Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Apple acquisisce la startup italiana Stamplay

 

La giovane azienda è nata e cresciuta all’interno del programma Dock3 dell’Università Roma Tre

Dall’Università Roma Tre a Cupertino: ecco la storia di successo di Giuliano Iacobelli e Nicola Mattina. Il primo è un laureato al dipartimento di Ingegneria Informatica di Roma Tre, il secondo un docente a contratto del Dipartimento di Economia Aziendale dello stesso ateneo. Sono i due i fondatori di Stamplay, startup italiana specializzata nello sviluppo in cloud e nella realizzazione di App senza ricorrere al codice, che in questi giorni è stata acquistata da Apple.

Leggi tutto...

Log in to comment

Alpine Crossing, l’impianto funiviario tra Cervinia e Zermatt, si farà.

Alpine Crossing, l’impianto funiviario tra Cervinia e Zermatt, si farà. Pronto nel 2021, rispetterà l’ambiente e la natura montana.


Dopo il nuovo impianto che collega Zermatt al Piccolo Cervino, permettendo agli sciatori un piu facile accesso alle piste di discesa, sta per nascere un nuovo collegamento tra l’Italia e la Svizzera, attraverso un nuovo impianto funiviario tra Cervinia e Zermatt. Dopo la presentazione nell’state 2018 del collegamento tramite una funivia trifune di LEITNER ropeways tra le stazioni Testa Grigia (Plateau Rosa) e Matterhorn glacier paradise (Piccolo Cervino), la società per gli impianti di montagna di  Zermatt e la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio (FP), che vi si era opposta, hanno condotto intense discussioni fino ad arrivare a proposte costruttive provenienti da entrambe le parti che hanno permesso di raggiungere un accordo e quindi si procederà alla realizzazione dell’«Alpine Crossing» tra Zermatt e Cervinia (Italia).

Leggi tutto...

Log in to comment

Lavoratori della Filiera delle costruzioni della Lombardia a ROMA

Da Milano a Roma


Dalla Lombardia sono partiti tre treni e diversi autobus per un totale di circa 1800 lavoratori della filiera delle costruzioni (Edilizia, Cemento, Laterizi, Lapidei, Legno e arredo e Restauratori) per partecipare alla manifestazione di Roma del 15 marzo 2019. Noi di RecSando con il nostro fotografo ufficiale Luigi Sarzi Amadè abbiamo seguito lo sciopero generale del settore indetto dalle segreterie nazionali di Feneal Filca Fillea parla a diversi interlocutori: Governo, Controparti  Ance e associazioni Artigiani, Parlamento, banche e istituzioni.

Leggi tutto...

Log in to comment

Settimana del cervello


 

Dall’11 al 17 marzo si aprono le porte della quarta edizione, che prevede 834 eventi in 800 città delle 20 Regioni italiane, con l’obiettivo di diffondere i benefici e i progressi delle scoperte neuroscientifiche.

