Home » Blog » Sabato 27 gennaio: il giorno della memoria

Sabato 27 gennaio: il giorno della memoria

In occasione del Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale istituita nel 2005 dall’ONU e celebrata il 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime dell’Olocausto, San Giuliano ricorda il 73° anniversario della liberazione dei compi di concentramento nazisti con lo spettacolo: “Il canto delle lucciole” (ore 16, presso la Sala Previato di SpazioCultura, in piazza della Vittoria 2), un appuntamento tra parole e musica, tra testimonianze e melodie, nato dall’idea di Maria Antonietta Centoducati con Gianni Binelli e Ovidio Bigi.
L’attrice ha selezionato brani tratti dal celebre Diario di Anna Frank, dallo sferzante testo di Peter Weiss “L’Istruttoria”, con le testimonianze dei sopravvissuti ad Auschwitz durante il primo processo voluto dal governo tedesco per giudicare le responsabilità del nazismo (1963-1965) e dal commovente “La casa delle bambole” di autrice anonima, il cui nome è soltanto un numero, KZ135633.

La musica interviene a sottolineare emotivamente, con forte valenza espressiva e con brani legati ai contenuti testuali, le testimonianze e i fatti narrati.
Interverranno all’iniziativa anche i rappresentanti delle A.N.P.I. locali.
“Il 27 gennaio, il Giorno della Memoria, è l’occasione per ricordare insieme lo sterminio del popolo ebraico – commenta l’Assessore alla Cultura, Nicole Marnini – l’orrore delle leggi razziali, coloro che in quegli anni hanno subìto la deportazione, la prigionìa, la morte. Dobbiamo sempre mantenere vivo ancora oggi il ricordo di questi terribili fatti: credo però che il ricordo che celebriamo in questa giornata abbia veramente senso solo se da quei sacrifici riusciamo a ricavare un’autentica riflessione sul presente, che purtroppo è ancora costellato da forti conflitti in diverse aree del mondo. E questo messaggio deve arrivare forte e chiaro soprattutto alle giovani generazioni affinché gli errori del passato non si ripetano mai più nel futuro. Lo spettacolo che andrà in scena sabato 27 ci aiuterà proprio a ricordare quegli anni e sarà sicuramente uno stimolo per aumentare l’impegno quotidiano di ognuno di noi nella costruzione di un futuro che sia migliore. Lo dobbiamo in primis al ricordo delle vittime innocenti dell’Olocausto ma anche a coloro che saranno le donne e gli uomini di domani”.
Info: www.sangiulianonline.it

 4 Visite totali,  2 visite odierne