Skip to content
banner_arte

Gli Artisti

 

CIOTTA BARBARA

Mi chiamo Barbara Ciotta, sono nata a Milano il 21/08/19…

Sono laureata in scienze dell’educazione e insegno ormai da tanti anni in una scuola primaria della provincia di Milano. 
Ho sempre avuto la passione per l’arte in tutte le sue forme, in particolare grafico-pittoriche e design così, qualche fa, ho deciso di iscrivermi ad un corso di pittura spinta soprattutto da un’esigenza di ricerca interiore. Ho iniziato dapprima a seguire il corso di pittura, tenuto dal Maestro Fabio Cuman, mente brillante, carismatico, artista poliedrico, creativamente esplosivo…presso la scuola d’arte di Peschiera Borromeo. Tutt’ora seguito. Successivamente ho frequentato anche il Gafm, a Milano, sotto la guida del grande Maestro Enrico Giussani. Occhio attento e lungimirante. Un uomo estremamente umile, vicino al prossimo, generoso e con un grande senso dell’umorismo! La sua lunghissima e apprezzatissima esperienza in tutti i campi dell’arte in Italia e all’estero, i suoi viaggi e  la storia della sua vita vissuta così intensamente, lo hanno reso sensibile e capace di cogliere le intenzioni, i pensieri e le difficoltà dei suoi allievi. 
I miei quadri rappresentano un viaggio introspettivo nel mondo femminile, in generale, ma anche in me stessa. La mia ricerca inizia con la rappresentazione di un bosco. Bosco Viola. L’ Incipit,  il viaggio.
Spesso le mie tele hanno uno sfondo scuro, nero dalle quali emerge la figura femminile. Cosa rappresenta il fondo nero? Beh la parte limbica, oscura, sofferta, ma anche accogliente e soprattutto protettiva.  Le mie donne cercano di far luce su molti aspetti del loro essere e della loro vita, di trasmettere l’emozione, il sentire della parte nascosta.
Mi firmo con l’acronimo BaCio.

Motto

” Vivere nel verde del sud est Milano mi permette di conciliare famiglia, professione e tempo libero.
Non cambio, mi trasformo…proprio come la natura e il paesaggio che mi circonda e che osservo, affinché il mio sguardo sia sempre attento e le mie emozioni vive e sempre rigenerate.”