Per conoscere gli eventi collegarsi a  www.settimanadelcervello.it

Dall’11 al 17 marzo si aprono le porte della quarta edizione della “Brain Awareness Week”, la Settimana del Cervello, che nella versione italiana è coordinata dalle psicologhe Donatella Ruggeri ed Elisabetta Grippa. L’obiettivo di questi sette giorni è quello di diffondere le nuove scoperte neuro-scientifiche a tutti i cittadini, per rendere pubblici i progressi e i benefici della ricerca sul cervello condotta fino a oggi. I temi saranno divulgati grazie al lavoro degli esperti del settore: psicologi, psicoterapeuti, neuropsicologi, biologi, neuroscienziati e medici. Sono 834 i momenti di incontro previsti in tutte le Regioni d’Italia, coinvolgendo 800 città più di 1.000 professionisti. Anche quest’anno, l’evento sarà patrocinato dall’ENPAP, l’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi.
«La ricerca scientifica in campo neuropsicologico continua a fornire conoscenze sempre più approfondite, - premette Felice Torricelli, Presidente ENPAP.È così che crescono le competenze dei nostri professionisti e la loro capacità di aiutare le persone in maniera sempre più impattante: oggi siamo sempre più in grado sia di individuare i segnali più precoci di allarme che di orientare la riabilitazione in maniera molto efficace, ma soprattutto, come Psicologi, possiamo intervenire per incentivare il benessere delle persone e la qualità della loro vita quotidiana».E, aggiunge Federico Zanon, Vicepresidente ENPAP, «La ricerca scientifica sulla psicologia delle differenze di genere sta aiutando a fare luce sulle reali caratteristiche che differenziano uomini e donne. Differenze che sono molto lontane dagli stereotipi popolari, su cui si fondano le gravi discriminazioni di cui la nostra società purtroppo è ancora intrisa. Queste discriminazioni, purtroppo, hanno effetti tangibili e molto concreti: dal gender pay gap alle difficoltà che le donne incontrano nel mondo del lavoro. Contiamo che la psicologia e i suoi risultati scientifici possono giocare un ruolo determinante nei prossimi anni per un’evoluzione sul piano dell’eguaglianza e dei diritti civili, e contro ogni forma di discriminazione basata sul genere e sull’orientamento sessuale».
 Sono tanti i workshop esperienziali e gli incontri che spiegheranno le potenzialità e le modalità di operato del cervello, ma quest’anno c’è anche un’altra novità. È stato introdotto nel programma il “paradigma dell’Hyperscanning”, vale a dire cosa accade nel nostro cervello e in quello dell’interlocutore quando iniziamo a interagire durante una conversazione e in che modo ci si sintonizza. Tema che trova applicazione utile in diversi settori, sociale, aziendale, clinico e riabilitativoe a cui risponderà la professoressa Michela Balconi, PhD, coordinatrice del progetto dell’Unità di Ricerca in Neuroscienze Sociali e delle Emozioni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. «Gli appassionati del cervello avranno modo di conoscere e scoprire i più recenti avanzamenti tecnologici e metodologici nell’ambito delle neuroscienze applicateche hanno avviato nuovi percorsi di approfondimento verso ciò che potremmo definire “neuroscienze a due persone”, - spiega Michela Balconi. Al fine di esplorare le funzionalità e le applicazioni di questo nuovo paradigma delle neuroscienze saranno organizzati due incontri, il 16 marzo, nelle sedi dell’Università Cattolica di Milano e di Brescia, oltre a un Workshop in cui esperti del tema mostreranno le multiple applicazioni di questa nuova tecnica in differenti contesti applicativi». 
La Settimana del Cervello è ricchissima di nutrimento per tutti gli appassionati e i curiosi di Mr. Brain. Il programma degli eventi italiani è sul sito: www.settimanadelcervello.it.

Edoardo Stucchi
 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Premiati giovani ricercatori

ROCHE PER LA RICERCA UNDER 40


 
L’attività di ricerca in Italia è viva e di ottima qualità. A confermarlo è il numero, in costante crescita, dei progetti presentati da giovani ricercatori italiani under 40 nell’ambito del Bando Roche per la Ricerca. Un bilancio importante quello dei primi 3 anni: quasi 3 milioni di euro stanziati, più di 1200 i progetti presentati e 28 quelli finora finanziati. A testimoniare il crescente successo dell’iniziativa, che negli anni è diventata un punto di riferimento per la comunità scientifica del nostro Paese, è la collaborazione con Springer Nature, una tra le più prestigiose riviste scientifiche internazionali.  Due dei vincitori sono del gruppo San Donato.
 
 
Sono stati proclamati e premiati i 12 scienziati italiani vincitori dell’edizione 2018 del bando Roche con progetti di ricerca a carattere scientifico orientati ad un approccio sempre più personalizzato della terapia medica nelle seguenti aree: oncologia; ematologia oncologica, malattie respiratorie, reumatologia neuroscienze, coagulopatie ereditarie, relazione medico-paziente. Ciascun ricercatore si è aggiudicato un finanziamento di 50.000 euro per la realizzazione del proprio progetto. Si tratta di 7 ricercatrici e 5 ricercatori provenienti da oltre 10 istituti differenti, tutti rigorosamente under 40. Anche quest’anno i progetti sono stati valutati e selezionati dalla Fondazione GIMBE (Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze), organizzazione esterna e indipendente a garanzia dell’imparzialità, secondo un rigoroso processo di analisi e valutazione che ha preso in considerazione la coerenza con le aree e le tematiche del bando, la metodologia, l’innovatività, i potenziali benefici per i pazienti e l’impatto per la sostenibilità del SSN. Due progetti sono del gruppo San Donato al San Raffaele e al  Galeazzi.

