Home » Bicipolitana Network

Bicipolitana Network

In bici o a piedi col telefonino per scoprire la città

Completato il percorso a tappe del progetto di marketing territoriale visivo, tra i vincitori della prima edizione del Bilancio Partecipativo

partire dai prossimi giorni, passeggiare in città potrà essere l’occasione per scoprirne i segreti, grazie all’installazione degli ultimi elementi del percorso proposto da Bicipolitana all’interno del primo bilancio partecipativo e realizzato dall’Amministrazione comunale.
 
Ai tabelloni già posizionati durante la primavera ‒che riportano schematicamente tempi di percorrenza, consumi calorici ed emissioni inquinanti relativi al tragitto tra una tappa e l’altra, in base al mezzo scelto per spostarsi (a piedi, in bicicletta o in auto) ‒saranno aggiunti i cartelli-qr code, attraverso i quali è possibile collegarsi al sito del Comune e avere informazioni sul luogo in cui ci si trova.

 50 Visite totali

Quel giorno che il Sud Est Milano pedalò nel futuro della SS9 Via Emilia

 

Mino Porta Romana - Bicipolitana NetworkDopo tanto tam-tam sui social network, dopo tanti volantini distributi in giro per San Donato Milanese e San Giuliano Milanese,  grazie ad una idea nata da Bicipolitana Network e da Alessandro Giust del negozio al Villaggio SS9 Via Emilia e alla collaborazione di altre assocazioni culturali di San Donato Milanese  e di San Giuliano Milanese, questa mattina 11 settembre, ci siamo incontrati prima dell’alba nella Piazza della Vittoria di San Giuliano Milanese.

 68 Visite totali

Oltre 1500 chilometri chilometri ciclabili attraverso 8 regioni italiane

Ciclovie ITALIA: Sistema nazionale delle ciclovie turistiche

Ciclovie Italia

PIEMONTE, VENETO, LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA, TOSCANA, CAMPANIA, BASILICATA E PUGLIA

La prima rete nazionale di Ciclovie

pedala il futuro, connetti l'Italia
pedala il futuro, connetti l’Italia

Ciao ABici è con immenso piacere che scriviamo questo articolo, perchè è nel principio e negli obiettivi di Bicipolitana Network quello di creare cultura in tutto il territorio nazionale, sensibilizzando i nostri concittadini ad un uso quotidiano della bicicletta, facendo nascere dal basso cittadini attenti e sensibili, rispettosi del codice della strada, ma anche promotori nei confronti dei Comuni in cui risiedono di un sistema di infrastrutture che permetta di collegare attraverso percorsi ciclabili, da Nord a Sud, da Est a Ovest, ogni comune d’Italia all’altro, in modo di avere la più grande ciclovia nazionale, e non solo turistica.  Questo progetto globale, noi lo chiamiamo da sempre BICIPOLITANA NETWORK e sei sei interessato a entrare nel network non esitare a contattarci

E quindi come si può non essere felici di fronte a questo documento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che descrive le  4 nuove ciclovie nazionali !

Per la prima volta, con la legge di Stabilità 2016, è stata prevista la progettazione e la realizzazione di un sistema nazionale di ciclovie turistiche, con priorità per i percorsi:
• Verona-Firenze – Ciclovia del Sole
• Venezia-Torino – Ciclovia Ven-To
• da Caposele (AV) a Santa Maria di Leuca (LE) – Ciclovia dell’acquedotto pugliese o dell’Acqua
• Grande raccordo anulare delle biciclette – GRAB di Roma
Complessivamente oltre 1.500 chilometri ciclabili attraverso 8 regioni e il comune di Roma
Lo stanziamento è di 91 milioni nel triennio 2016-2018 (17 nel 2016, 37 nel 2017 e 37 nel 2018)

