Home » Blog » Conclusione incontri sulla conoscenza dei farmaci

Conclusione incontri sulla conoscenza dei farmaci

INCONTRO CONCLUSIVO SULLA CONOSCENZA DEI FARMACI

Con quello di giovedì 24 marzo si è concluso, presso il Centro Anziani Comunale, il ciclo di tre incontri dedicato alla conoscenza dei farmaci organizzato dai sindacati dei pensionati di San Donato Milanese.
Isolina Fortini, a nome dei sindacati CGIL, CISL, UIL, ha brevemente riassunto gli argomenti affrontati nei due precedenti incontri ed ha passato la parola al relatore di questo ciclo di conferenze, il biologo Dott. Claudio Ballico, per la conclusione degli ultimi argomenti previsti in programma, a partire dalle regole per una corretta conservazione dei farmaci e dalle precauzioni da osservare per ridurne gli effetti negativi ed ottenere la massima efficacia di cura per la nostra salute.

Numerose le raccomandazioni elencate dal Dott. Ballico, come quelle di tenere i medicinali in un luogo asciutto, quindi non in cucina o in bagno dove più facilmente si può formare umidità; di conservarli in posti il più possibile al riparo dalla luce, a temperatura ambiente ed al riparo dai bambini. Di mantenerli nella loro confezione originale insieme al foglietto illustrativo, per evitare di confonderli, dimenticare date di scadenza e prescrizioni particolari come, ad esempio, frequenza e dosi consigliate, prima o dopo i pasti, ecc. e comunque, in caso di dubbi, consultare il proprio medico.

 

E’ poi importante annotare la data di apertura delle confezioni perché, una volta aperte, la validità dei farmaci può risultare notevolmente ridotta.
Dipende dalla forma farmaceutica e dal tipo di confezione: ad esempio, per granuli o polveri solubili la validità si riduce a 5 giorni, per colliri e spray a 15-20 giorni, per sciroppi e pomate a 1 o 2 mesi, ecc.
Ricordarsi che, una volta scaduti, i farmaci vanno depositati negli appositi contenitori previsti all’esterno delle farmacie.
Mai assumere medicine insieme ad alcolici, in particolare antidepressivi e antiulcere; a meno di precisa prescrizione medica, mai assumere contemporaneamente più farmaci;

Il Dott. Ballico ha poi trattato un capitolo a parte, relativo ai “farmaci innovativi” che rappresentano l’ultima generazione della tecnologia medica, in cui il DNA delle cellule è direttamente utilizzato come sostanza farmaceutica. Sono ricerche che mirano a creare anticorpi in grado di combattere le cellule tumorali colpendo le singole molecole alterate, responsabili della crescita e della diffusione delle cellule tumorali.
Questi nuovi farmaci, risultato dei progressi fatti nel campo delle biotecnologie, da soli o in combinazione con le terapie tradizionali (chemio-, radio-, ormonoterapia), combattono direttamente il tumore, risparmiando le cellule normali dell’organismo, con conseguente minore tossicità. Sono estremamente selettivi perché puntano a colpire una singola struttura in modo preciso, riducendo così gli effetti collaterali e aumentando l’efficacia della terapia.

Infine, un’ultima parte dell’incontro ha riguardato la contraffazione.
Questo fenomeno è in rapida crescita e coinvolge farmaci di marca o farmaci generici, medicinali salvavita o particolari prodotti, come anabolizzanti o stimolatori sessuali (viagra).
Un medicinale contraffatto può contenere le medesime sostanze di quello originale o sostanze/dosaggi diversi, può non contenere alcun principio attivo o addirittura può essere composto da ingredienti contaminati e pericolosi. Ciò che li accomuna è la scarsa qualità in quanto la produzione, anche laddove realizzata con ingredienti non tossici, non avviene secondo le norme di buona fabbricazione e distribuzione stabilite a livello mondiale. Si tratta di prodotti senza controlli che possono essere, nei migliori dei casi, poco efficaci se non addirittura nocivi nei casi peggiori.
Spesso la commercializzazione di medicinali contraffatti avviene attraverso canali su siti Internet di false farmacie on-line e, nonostante l’impegno degli organismi di controllo, muove un giro d’affari a
livello mondiale valutato intorno a 35 miliardi di $ e coinvolge prevalentemente Cina, India e nazioni dell’Est europeo. L’acquisto di farmaci on-line, spesso attratti dal minor costo, è un affare rischioso.

Si è così conclusa questa interessante guida che in tre appuntamenti ha dato la possibilità a diversi cittadini sandonatesi di avere maggiori informazioni per un uso corretto e responsabile dei farmaci.
 

Per chi fosse interessato ad una sintesi degli argomenti trattati nei precedenti incontri, può leggere qui:
La conoscenza dei farmaci
2° incontro sulla conoscenza dei farmaci

Luciano Monti – Redazione Recsando

 42 Visite totali,  2 visite odierne