Leggi tutto...

Log in to comment

Ha preso il via il cantiere del centro termale Wellness di Ponte di Legno

HA PRESO IL VIA IL CANTIERE DEL CENTRO TERMALE WELLNESS
Altri progetti che puntano a raggiungere obiettivi sempre più alti verranno inaugurati a breve e completati nel prossimo triennio.

                                                                                                                                                        
Ponte di Legno (BS), 04.03.2019 - E’ stato allestito in questi giorni il cantiere che porterà alla realizzazione
dell’ambizioso progetto del Centro termale wellness di Ponte di Legno, un importante tassello che arricchirà l’offerta del comprensorio Pontedilegno-Tonale nell’ottica di un’accoglienza turistica di qualità.
Con il Centro termale wellness ha preso il via una seconda fase di progettualità, dettata da una visione imprenditoriale particolarmente lungimirante che negli ultimi 12 anni ha permesso al comprensorio Pontedilegno-Tonale di trasformarsi in una delle località sciistiche più importanti dell’arco alpino.
Nel 2006 il progetto denominato Grande Sogno portò all’ampliamento della ski area verso il comune di Temù con 4 nuove seggiovie e alla realizzazione di una cabinovia che collega Ponte di Legno al Passo Tonale, autentica spina dorsale dell’intero carosello sciistico. Mario Bezzi, presidente del Consorzio Pontedilegno-Tonale e della SIT spa che è titolare del progetto del Centro termale, era alla regia di questo grande progetto insieme a Corrado Tomasi che era sindaco di Temù. All’epoca Bezzi era anche primo cittadino di Ponte di Legno: si trattò del più importante progetto legato al settore degli impianti di risalita in Lombardia, un investimento di oltre 60 milioni di euro, finanziato anche con risorse pubbliche e realizzato in tempo record. Le ricadute sull’economia sono state assolutamente positive: in dodici anni i passaggi registrati sugli impianti di risalita sono passati da 6 a oltre 11 milioni e, con un fatturato lordo di oltre 19 milioni, siamo attualmente il secondo comprensorio sciistico lombardo!

Leggi tutto...

Log in to comment

I rischi del cuore femminile: un sito per prevenirli


Con un decesso ogni 10 minuti, le malattie cardiovascolari e l’infarto sono il killer nr.1 delle donne. Ma la maggioranza di loro non è consapevole del rischio, mentre quasi l’80% degli eventi cardiaci potrebbe essere prevenuto. Se ne è parlato in occasione del Convegno “Infarto e malattie cardiovascolari al femminile: come vivere con il cuore”, promosso da Abbott in collaborazione con la Società Italiana di Cardiologia, con l’obiettivo di aumentare la conoscenza delle patologie cardiovascolari e incentivare le donne ad adottare strategie salva-cuore al femminile. Nel corso del convegno è stata presentata l’edizione 2019 della campagna di informazione “Vivi con il Cuore” per riconoscere e prevenire l’infarto nella donna.

Leggi tutto...

Log in to comment

La storia di un campione: 100 anni di Fausto Coppi


IL GHISALLO 2019, FORMATO CAMPIONISSIMO 
La stagione 2019 prevede una serie di appuntamenti nel segno di Fausto Coppi, amico fraterno di Fiorenzo Magni ,fondatore del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio.
 
Riparte con una mostra strepitosa, Veni Vidi Bici di Riccardo Guasco, la stagione 2019 del Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio. Una mostra che sarà allestita nei prossimi giorni e inaugurata a fine mese, una mostra che emoziona per i colori e l’atmosfera che questo artista alessandrino sa regalare al ciclismo vintage e non solo. Il suo tratto riempirà una sala dopo l’altra dell’intero spazio espositivo dedicato alle mostre temporanee.

Leggi tutto...

Log in to comment

Sciopero Mondiale per il Futuro - #15Marzo2019 #SaveTheDate


Scendiamo in piazza per il Clima il 15 marzo,
una giornata di mobilitazione globale che avverrà in oltre 40 Paesi. Tutti insieme, dobbiamo far vedere che la situazione è grave e deve essere affrontata.
Tre anni dopo la firma dell'Accordo di Parigi, le promesse che ci sono state fatte devono ancora trasformarsi in azioni. Dobbiamo accelerare la transizione verso un’Italia senza emissioni di gas serra. Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il pianeta!