Una rete italiana ed europea

La selezione dei primi percorsi è avvenuta secondo due criteri:
«dall’alto», tenendo conto delle indicazioni della rete ciclabile EuroVelo, con gli itinerari 8, 5 e 7
«dal basso», tenendo conto dei suggerimenti di piani già redatti da associazioni, università e enti locali, in vista del «Piano straordinario della Mobilità turistica di Mit, Mibact e Regioni»
Linee guida per la progettazione e realizzazione:
• un sistema nazionale delle ciclovie turistiche integrato con le altre reti di trasporto e coerente con EuroVelo
• innalzamento dei livelli di sicurezza, di comfort e di qualità
• definizione di una segnaletica omogenea nazionale

 71 Visite totali

Fuori dai Binari, un evento per tenere alta l’attenzione… 16 ottobre teniamoci per mano

Cari amici,

verdeFestival e Bicipolitana, realtà che operano in ambito culturale ed ambientale, hanno deciso di collaborare promuovendo insieme un evento molto importante allo scopo di tenere alta l'attenzione sul progetto di conversione in pista ciclabile del tratto ferroviario abbandonato Milano Rogoredo-Chiaravalle-Poasco, ferrovia chiusa ormai dal 2007 (http://www.ferrovieabbandonate.it/linea_dismessa.php?id=231).
All'iniziativa si sono uniti per curare l'aspetto organizzativo il Comitato Poasco Sorgherio e il Comitato di Quartiere Santa Giulia
 
Tante altre associazioni si stanno unendo per garantire la buona riuscita dell'evento.

FUORI DAI BINARI – Sensibilizzare per realizzare il futuro insieme

L'iniziativa si svilupperà su due "binari" paralleli:

  • domenica 16 ottobre 2016 ore 15:30 , ci ritroveremo tutti insieme sui binari (accesso facilmente utilizzabile da Chiaravalle), creando attività ricreative varie che possano fare da attrazione per quanta più gente possibile che darà rilevanza all'evento; Cammineremo lungo i Binari entrando dal vecchio passaggio a livello di Chiaravalle in direzione di Poasco. Sarà un'occasione unica per scoprire questo luogo bellissimo che ci permete di vedere l'abbazia da una diversa angolazione, di osservare una bellisisma vegetazione, di essere immersi nella natura e vedere la bellissima cava del Tecchione. Durante l'evento sarà presente il nostro media partner #CreativeNation che ci seguirà con videocamere e droni per immoltare questo momento di alto valore etico e sostenibile.
    Prima apriamo la pista cilabile e prima #decarbonizziamo
     
  • Venerdi 21 ottobre 2016 (ore 21:00 presso il Centro Nocetum), con tecnici, nuova giunta e persone interessate si vuole ripercorrere i progetti che in questi anni hanno interessato questo tratto di binari e pensare al possibile futuro. 

 

A Milano la precedente giunta ha portato avanti il progetto siglando accordo con FS ma poi non c'è stata l'approvazione della delibera, l'attuale amministrazione si è già dimostrata molto interessata a portare avanti il progetto, per questo riteniamo essenziale poter evidenziare  l'interesse che come semplici cittadini abbiamo nei confronti di questa riconversione urbanistica.
Per far ciò chiediamo la collaborazione delle associazioni che operano sul territorio per sensibilizzare le persone ed i media sul progetto di realizzazione di una pista ciclabile sull'asse del vecchio tracciato ferroviario, ormai in disuso e abbandonato, tenendo alta l’attenzione degli enti pubblici e delle ferrovie dello stato.

 63 Visite totali

Risposta alla lettera aperta ai Cittadini: Incontro con l’Assessore Gianfranco Ginelli

A seguito della nostra Lettera Aperta ai cittadini  rivolta al Sindaco Andrea Checchi e all'Assessore Ginelli, dove chiedavamo un incontro per chiarire alcuni aspetti del Bilancio Partecipativo che non ci erano chiari, siamo stati ricevuti il 14 Luglio dall'Assessore Gianfranco Ginelli.

 52 Visite totali