Home » Blog » Emergenza casa, suonano le sveglie a San Giuliano

Emergenza casa, suonano le sveglie a San Giuliano

Emergenza casa, suonano le sveglie a San Giuliano Milanese

Tempo scaduto… suonano le sveglie sul problema casa, è il gruppo di Sel (Sinistra Ecologia Libertà) di San Giuliano Milanese che la mattina di sabato 26 settembre 2015 in via Trieste davanti alla ex caserma dei carabinieri, organizza un presidio per porre con forza l’annoso problema abitativo della Città.

Sono 366 le famiglie bisognose di un alloggio perché sfrattate o non più in grado di sostenere le spese di un affitto, e allora perché non assegnare i 24 alloggi della ex caserma che da ormai troppo tempo sono ferme e non vengono assegnate? E che dire delle altre situazioni non concluse come i 32 alloggi di Cascina Selmo, previsti in convenzione e mai realizzati, oppure i 24 alloggi della ex Pirelli sempre in convenzioni e mai arrivate? Cerchiamo risposte e lo chiediamo direttamente all’Assessore al welfare solidale, casa, lavoro Pierluigi Dima presente al presidio: “Questi 24 alloggi ex caserma di carabinieri, non sono nella disponibilità del Comune come tanti altri in San Giuliano, perché fanno parte del fallimento della società Genia e solo il curatore fallimentare o il giudice sono titolati ad intervenire, non noi come Amministrazione” “ Queste manifestazioni pongono il problema casa ma non spiegano ai cittadini, che peraltro ne sono già a conoscenza la verità, non si affrontano così i problemi, questo è un modo per illudere chi ha veramente bisogno”.” Altra cosa è l’esigenza abitativa ben nota a questa amministrazione sin dal 2011, e stiamo percorrendo diverse strade dal recupero dei beni sequestrati alle mafie, alla partecipazione ai bandi regionali che ci permettono di erogare finanziamenti, ora abbiamo 120.000 mila euro di risorse da usare, ma anche l’utilizzo del canone concordato con i privati o con le cooperative, tutte le strade legali percorribili le stiamo usando”.
Diversa è l’opinione del rappresentante in Consiglio Comunale del gruppo SEL Massimo Molteni” Queste case sono finite da due anni, ad oggi la disponibilità di questo spazio non c’è, perché l’area è stata conferita a Genia con il resto del patrimonio Comunale, non si riesce a capire chi ne ha la titolarità per poterne disporre. Il presidio qui oggi per noi è un luogo emblematico di una serie di problemi insoluti che sono tanti a San Giuliano: gli alloggi Selmo, ex Pirelli e tutto il patrimonio Comunale passato a Genia, chiediamo all’Amministrazione di svegliarsi e trovare una soluzione”.
E come succede con le sveglie per chi si deve recare ogni giorno al lavoro ecco il Sindaco Alessandro Lorenzano che raggiunge il presidio e si relaziona con i partecipanti al presidio:” Bene ha fatto SEL ad alzare l’attenzione sui problemi della casa e del lavoro, noi è da 4 anni che siamo insonni per cercare soluzioni ai problemi, aimè ereditati dalle amministrazioni precedenti, ma siamo positivi e determinati a trovare soluzioni per la nostra città, tanto è già stato fatto e tanto bisognerà fare. Ma attenzione… non potrà più essere solo l’Amministrazione di una città a trovare le risposte al problema casa ma è tutta la società che dovrà concorrere, la società civile: i privati, gli imprenditori, i giudici del tribunale e tutti coloro che ne hanno facoltà e buona volontà.”
Noi della redazione Recsando restiamo fiduciosi e vigili sino a quando tutti coloro che ricoprono ruoli importanti nella nostra città, ruoli titolati ad esercitare il bene comune, ci dimostrino di essere capaci di affrontare le sfide sempre più complesse dell’oggi e del domani.

Ornella Bongiorni

 27 Visite totali,  2 visite odierne