Come la pensano i partiti politici a San Giuliano Milanese sul tema della Mobilità Sostenibile

HEAD_chivotare

Riportiamo l'articolo che appare sul sito di Bicipolitana Network, il dipartimento culturale di RecSando che si occupa della mobilità sostenibile.

Il 5 giugno 2016 si terrà l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale nel comune di San Giuliano Milanese. Le consultazioni si svolgeranno nella giornata di domenica dalle ore 7 alle ore 23

Estrapoliamo dal programma di tutti i partiti politici che si presentano alle prossime elezioni amministrative a riguardo della mobilità sostenibile.

I candidati sindaci sono nell’ordine in cui appaiono nel sito ufficiale del comune.

Sta a voi amici BICIPOLITANERS che siete chiamati alle urne, scegliere a chi dare la vostra preferenza in base a quanto è da loro scritto sul tema della bicicletta.

 

Francesco Marchini Sinistra, Ecologia e Libertà – Partito socialista Italiano  – Partecipazione e Diritto
In attuazione del Piano Urbano del Traffico andranno realizzate piste ciclabili e stazioni  di  interscambio  bici-treno  sicure  e  funzionali, anche  attivando  tutte  le  possibilità  di finanziamento  sovracomunali.  Negli  ultimi  anni  non è  stato  fatto  nulla,  se  non completare  la  pista  ciclabile  di  collegamento  con  San  Donato,  già  prevista  e  co-finanziata dalla ex Provincia. La mobilità ciclabile non solo è la scelta più ecologica ed economica ma, all’intero dei percorsi  urbani,  è  anche  la  modalità  di  spostamento  più  veloce.  Prioritario  sarà  il completamento  dell’asse  centrale  che  dovrà  collegare  la  pista  esistente  di  Via  della
Repubblica  (rotonda  di  Via  Trieste)  con  Zivido  attraverso  il  passaggio  dal  centro cittadino

Giorgio Salvo M5S
Sistema di trasporti
Politica vuol dire scegliere. In materia di trasporti, la nostra scelta ricade su biciclette e treno. Questo per una serie di motivi legati sia all’economicità, sia al minore impatto sull’ambiente. Per quanto riguarda il treno, innanzitutto occorrerà vigilare sulla realizzazione della stazione di Zivido da parte dell’operatore privato . In secondo luogo, sarà necessario investire per la realizzazione della stazione di Sesto – Poasco.
In  terzo  luogo,  il  Comune  potrà  studiare  forme  di  incentivi  alternativi  per  l’utilizzo  del  treno.  Un esempio  potrebbe  essere  il  seguente.  Il  Comune  studia  un a  forma  di  collaborazione  con  le  piccole attività commerciali della città, che prevedono un contributo all’attività da parte dell’Ente in cambio  di sconti rilevanti sull’acquisto in quei negozi che verranno praticati solo a coloro che dimostreranno di  possedere  un  abbonamento  annuale  del  treno.  In  questo  modo,  con  un’unica  spesa  da  parte  del Comune si incentivano sia il commercio di vicinato, sia l’utilizzo del treno. In  merito  all’utilizzo  del  treno,  occorre  specificare  che  il  passo  decisivo  è  nelle  facoltà  degli  enti sovraccomunali:  è  infatti  fondamentale  che  venga  sbloccata  la  linea  S12  che  porterebbe  al dimezzamento dei tempi d’attesa per i treni da e per Milano.
Lo stesso approccio relativo agli incentivo può essere utilizzato al fine di ridurre l’utilizzo delle auto private.
Per quanto riguarda il sistema di piste ciclabili, occorre cambiare l’approccio. Continuare a fare piste ciclabili  “spot”  che  iniziano  e  finiscono  nel  nulla è  inutile
Al  contrario,  è necessario  definire  un  sistema di piste ciclabili ragionato e semplice. Occorre  innanzitutto  realizzare  una  prima  pista  ciclabile  che  serva  da  arteria  principale,  che  parta  dalla zona dei centri commerciali e che arrivi fino alla pista ciclabile che collega San Giuliano a San  Donato (via Tolstoy, via Dalla Chiesa, Via Repubblica). Da questa arteria principale, poi, nasceranno due diramazioni.
La prima, dovrà servire il palazzo comunale, l’Asl, il centro di San Giuliano, la stazione ferroviaria e Viboldone. La seconda dovrà invece raggiungere, probabilmente attraverso la parte  nord di San Giuliano, la zona  della stazione di Borgolombardo e da lì raggiungere Civesio e Sesto Ulteriano. Una terza diramazione, di più difficile realizzazione, potrà partire da via Tolstoy e, attraverso le aree  agricole, Cascina Santa Brera e Rocca Brivio, arrivare a Melegnano. Sempre in merito all’utilizzo della bicicletta, si potrà utilizzare il progetto ” disoccupazione comunale”  al  fine  di  fornire  un  servizio  di  custodia  dei  parcheggi  delle  bici,  che  comunque  dovranno  essere migliorati e aumentati