Il 15 Marzo facciamo appello per una politica climatica più ambiziosa a livello globale, europeo e nazionale. Gli scienziati sottolineano che il riscaldamento globale non deve superare 1,5°C, al fine di evitare grandi disastri. Ci resta poco tempo.
Un gran numero di Paesi e organizzazioni già richiede misure senza precedenti, in modo che questo limite possa essere rispettato. E questo attraverso una transizione socialmente giusta, su misura per tutte le persone. Scendiamo in piazza per la giustizia climatica, in Italia e nel mondo.
Sarà un evento storico, un evento per studenti e professori, un evento per famiglie e per tutti coloro che hanno a cuore il clima, un evento pacifico e non violento. Saremo tutti uniti per il clima! Tutti uniti per garantire un futuro!

Abbiamo solo 11 anni per salvare il pianeta

“La lotta contro i cambiamenti climatici è una questione di vita o di morte: non agire sarebbe un suicidio.”
Antonio Guterres (Segretario generale delle Nazioni Unite, Dicembre 2018)

"Molte altre lotte sono legittime. Ma se questa verrà persa, nessun’altra potrà essere condotta."
Appello pubblico di scienziati e uomini di cultura (Le Monde, Agosto 2018)

Le nuove generazioni vedono un futuro sempre più oscuro. Un futuro in cui città come Venezia saranno sommerse.
Bellezze come la Grande Barriera Corallina non esisteranno più. Animali come gli orsi polari saranno estinti. Milioni di persone fuggiranno da siccità, carestie, epidemie. E molto altro....
 

TUTTO QUESTO SE NON AGIAMO SUBITO!

L'ULTIMO APPELLO DEGLI SCIENZIATI

L’ultimo rapporto IPCC afferma l’urgenza di contenere il riscaldamento globale entro +1,5 °C. Per farlo, dobbiamo dimezzare le emissioni globali di CO2 entro il 2030, e azzerarle entro il 2050. Un compito titanico.

CHE COSA POSSO FARE?
Serve una rivoluzione culturale, sociale, economica e politica. Un cambio di paradigma.
Dobbiamo smettere di pensare solo a noi stessi e ai nostri bisogni immediati. Dobbiamo pensare che tutto ciò che facciamo ha un impatto, e agire secondo ciò che è bene anche per gli altri e per questo mondo.

Dobbiamo pretendere che chi ci governa agisca per il bene comune e che le imprese, come ad esempio quelle legate ai combustibili fossili, smettano di danneggiare il pianeta.

Sono decenni che gli scienziati sanno cosa comporta emettere gas serra nell’atmosfera, ma fino ad ora non sono stati ascoltati abbastanza.

È tempo di cambiare rotta e agire. E anche in fretta.

Le Nostre Richieste


50% Emissioni al 2030 zero emissioni al 2050

Chiediamo di attuare oggi stesso la transizione dal modello delle fonti fossili a quello delle energie pulite rinnovabili, per evitare al Paese gli effetti degli sconvolgimenti climatici, il declino economico, industriale e sociale, obiettivo Zero emissioni al 2050.

Cosa vogliamo ottenere?

Attraverso le iniziative di Fridays For Future, noi studenti e cittadini chiediamo un forte rilancio delle energie rinnovabili, per elettricità, trasporti e termiche, sostanziosi interventi per il risparmio e l’efficienza energetica, per i consumi civili e industriali, un rafforzamento della gestione sostenibile delle foreste, misure di contrasto al consumo di suolo, il taglio dei 16 miliardi di incentivi ai combustibili fossili (dati 2017 del Ministero dell’Ambiente), nonché un taglio ai sussidi agli allevamenti e altre attività agricole non sostenibili economicamente e ambientalmente.


Riteniamo che il riuso, il ripristino e la messa in sicurezza delle infrastrutture e dei territori sia un passaggio fondamentale per un cambio di paradigma nella maniera in cui ci relazioniamo con quelli che sono i beni naturali comuni.

E’ infatti necessario tutelare quelle risorse che sono organiche e fondamentali per la riproduzione della vita sul nostro Pianeta.


E’ altresì necessario un ambizioso processo di rigenerazione energetica del patrimonio edilizio; nei trasporti è necessario puntare a una rilevante riduzione dei consumi di benzina e gasolio, offrendo alternative efficienti a milioni di pendolari; investire nelle città e nel trasporto pubblico, ripensare la fiscalità per ridurre e spostare la mobilità verso l’elettrico puro e a zero emissioni.

