Un altro appartamento vs emergenze abitative

 Il Comune di San Giuliano avrà a disposizione un altro appartamento sfitto che potrà essere utilizzato per le emergenze abitative o per finalità legate alla graduatoria E.R.P. (Edilizia Residenziale Pubblica): sale così a sei il numero di alloggi situati nel territorio comunale ma di proprietà del Comune di Milano che sono vuoti da anni. 
“E' una risposta in più ad un problema difficile da affrontare: la credibilità di questa Amministrazione trova conferma nei fatti.
Questo risultato va ad aggiungersi ai precedenti interventi che abbiamo messo in campo nelle Politiche per la Casa a San Giuliano Milanese.

Agire con piccoli, ma concreti passi, significa avere serietà: bisogna diffidare dalla politica che invece promette opere faraoniche ma poi si rivela inconcludente”, ha commentato l'assessore alle Politiche per la Casa Pierluigi Dima. Mesi fa si era fatto promotore dell'iniziativa che ha dato luogo a uno specifico Protocollo di intesa siglato con il comune di Milano e formalizzato con delibera n° 142 del 6/09/2012: in base a tale accordo il Comune di San Giuliano, una volta individuato sul proprio territorio un appartamento sfitto di proprietà del comune di Milano e valutata l'opportunità, chiede di acquisirlo nello stato di fatto.
“Quando tra gli enti si concretizza una fattiva collaborazione, si possono ottenere risultati tangibili.
La compartecipazione in termini di progetti e risorse è la strada migliore per affrontare l'emergenza casa: serve una nuova prospettiva di insieme per governare le necessità dei cittadini.
Ottimizzare le risorse, evitare gli sprechi ed individuare soluzioni concrete per i bisogni sono esempi virtuosi di amministrazione della cosa pubblica”, ha aggiunto Dima.
L'alloggio in questione ha una superficie di oltre 80 mq. ed è ubicato in via Toscana a Sesto Ulteriano.
La Giunta di San Giuliano ne ha deliberato la presa in carico; la proprietà dell'immobile resterà al Comune di Milano, mentre l'Aler è l'ente gestore.
Il comune di San Giuliano si è impegnato a farsi carico degli interventi di manutenzione straordinaria necessari a rendere abitabile l'alloggio: verranno realizzati lavori per adeguare gli impianti idraulici ed elettrici, al fine di garantire l'abitabilità degli spazi.