Gina Greco – PROGETTIAMO INSIEME SAN GIULIANO MILANESE
Ciclabilità
San Giuliano rimane tuttora pensata per il trasporto automobilistico, con quello in bicicletta  in posizione del tutto secondaria.
I  nostri  obiettivi  sono,  nel  quadro  di  un  Piano  di  Governo  della  Ciclabilità  da  aggiornare  e  verificare  periodicamente,  la  fattibilità  di  completare  la  realizzazione  di  una  rete  di  piste  ciclabili  sia  interne  ai
quartieri sia di collegamento tra i quartieri e, soprattutto, con i comuni confinanti, di concerto con questi.

Gino Marchitelli – San Giuliano BENE COMUNE
Un progetto di riqualificazione di Viboldone urbanistico e culturale che sarà  oggetto di un concorso di urbanisti  e diventerà occasione per uscire dalla logica  delle iniziative estemporanee ed  per inserire finalmente l’Abbazia nei calendari dei festival di iniziative culturali con appuntamenti periodici legali al luogo e alla sua  centralità  nella  cultura  Europea  e  per  non  abbandonare  quel  punto  carico  di  storia alla  decadenza  e  alla  incuria.  Costruzione  del  percorso  ciclo-pedonale culturale “arcobaleno” da Piazza della Vittoria a Viboldone disseminato di punti informativi e di interazione con l‟informazione turistica. .  Sviluppo  e  ampliamento  della  mobilità  sulle  due  ruote  (bicicletta)  anche  confrontandosi  con  i  progetti  attivi  e  in  costruzione  nei  paesi  vicini  (San  Donato Milanese),  costruzione  di  percorsi  protetti  e  intensificazione  della  frequenza  di passaggio del passante ferroviario e ampliamento della rete pubblica di trasporto verso le frazioni con mezzi ecologici. Graduale svecchiamento –con formule anche di  car  sharing  e/o  similare –del  parco  mezzi  pubblici  del  comune  con  nuovi  di tipo  elettrico  e/o  ibrido  come  formula  di  volontà  al  cambiamento  in  tema  di emissioni inquinanti.
Formulazione di una tariffa unica agevolata interprovinciale sui  mezzi  di  trasporto  [città  metropolitana]  per  anziani,  studenti  e  lavoratori.
Creazione  della  bike  station  sullo  stile  di  quella  della  MM3  di  San  Donato Milanese.

Lorenzano –  PD – Insieme – Fare Bene La Nostra Città
L’obiettivo è la connessione NORD – SUD ed EST – OVEST della città.
E’ stata completata la connessione con San Donato oggi molto utilizzata. Completato anche il pezzo di ciclabile verso via Bambini di Beslan, esistente ma impraticabile.
L’Amministrazione Lorenzano ha progettato la connessione ciclabile VIBOLDONE – ZIVIDO e VIBOLDONE – SERENELLA partecipando ad un bando europeo per oltre 1,5mln di euro del quale a settimane avremo riscontro e graduatoria.
L’aggiudicazione lascerebbe da completare le connessioni ZIVIDO – REPUBBLICA (dal cimitero passando per via Tolstoj) e tra SESTO – CIVESIO – BORGOLOMBARDO attraversando la Vettabbia, e la ZIVIDO – ROCCA BRIVIO (oggi già connessa a Melegnano con il sentiero dei Giganti di recentissima costruzione).  Ci impegnamo a completare queste connessioni, iniziate nel 2011, entro il 2021
La programmazione degli interventi infrastrutturali: Ciò significa lavorare, sulle reti di trasporto pubblico, valutando adeguatamente le priorità e le possibilità per l’ambito sulla viabilità, attraverso una programmazione integrata tra i Comuni della Zona omogenea delle priorità di intervento e l’implementazione dei progetti di fattibilità più rilevanti. Sulla mobilità dolce, promuovendo l’integrazione delle reti ciclabili comunali oggi esistenti (a partire dal progetto del percorso delle abbazie e il cammino della Valle dei Monaci e dal recupero del sedime ferroviario dismesso della Milano-Genova tra Rogoredo e Poasco); sulla programmazione dei nodi di interscambio, incentivando l’intermodalità

Marco Segala – Forza Italia –  Fratelli d’Italia –  Lega Nord – San Giuliano al Centro
Revisione  del  piano  di  piste  ciclabili ,  collegandole  tra  di  loro  con  un’adeguata  segnaletica  rendendole realmente fruibili

Fonte: Bicipolitana Network

a cura dello Staff RecSando