Al Governo italiano chiediamo di attuare oggi stesso la transizione dal modello delle fonti fossili a quello delle energie pulite e rinnovabili, per evitare al Paese gli effetti degli sconvolgimenti climatici, il declino economico, industriale e sociale. Il settore è tecnologicamente maturo per una sostanziale transizione e raggiungere l'obiettivo Zero emissioni al 2050.

VALORIZZAZIONE DELLA CONOSCENZA SCIENTIFICA

Gli Scienziati conoscono questi problemi da molto tempo e...

 

Cosa dice la SCIENZA

Raccomandazioni che i decisori politici dovrebbero recepire per limitare l’innalzamento delle temperature sotto la soglia di 1,5°C

L’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima, che fa parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), certifica che nel 2018 il clima italiano si è surriscaldato come mai prima da 218 anni, superando il precedente record del 2015 e che siamo in presenza di cambiamenti climatici importanti per il nostro Paese, considerando il fatto che, tra i 30 anni più caldi dal 1800 a oggi, 25 siano successivi al 1990.

L’Istituto nazionale per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), all’interno del suo ultimo rapporto: "Gli indicatori del clima in Italia", segnala che l’anomalia della temperatura media nel 2017 era stata di +1,30°C nel nostro Paese e di +1,20°C a livello globale, rispetto al valore di riferimento 1961-1990.

Lo “Special Report on 1.5 degrees Celsius”, presentato in Corea lo scorso mese di ottobre dal Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change - IPCC),suggerisce le raccomandazioni che i decisori politici dovrebbero recepire per limitare l’innalzamento delle temperature sotto la soglia di 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali.

Secondo la NASA, dopo il 2016, 2017 e il 2015, il 2018 è stato l’anno più caldo dal 1880, gli ultimi cinque anni sono stati, collettivamente, gli anni più caldi in assoluto.

Per contrastare questi fenomeni, l’Unione Europea ha formulato il Pacchetto Energia pulita, con obiettivi di riduzione di gas serra al 2030, chiedendo a tutti gli Stati membri di presentare un Piano nazionale su clima ed energia che preveda una serie di azioni per concorrere al raggiungimento di tali obiettivi, che secondo la stessa Commissione Europea saranno in grado di ridurre le emissioni solo dell’80% entro il 2050. Il rapporto IPCC emesso ad ottobre 2018, invece, evidenzia che èindispensabile raggiungere il 100% di riduzione, quindi Zero emissioni nette entro il 2050 a livello globale.

più risolutezza politica

Cosa fa il nostro Governo?

Il Governo italiano ha inviato l’8 gennaio scorso a Bruxelles la Proposta di Piano nazionale integrato per l’Energia e il Clima, su cui la Commissione europea esprimerà una valutazione di coerenza con l'obiettivo europeo vincolante di riduzione dei gas serra e con gli altri obiettivi al 2030, in attuazione dell'Accordo di Parigi per il clima, e a dicembre 2019 sarà approvata la versione finale.


La proposta del PNIEC italiano sembra indicare come obiettivo strategico l’impiego di gas metano, facendo diventare l’Italia un hub del gas, sempre un idrocarburo di origine fossile, per sostituire l’energia prodotta dalle centrali a carbone che andranno chiuse entro il 2025, di contro c’è una traiettoria di crescita contenuta per le rinnovabili elettriche.


Questa strategia appare in sintonia con le scelte politiche, dell’attuale e dei precedenti Governi italiani, che vanno in questa direzione. A conferma ci sono l’approdo in sud Italia di vari metanodotti provenienti da Paesi esteri, le numerose autorizzazioni concesse per prospezioni nel mar Mediterraneo per la ricerca di idrocarburi, gli ingenti investimenti in tutto il mondo della compagnia petrolifera ENI, di cui il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) e CDP (Cassa depositi e prestiti) detengono complessivamente il 30.10% di azioni, il ritardo della principale azienda automobilistica italiana verso l’innovazione con modelli a trazione elettrica, preferendo a questi i motori con propulsore a metano. Di contro, la traiettoria di crescita per le rinnovabili elettriche è debole, contraddicendo anche le indicazioni dell’UE, che lo scorso anno ha approvato la Renewable Energy Directive (RED II).

