Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

UN MANUALE PER I GENITORI CHE HANNO A CUORE L’EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI FIGLI
 
Semplice, chiaro, scientifico: “Mamma..ho fame!”, un nuovo libro innovativo presentato al Festivaletteratura di Mantova

Troppi gli zuccheri, le merendine e le bibite gassate che spesso causano sovrappeso e obesità nei bambini? “Mamma ho fame” è il libro che contiene ricette e consigli nutrizionali per l’alimentazione dei bambini, un manuale per i genitori pratico, semplice e scientifico nello stesso tempo. E’ stato presentato al Festivaletteratura di Mantova, nello spazio “Le parole del cibo”, edito Educazione Nutrizionale Grana Padano che ne ha curato i testi; le ricette sono dello chef Danilo Angè, la nutrizionista dott.essa Carolina Poli ha elaborato i consigli nutrizionali per ogni ricetta, il tutto con la supervisione scientifica del prof. Claudio Maffeis, professore associato di Pediatria all’Università di Verona.

Il libro cartaceo è disponibile, a richiesta e sarà scaricabile prossimamente su eBook e Playbook .
 

Ma quale è davvero un’alimentazione corretta per i più piccoli?

A queste domande cerca di dare risposta il nuovo libro realizzato da Educazione Nutrizionale Grana Padano.
 

“Il libro è davvero innovativo perché accompagna ognuna delle 30 ricette con analisi nutrizionali che aiutano i genitori a costruire la dieta settimanale del bambino - ha spiegato Claudio Maffeis – Serve una dieta varia che contenga tutti i gruppi alimentari seguendo delle semplici regole, proprie della dieta mediterranea.
Nel testo sono proposte soprattutto ricette per la colazione e le merende: sono tutte ‘salate’, o meglio non dolci, un’ottima alternativa a quelle che invece i bambini consumano solitamente”.
 Il libro “Mamma…ho fame” è diviso in due parti.
La prima riporta alcune nozioni fondamentali di educazione alimentare per i bambini (dai 3 ai 10 anni di età), i concetti sono esposti in modo semplice e chiaro, divisi per paragrafi: la strategia nel fare la spesa; l’importanza dell’esempio dei genitori a tavola; una dieta variegata, moderata e completa; alla scoperta di nuovi sapori. E poi un riassunto delle regole basilari: calorie; frequenza e porzioni dei cibi; cosa mangiare nei 5 pasti quotidiani. Infine, come variare i colori di frutta e verdura, cosa bere e cosa non bere.
 
Nella seconda parte, le 30 ricette per preparare colazioni e merende ed anche piatti unici e primi piatti, corredate da illustrazioni e filastrocche da proporre per invogliare ad una dieta varia e completa. Per ogni ricetta vengono descritti gli ingredienti, le modalità di preparazione, l’analisi della ricetta della nutrizionista, i valori macronutrienti per porzione, con un rimando in appendice a tabelle nutrizionali più dettagliate. 
L’esempio di una ricetta: Stelle filanti di spaghetti, a pag.75 del libro. Sono spaghetti di verdure, tacchino e Grana Padano. Oltre a ingredienti, preparazione, valori macronutrienti per porzione e informazioni nutrizionali, la nutrizionista fornisce questi consigli ai genitori:
 
“Sembrerebbe un primo piatto, ma gli spaghetti sono di verdura, un ottimo e divertente modo per far mangiare le verdure ai bambini che non le amano. Dal punto di vista nutrizionale questa ricetta è un secondo piatto a base di ottime proteine date dal tacchino e dal Grana Padano che apporta anche oltre un terzo del fabbisogno giornaliero di calcio e fosforo, mentre il ferro è dato soprattutto dal tacchino. Le verdure apportano ottime quantità di fibra e magnesio e la ricetta è ricca di antiossidanti: oltre il 100% di vitamina A, circa un terzo di E, B12 e più della metà di zinco e rame”.
Chiunque sia interessato potrà richiederlo gratuitamente all’Educazione Nutrizionale Grana Padano (ENGP), tramite mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Entro la fine di ottobre sarà scaricabile sia sul sito ENGP che su quello del Consorzio di Tutela del Grana Padano.
Edoardo Stucchi