascismo e violenza arrivi a mettere in atto i propri funesti “ideali” per essere fermato.
 
La Sezione ANPI Gina Bianchi di San Donato Milanese, nell' augurarsi che le condizioni di Emilio Visigalli  possano migliorare presto esprime la propria solidarietà alla famiglia ed invita  autorità e cittadini, ad una vigilanza attiva  e a porre in atto tutte le iniziative volte  a contrastare e sconfiggere le manifestazioni neofasciste.
 
Sezione ANPI San Donato Milanese

inviato da: Enrico Coviello
 

 32 Visite totali,  2 visite odierne