Tra i punti fermi della normativa c’è proprio quello di sbloccare il potenziale di energia rinnovabile legato alla autoproduzione e all’autoconsumo dei cittadini, i cosiddetti energy citizens, come fatto notare da Greenpeace.​
 

"Abbiamo certamente bisogno di speranza. Ma l'unica cosa di cui abbiamo bisogno più della speranza è l'azione. Una volta che iniziamo ad agire, la speranza si diffonde. Quindi, invece di cercare la speranza, cerchiamo l'azione. Allora e solo allora, la speranza arriverà."Greta Thunberg

#NoAlConsumoDiSuolo - Chi favorisce con la sua politica il consumo di suolo, compie un crimine contro l'umanità.
Evento unico per aderire su facebook clicca qui

RecSando contribuisce con le sue azioni alla nascita delle #ETICittà

Log in to comment

All’Otticlub di MIDO, Vision+ Onlus aprirà i seminari parlando di ‘Piccoli Occhi’


Milano, 23.02.2019.  Nell’ambito di MIDO Eyewear Show 2019, che si terrà a Fiera Milano Rho dal 23 al 25 febbraio 2019, nell’ormai consueto appuntamento dell’area OTTICLUB, quest’anno, Vision+ Onlus, sabato 23 febbraio alle ore 11.00, in Sala Plenaria, Pav. 3  -  organizza un seminario di Oftalmologia dal titolo: “Piccoli Occhi da tenere d’occhio” che darà inizio alle presentazioni .
Aprirà  e presiederà l’evento il Prof. Demetrio Spinelli, Presidente di Vision+ Onlus,  già Direttore degli Istituti Clinici di Perfezionamento, Milano.  A seguire, si darà spazio alle Organizzazioni, Enti non profit e Istituzioni che si occupano di temi di prevenzione in campo oftalmologico e sono previsti gli interventi di:
Sebastiano Accetta, Primario U.O. Oculistica Istituto Clinico Sant’Ambrogio,  La prevenzione oftalmologica in età infantile;
Franco Giacotti, Esperto di Sicurezza Stradale, Il ruolo delle Associazioni di Volontariato: Vision+ Onlus;
Carlo Porcari, Consigliere Fondazione UBI-Banca Popolare Commercio e Industria,Il ruolo delle Fondazioni Bancarie: Fondazione UBI;
Roberto Bosìa, Governatore Distretto Rotary 2041 anno 2020-2021, Il ruolo delle Organizzazioni Umanitarie: il Rotary.
Concluderà il talk  Giulio Gallera, Assessore al Welfare di Regione Lombardia con l’intervento:  Il ruolo della Sanità Pubblica: la Regione Lombardia.
Modera: Riccardo Perdomi, già Amministratore Delegato Salmoiraghi & Viganò, Vicepresidente Vision+ Onlus.

VISION+ ONLUS 

Vision+ Onlus, fondata nel 2005, è un’Associazione che ha ottenuto il riconoscimento di Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) alla fine del 2005 ed ha iniziato le sue attività nei primi mesi del 2006. Nata in un contesto rotariano, la nostra Onlus è riuscita ben preso a rendersi autonoma grazie all’ impegno dei membri del suo consigli di amministrazione sotto la supervisione del suo comitato scientifico.   “[...] Studiare, promuovere e realizzare progetti, campagne e attività sociali legate alla tutela e salvaguardia della vista e delle malattie oculari ed alla loro prevenzione, controllo e cura in Italia e all’estero
attraverso l’accrescimento delle conoscenze e della applicazione delle migliori cure ottiche, mediche e chirurgiche nel campo dell’oftalmologia”.
(Statuto Vision+ Onlus, art.3 comma 2)

Per informazioni:
Silvia Pogliaghi – Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa Vision+ Onlus – cell. 328.7362607
Clara Fasano– Segreteria Vision+ Onlus  - cell. 335 6391869


Log in to comment

Fra cantine, ciaspole e piatti tipici le tradizioni dell'Alta Valle Camonica



 

Il 9 marzo torna “il Giro degli involt”, un tour enogastronomico fra le cantine di Temù. Il 16 marzo invece è di scena Caspogustando, nello scenario incantato tra le baite della “Tonalina”: un altro invito a gustare i piatti tipici. Per gli sciatori levatecce per ammirare l’alba in Val di Sole, colazione in quota e poi in pista.

