Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Il Progetto BICIPOLITANA è vivo e pedala con voi...






BICIPOLITANA è un movimento culturale.
Sì, certo.
BICIPOLITANA è solo un movimento culturale.
Sì, va bene.
Ascolta, forse non ci siamo capiti:
BICIPOLITANA non può essere altro che un progetto culturale, in quanto BICIPOLITANA non è un progetto economico, non è un progetto politico, non è un progetto scientifico e non è un progetto medico / sportivo.
Tutto chiaro adesso ?
Ecco, questa potrebbe essere una conversazione più o meno realistica avente luogo tra un sostenitore di BICIPOLITANA e chi invece di BICIPOLITANA non ha capito nulla.
O quasi.
Dopotutto, in che modo far capire una volta di più in un paese come il nostro che con la Cultura non si campa ?
Cosa importa allora se il Progetto BICIPOLITANA ha permesso a 30 ciclomobilisti di ritrovarsi una domenica mattina di novembre e coprire in bicicletta la distanza che separa l' abbazia di Viboldone ubicata in San Giuliano Milanese a quella di Chiaravalle in Milano ?




Certo, questa indubbiamente è Cultura!
Bicipolitanare insieme per qualche chilometro nel Sud-Est Milano significa iniziare un nuovo percorso di riscoperta del territorio, significa iniziare un nuovo cammino di consapevolezza che dovrà portarci a comprendere come adesso, sì proprio adesso, sia arrivato il momento che era atteso da almeno 800 anni, vale a dire quello inerente il poter collegare in maniera fisica e infrastrutturale e non più solo religiosa e intimistica due fra le più importanti realtà monastiche site nel territorio del Sud Milano, Viboldone e Chiaravalle.

Tale sentiero di pace e di fede è denominato la Valle dei Monaci e, in ottica Giubileo della Misericordia 2015 / 2016 ( prenderà il via esattamente l' 8 dicembre 2015, quindi ormai fra meno di 1 mese ),

... potrebbe rivitalizzare i territori, elencati in un ipotetico andare da Nord a Sud, tra Milano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese  e in più ampi confini lungo la via Francigena.

In che modo potrebbe avvenire tutto questo ?

Potremmo rispondere a tale quesito con una auspicata visione quali il cicloturismo e il desiderio di immersione in luoghi ove natura e silenzio spingono a porsi quelle domande che solitamente pochissimi di noi trovano il tempo e la voglia di farsi, vista la frenesia e la velocità sempre crescenti nelle quali si è quotidianamente inseriti.
Questo almeno è l'auspicio dei fondatori del BICIPOLITANA Team e dei Bicipolitani che sempre più si stanno coagulando attorno al Progetto BICIPOLITANA.


Avere il coraggio di lottare per una diversa visione da applicare al territorio nel quale si vive, provare a coniugare passato e futuro in un'ottica di coesione, di riscoperta e altresì di propulsione creativa ( e creatrice ), far crescere attorno a un progetto un gruppo di persone che si ritrovano coinvolte in un comune sentire, queste le caratteristiche che afferiscono maggiormente alla sfera economica, scientifica, politica, sportiva e Culturale.

La risposta finale la lasciamo a Voi, per noi tutto ciò viene racchiuso in una parola:
indovinate un po' ?

Sì, BICIPOLITANA !


Comitato Bicipolitana:
Articolo - Flavio Mantovani
Video - Fabrizio Cremonesi
Fotografia di Copertina - Paolo Pisani
Log in to comment

Inviato: 11/11/2015 13:53 da Mirco Rainoldi #3934
Avatar di Mirco Rainoldi
Ciao Fabrizio, proprio stamattina ho letto su l'ECO di questa settimana un articolo su Peschiera Borromeo titolato "Giorni decisivi per la mobilità ciclistica". Nell'articolo si evidenzia che la rete ciclabile del comune a noi vicino si estende per circa 30 chilometri di itinerari e percorsi protetti ed è stato già approvato uno studio di fattibilità che prevede una interconnessione con San Donato per la cui realizzazione si sta cercando di ottenere dei fondi per la mobilità ciclabile messi a disposizione dalla Regione Lombardia. Il progetto peschierese prevede il collegamento con San Donato Via De Gasperi/capolinea M3/stazione FFSS San Donato. L'articolista evidenzia inoltre che il territorio di Peschiera è interessato dall'itinerario regionale ciclabile n. 15 denominato"Lambro" che, dalla provincia di Lecco, scendendo lungo il fiume raggiunge a sud le abbazie di Viboldone, Chiaravalle e Mirasole. Purtroppo il tempo stringe perché il progetto per partecipare al bando per il finanziamento regionale deve essere presentato entro il 22 dicembre prossimo. Chissà se la nostra amministrazione comunale è a conoscenza di questa bella iniziativa promossa dal Peschiera.
Inviato: 10/11/2015 11:19 da Fabrizio Cremonesi #3933
Avatar di Fabrizio Cremonesi
E' stato bellissimo, ed era solo una prova di percorso. Per questo cammino di pace e fede in bicicletta, ideato dal gruppo Bicipolitana, dobbiamo ringraziare anche il Sindaco di San Giuliano, Alessandro Lorenzano. Con lui abbiamo iniziato un bellissimo dialogo, abbiamo discusso di vari argomenti legati alla mobilità ciclabile e ci siamo focalizzati su questo tema della Valle dei Monaci.
Questo percorso comune che tanto entusiasma e appassiona il Sindaco Alessandro Lorenzano, trova in me un' ampio consenso perché anch'io insieme agli amici di Giù le mani dalla Campagnetta, abbiamo pensato che l'unico modo per valorizzare i nostri territori fosse quelli di renderli vivi, partecipi, e cosi come altri per esempio l' Associazione Amici di Viboldone, il Politecnico e Lorenzano, avevamo proprio il sentore che questo fosse il momento giusto e ora che la Campagnetta sta per diventare finalmente un Parco, ora che sono iniziati i lavori di rifacimento della rete fognaria che hanno reso al momento inagibile il futuro Parco Gustavo Hauser, io come cittadino della città metropolitana, mi sento di dovere di lanciare un appello, anche come presidente dell'Associazione RecSando e come fondatore del gruppo Bicipolitana, affinché nelle risistemazione del dopo lavori rete fognaria si predisponga la pista ciclabile che si interconnetta al confine con la Cascina Sesto Gallo e a nord con Via Buozzi /Via Grandi. Abbiamo aspettato tanto per questo Parco sulla Campagnetta, possiamo aspettare che sia veramente nostro e lasciarlo ancora qualche giorno non percorribile, ma facciamo una volta per tutti un lavoro che sia unico, bello, duraturo che colleghi veramente il sentiero dei monaci.
Avrei tante cose da dirvi, ancora, ma mi fermo al momento qui.
Quello che come appello finale lancio è che si parli con l'attuale proprietà della Campagnetta, per concederci di effettuare prima di diventare come cittadini i nuovi proprietari, di costruire la pista ciclabile di interconnessione o che non facciano loro i lavori, o nel caso in cui vogliano o debbano farli di farli pensando al futuro della città metropolitana e allo sviluppo economico e cicloturistico e pedonale per un percorso di fede e di pace che colleghi le abbazie di Viboldone e Chiaravalle passando dal nostro territorio del futuro Parco Gustavo Hauser.