Leggi tutto...

Log in to comment

Due passi fuoriporta per la festa di San Biagio: Magenta


 
 

Magenta (MI) riscopre le sue radici con la Fiera di San Biagio – 3 febbraio



Le sue radici si perdono in un tempo lontanissimo e l’appuntamento torna puntuale ogni anno il 3 febbraio. E’ la Fiera di San Biagio di Magenta, la tradizionale Fiera di Merci e Bestiame del centro alle porte di Milano. Il mattino la piazza del mercato offre un vasto campionario di macchine agricole, mentre le vie adiacenti sono stipate da una enorme quantità di bancarelle tra cui spiccano quelle di gastronomia a base di “pulenta e pisitt”. Piatto tipico della giornata è la “busecca”,che si gusta in tutte le trattorie e sotto il tendone in piazza dove è cucinata dagli Alpini. Nel pomeriggio la festa si sposta nei pressi della Cappella dell’Istituto Madri Canossiane dedicata al Santo venerato sia in Occidente che in Oriente, dove la devozione popolare si manifesta nel “bacio della reliquia” Rimane ancora nel giorno della sua festa l’uso della benedizione della gola, ovvero la benedizione di San Biagio contro le malattie di gola. Un tempo, specialmente in campagna, pochi vi avrebbero rinunciato perché si diceva che preservava nell’anno da tutte le malattie della gola.
Informazioni: 3408505381 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cosa vedere: La Basilica di San Martino in stile neorinascimentale italiano, Casa Crivelli e la Chiesa di Santa Maria Assunta.
Nei dintorni: Abbiategrasso, Rho e Trezzano sul Naviglio.
Come arrivare: Da Milano: Autostrada A4 Milano–Torino, Uscita Marcallo Masero ss336 – direttrice Magenta.
Da Torino: Autostrada A4 Torino-Milano, Uscita Marcallo Masero ss336 – direttrice Magenta.
 
La castagna come non l’avete mai assaggiata: S.Albino

Sagra del biligocc, ad Albino (BG) tornano le prelibate castagne – 3 febbraio



Da sempre il borgo di Casale fa rima con castagne. E da sempre, nella prima domenica di febbraio, la frazione del Comune di Albino offre al suo prodotto più rappresentativo la sua meritata passerella. La tradizionale “Sagra dei biligocc” altro non è che la festa della castagna affumicata e bollita, i “biligocc” appunto, che nella Valle del Lujo, hanno trovato la loro patria di elezione. Il processo di selezione e preparazione è accurato ed è praticamente rimasto immutato nei secoli. Per prima cosa, nei mesi autunnali si scelgono le castagne: non tutte, infatti, si prestano alla “mutazione” e le migliori sono le “ostane” e le “careàne”, dolci e di buona pezzatura. Dopo la selezione vengono poste sull’affumicatoio, un ampio locale dove, all’altezza di tre metri, è collocata una graticola costruita in legno di ontano o di castagno; sotto il graticcio si apre la stanza del fumo, un secondo locale dove si espande un fumo denso e profumato che proviene dalla “stanza del camino”. A dicembre, dopo l’affumicatura, le castagne vengono riposte in sacchi di juta, in attesa di essere poste in ebollizione qualche giorno prima della sagra: su di un fuoco all’aperto viene sistemato un pentolone dove in 150 litri circa di acqua si fanno bollire dagli 80 ai 100 kg di castagne; alla fine di ogni cottura, si gettano nella caldaia alcuni secchi di acqua fredda, che danno alle castagne la caratteristica “grinzosità”: tolti dall’acqua, ecco pronti i biligocc!
Informazioni: 3408505381 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cosa vedere: La chiesa parrocchiale, dedicata al Sacro Cuore di Gesù, il museo etnografico “Valle del Lujo” e il santuario dei ciclisti presso il Colle Gallo.
Nei dintorni: Bergamo, Alzano Lombardo e il Lago d’Iseo.

Come arrivare: Prendere l’autostrada A51 e seguire la direzione Tangenziale Est, proseguire sull’autostrada A4 fino all’uscita di Seriate, seguire la direzione Bergamo, continuare sulla SS 42, raggiungere la SS 671 e seguire le indicazioni per Albino.


Edoardo Stucchi
 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment