Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

PResenzaione Mostra: Usi dell'acqua nelle campagne intorno a Milano

museo luisa carminatiMILANO, L’ACQUA e LA CAMPAGNA Milano deve molta della sua ricchezza all’agricoltura del Basso Milanese. La rete irrigua ha permesso la coltura di cereali esigenti come il mais e il riso, mentre il foraggio di prati stabili e marcite ha consentito gli allevamenti bovini da cui l’abbondanza di latte che ha portato alla nascita del grana padano nell’Abbazia di Chiaravalle.

L’acqua aveva anche un uso domestico e religioso (acqua benedetta).

A questi usi dell’acqua è dedicata questa mostra curata dal Museo della Civiltà Contadina “Luisa Carminati” con disegni, oggetti (chiuse, reti per la pesca, ghiacciaia, mastelli…) e memorie della fondatrice Luisa Carminati (1927/1986)

VISITE E ORARI:

le visite alla mostra sull’acqua sono tutti i weekend, gli orari vengono aggiornati di mese in mese e si possono controllare sia sulla pagina facebook 

Leggi tutto...

Log in to comment

Vota i luoghi del cuore e aiuti il FAI a restaurarli.


C’è tempo fino a fine novembre per votare i siti archeologici o naturalistici preferiti. Potete votare i primi in classifica o far emergere una nuova esigenza a salvaguardia del patrimonio artistico e culturale italiano.




Luoghi del cuore è un modo di dire entrato ormai nel lessico comune e utilizzato abitualmente per indicare luoghi unici, una mappa variegata e sorprendente formata da siti per noi speciali perché legati alla nostra identità e alla nostra memoria. Piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, questi luoghi ci emozionano e raccontano la nostra storia personale: un sogno, una scoperta, una gioia, un rifugio. Vederli in stato di degrado o di abbandono, senza la cura necessaria a proteggerli o un’adeguata valorizzazione per farli conoscere, ci rattrista, ci ferisce ma ci fa anche impegnare e lottare per offrirgli un futuro.
Ora torna l’opportunità che tanti italiani aspettano per dare concretezza a questo impegno e dare voce alle loro richieste e ai loro desideri. Grazie alla 9ª edizione de I Luoghi del Cuore sarà nuovamente possibile votare e cambiare il destino dei luoghi che amiamo.
La scadenza - Il 30 novembre, infatti, termina "I Luoghi del Cuore": la classifica aggiornata dei luoghi più votati in tutta Italia: si segnalano grandi novità, con luoghi che guadagnano o perdono posizioni e nuove entrate che ribaltano situazioni consolidate. Andate sul sito www.iluoghidelcuorte.it , cercate un luogo per nome o località, se è già censito votatelo, se non è presente aggiungetelo

Leggi tutto...

Log in to comment

Il “torrone” celebra Mina

Il “torrone” celebra Mina
A Cremona due week end dedicati al tipico dolce con rievocazioni storiche e appuntamenti con la liuteria.

L’artista cremonese in un’immagine di repertorio
Nei nove giorni di grande festa che trasformeranno Cremona, dal 17 al 25 novembre, nella capitale italiana della Gola, per la “Festa del Torrone”, saranno tantissimi gli eventi e gli appuntamenti che animeranno il programma della kermesse più dolce d’Italia.
Tema della manifestazione, saranno quest’anno una cremonese “Doc”, Mina e il “Novecento”.
Nel corso della “festa”, non mancherà la rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, domenica 19 novembre, nella fascinosa cornice di Piazza del Comune, a seguito della sfilata per le vie del centro storico della città tra le acrobazie degli sbandieratori, musicisti e le splendide figure delle dame e dei cavalieri.

Leggi tutto...

Log in to comment

Milano Guida: Visitare Milano

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui
 
Milanoguida
 
 
Bestseller
 
 
Storia di Milano
 
 
Tour in città
 
 
Musei e Mostre
 
 
Mostra Milano e il cinema
 
MILANO E IL CINEMA


Edoardo Stucchi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Il Giardino di Natale

Christmas Garden: le piante da regalare, da regalarsi, per decorare e addobbare il Natale.
Cosa regalare, ma anche quale pianta scegliere per rendere più accogliente la casa o addobbare la tavola nel giorno di festa. Le piante rendono ancora più bello il Natale, ognuna ha un significato nascosto, a volte misterioso. Christmas Garden del Centro Verde Caravaggio trova la pianta giusta per ogni persona e per ogni momento. Senza dimenticare i corsi per rendere la casa ancora più bella con le piante: dalla realizzazione di ghirlande, centrotavola, all’utilizzo di piante e fiori per decorare i pacchetti natalizi. Christmas Garden è il volto nuovo dei mercatini di Natale. Non un semplice Villaggio di Natale che riproduce i mercatini di Natale di ispirazione nordica, ma un vero e proprio Giardino di Natale, dove le piante e i fiori sono protagonisti della festa più amata, in un’ambientazione natalizia particolarmente suggestiva che unisce luci, colori, addobbi e decorazioni in una magica unione tra tradizione e novità.


Il Giardino del Natale


Un mondo magico di luci e colori illumina il Christmas Garden. Un mercatino di Natale unico nel suo genere, dove tra abeti, presepi, decorazioni e addobbi ci si immerge in un vero e proprio Giardino di Natale. Perché forse la pianta è il regalo più bello che si può fare. Nasconde significati e dona emozioni. Gli esperti di Christmas Garden consigliano e aiutano a trovare quella perfetta per la persona a cui la si vuole regalare, scegliendola tra le tante piante del Natale.
La Stella di Natale è sicuramente la più conosciuta. Parlando di Natale e pensando a un regalo si pensa subito a lei, che della festività più amata porta anche il nome. Ma non è certo l’unica. Molto bella e particolare è la Rosa del Natale. Nel linguaggio dei fiori è simbolo di rinascita e quindi diventa il pensiero ideale per chi sta intraprendendo una nuova avventura.
Richiama alla perfezione i colori del Natale con le sue foglie verdi e lucide e le bacche rosse l’Ardisia Crenata. Una pianta che può stare tranquillamente in casa, facile da gestire e che quindi diventa il regalo ideale per chi ama circondarsi di piante, ma che purtroppo non ha proprio il pollice verde. Perfetto per abbellire i giardini in inverno, l’Agrifoglio è considerato da sempre una pianta magica. Plinio il Vecchio consigliava di piantare l’agrifoglio vicino all’ingresso dell’abitazione per proteggerla dai demoni: le sue foglie pungenti avrebbero tenuto lontano gli spiriti maligni. Sicuramente, al di là delle credenze, è l’ideale per composizioni natalizie home made da regalare alle amiche o per dare un tocco particolare ai pacchetti regalo. Uno dei simboli del Natale è sicuramente il vischio. Le sue foglie verdi e le bacche bianche, che ricordano un po’ le perle, hanno dato vita a una leggenda: si dice che le bacche di questa pianta siano le lacrime di felicità che una dea celtica ha versato dopo aver ritrovato il figlio creduto morto per mano del fratello. Versò le lacrime sulla freccia fatta di vischio che aveva ucciso il figlio e lui riprese vita. La donna baciò la pianta e per questo oggi è di buon auspicio baciarsi sotto il vischio, diventato simbolo di fortuna, serenità e pace.


GREEN DECOR

L’albero, il presepe, le luci. A Natale addobbiamo la casa con le tipiche decorazioni natalizie, ma per darle un tocco davvero originale, unico e che rispecchia la nostra personalità le piante ci vengono in aiuto, rendendo ancora più suggestiva l’atmosfera natalizia della casa. Decorare utilizzando le piante è un ottimo modo per personalizzare i nostri addobbi natalizi, distinguendoli dalle solite decorazioni e, soprattutto, è il migliore per coloro che amano le piante.
Christmas Garden organizza corsi che aiutano a scegliere le piante più adatte e come utilizzarle per avere l’effetto migliore. Per chi vuole realizzare una Ghirlanda natalizia che renda il portoncino di casa unico o un Centro tavola indimenticabile per il giorno di festa, ma anche dare un tocco di unicità ai regali di Natale, con pacchetti decorati con cura, che facciano sentire speciale la persona che li riceve.
La Ghirlanda natalizia: sabato 17 novembre e giovedì 6 dicembre 2018
Allestire l’albero di Natale: giovedì 22 novembre e sabato 1dicembre 2018
I pacchetti di Natale: sabato 24 novembre e giovedì 13 dicembre 2018
Il Centro tavola natalizio: giovedì 29 novembre e sabato 15 dicembre 2018
 
Il presepe…nel bonsai
Bonsai perfettamente curati, composizioni insolite che ricordano piccoli boschi di pini o angoli pugliesi con ulivi. Sono le opere di Paolo Morandi, che in occasione del Natale saranno esposte al Christmas Garden del Centro Verde Caravaggio. Ogni bonsai sarà la scenografia perfetta per un presepe: la Natività avrà come ambientazione un paesaggio naturale e armonico, che rispecchierà il senso reale del Natale, di serenità e pace. I presepi bonsai diventeranno così un’idea regalo nuova, perfetta per chi ama le piante.

 
Christmas Garden by Centro Verde Caravaggio

Le cascine in legno e mattoni, i portici, le strade, la piazza con le bancarelle e il tipico suono del Baghet, che un tempo annunciava l’arrivo dell’Avvento. A Caravaggio nasce un nuovo modo di vivere il Natale. è il Christmas Garden, firmato Centro Verde Caravaggio: un mercatino natalizio, che si lascia alle spalle i richiami nordici per recuperare la tradizione più vera, che viveva un tempo nei borghi del nostro Paese e che non deve essere dimenticata, anzi deve essere fatta conoscere in tutto il mondo.
Al cospetto dei Giganti, custodi delle tradizioni del Natale, il Christmas Garden Caravaggio verrà inaugurato domenica 4 novembre 2018. Fino al 6 gennaio 2019 incanterà piccoli e grandi che si ritroveranno come per magia in un poetico mondo di luci, colori, alberi di Natale e presepi, decorazioni di ogni tipo, artigiani al lavoro, tutte le novità per addobbare la casacorsi per realizzare home made regali per le persone più care o semplici decori, accattivanti laboratori e attività per bambini, suggestivi spettacoli e musica della tradizione natalizia. Un mondo incantato che riserva una curiosa sorpresa: per la prima volta infatti il mercatino di Natale sarà realizzato all’aperto…ma al coperto!
 
Informazioni tecniche
Il Christmas Garden si trova a Caravaggio (Bg) in via Treviglio.
Aperturadal 4 novembre 2018 al 6 gennaio 2019. Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19; sabato, domenica e festività orario continuato dalle 9 alle 19.
Tutte le novità Centro Verde Caravaggio si trovano sul sito www.centroverde.com.
Per rimanere aggiornati su tutte le attività del Christmas Garden del Centro Verde Caravaggio basta seguirlo su Instagram @centroverdecaravaggio_official e su Facebook @CentroVerdeCaravaggio
 
Info: Centro Verde Caravaggio, tel. 0363 53134, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.centroverde.com.
 

Il Giardino di Natale di Caravaggio non vi mette a disposizione la possibilità di mangiare, quindi vi proponiamo un indirizzo nelle vicinanze che ha due possibilità: fare acquisti di fattoria e mangiare. Al Podere Montizzolo, sulla strada Rivoltana al Km. 9,250 in località Caravaggio (tel. 0363 52175) trovate la Bottega agricola da martedì a sabato dalle 9 alle 19 e domenica dalle 9 alle 12.30 e l’Agriristoro, con pranzi da martedì a domenica e cene soltanto di venerdì sabato e domenica. Si realizzano anche confezioni regalo con i saluti e tutti i prodotti della bottega.
Il podere Mortizzolo continua la tradizione della famiglia dal 1668, utilizzando anche nuove tecnologie che rispettano la terra e i prodotti, con l’impegno che passa da un allevamento attento e curato e da uina trasformazione meticolosa per arrivare alla tavola con il suo gusto.

Edoardo Stucchi



Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

La funivia “trifune” più alta del mondo: Open Day sul Piccolo Cervino

La funivia “trifune” più alta del mondo
Inaugurata il 29 settembre a Zermatt l’impianto da record “firmato” Leitner e Pininfarina sul Piccolo Cervino. Il 3 novembre si viaggia gratis sul nuovo impianto. I turisti da Zermatt avranno uno ski pass speciale per raggiungere la stazione di partenza della nuova funivia; chi proviene da Cervinia, neve permettendo, potrà raggiungere la partenza della funivia, salire gratis e sciare sul ghiacciaio del Theodulo. Nell’occasione è stata posta la prima pietra per il collegamento del Piccolo Cervino con la Testa Grigia del Plateau Rosa creando così un nuovo valico percorribile da tutti, a piedi o con gli sci.
La stagione bianca è alle porte e gli impianti di alcune località sono già aperti per i primi week end. E in questo scorcio d’autunno, con l’arco alpino imbiancato, vi porto a Zermatt, nel Vallese, appena aldilà del nostro spartiacque alpino, in corrispondenza della Valle D’Aosta. Per qualcuno potrebbe sembrare un luogo irraggiungibile, ma è proprio questa sua caratteristica che lo rende unico. Sto parlando di Zermatt, la località della neve più famosa di tutto l’arco alpino, ai piedi della montagna più affascinante del mondo, il Cervino, un emblema indimenticabile per la sua conformazione, una piramide di 1500 metri che sovrasta la cresta del Plateau Rosa, visibile e riconoscibile a 360 gradi, meta di arrampicate ardite e immagini straordinarie. Ma ora il suo emblema potrebbe essere intaccato da un suo figlioccio, il Klein Matterhorn o il Piccolo Cervino, come lo chiamano dall’Italia, con i suoi 3850 metri di quota.

Leggi tutto...

Log in to comment

Modena è pronta a dare il via ufficiale alla stagione invernale

Skipass alza il sipario sulla Montagna Bianca
Modena è pronta a dare il via ufficiale alla stagione invernale festeggiando i 25 anni di Skipass

Il Salone del Turismo e degli Sport invernali più longevo d’Italia che torna a ModenaFiere dall’1 al 4 novembre.

SKPSS2017_GM__GMF4605

Protagonisti della 25esima edizione il grande sport con la Coppa del Mondo FIS di Big Air e i sapori d’alta quota con il nuovo format Vette di Gusto. Turismo, attrezzature e attività all’aria aperta completano il palinsesto di una edizione ricca di novità.

Leggi tutto...

Log in to comment

Week End fuori porta: Castello di Pandino, Castello Borromeo e tante altre cose da scoprire

I numerosi appuntamenti della settimana ci conducono "fuori porta"alla riscoperta di suggestive storie e leggende legate a luoghi carichi di fascino: a Camairago, oggi sede del neonato Comune di Castelgerundo (LO), con il Castello Borromeo; al Castello di Pandino (CR), fatto erigere dal signore di Milano Bernabò Visconti a metà del Trecento; al Castello Beccaria Litta di Gambolò (PV), che in un'ala ospita anche il Museo Archeologico Lomellino; a Canonica d'Adda, le cui origini risalgono all'epoca romana.     
 
Con Visite Guidate per Tutti entreremo inuno dei giardini segreti più belli di Milano, quello della Casa degli Atellani, con la sorprendente "Vigna di Leonardo".

Il sentiero delle streghe al Castello di Pandino
 
Venerdì 26 Ottobre
 
ore 20,45

Sala Consiliare
Via A. De Gasperi, 9
 
26844 Castelgerundo
 
località Camairago (LO)

Nell'ambito degli eventi legati alla Festa patronale
 
Fabio Conti
presenta il suo nuovo libro Gerundo il grande lago scomparso
 

Il giovane giornalista e scrittore torna sulle tracce del grande lago scomparso, che nell’antichità occupava il cuore della Lombardia, proponendoci un affascinante viaggio nel tempo e nello spazio e facendoci ­riscoprire un territorio straordinariamente ricco di testimonianze storiche e artistiche oltre che particolarmente bello dal punto di vista paesaggistico e naturalistico.
 
Con la partecipazione del Sindaco Daniele Saltarelli
Proiezione di immagini
Ingresso libero
 
Sabato 27 Ottobre
 
ore 16,00
 

Castello di Pandino (CR)
Via Castello, 15
Tel. (Uff. Turistico comunale)
 
0373 973350

In collaborazione con l’Ufficio Turistico di Pandino
 

Il sentiero delle streghe

Visita teatralizzata alla riscoperta del Castello di Pandino e della storia del processo alle “streghe” in Martesana all’inizio del Cinquecento raccontato nel romanzo Vanina la Zoppa
 
di Emanuela Vacca.
 

Con la partecipazione dell’autrice e de “Il cerchio delle danze”. Nel corso dell’evento, la storica pasticceria Castello di Pandino offrirà un delizioso, dolce assaggio.
 
 
 
Ingresso libero
 
Domenica 28 Ottobre
dalle ore 10,00 alle 23,00
 

Castello Beccaria Litta
Salone Litta
Piazza Castello
 
27025 Gambolò (PV)

Nell’ambito dell’annuale Festa di Gambolò
 

Fiera del Libro

Vi aspettiamo allo stand di Meravigli edizioni per scoprire anche tutte le novità appena uscite e ritirare un piccolo omaggio.
 

Potrà inoltre essere l’occasione per visitare lo splendido Salone Litta del Castello di Gambolò  (che conserva un pregevole camino del tardo Cinquecento) e il Museo Archeologico Lomellino ospitato in un’ala dello stesso castello (aperto al pubblico nel corso del pomeriggio).
 
   
 
Ingresso libero
 
Domenica 28 Ottobre
ore 16,30

Comune di Canonica d’Adda (BG)
Sala Consiliare
Piazza del Comune, 3
 
Fabio Conti
presenta il suo nuovo libro

Gerundo
il grande lago scomparso

Il giovane giornalista e scrittore torna sulle tracce del grande  lago scomparso, che nell’antichità occupava il cuore della Lombardia, proponendoci un affascinante viaggio nel tempo e nello spazio e facendoci ­riscoprire un territorio straordinariamente ricco di testimonianze storiche e artistiche oltre che particolarmente bello dal punto di vista paesaggistico e naturalistico. Con la partecipazione del Sindaco Gianmaria Cerea

Proiezione di immagini
 
Ingresso libero
 
VISITE GUIDATE PER TUTTI
alla riscoperta di Milano
Tour + Libro in omaggio
 

Domenica 28 Ottobre
ore 10,30
 
La vigna di Leonardo
e la Casa degli Atellani

Riscopriamo uno dei giardini segreti più belli di Milano e la storia di una casa che risale all’epoca di Ludovico il Moro. Tra stanze e giardino, ci immagineremo la meravigliosa“vigna di Leonardo da Vinci”, le spettacolari feste della famiglia degli Atellani, ma anche l’intervento di restauro compiuto dall’architetto Piero Portaluppi  e le importanti commissioni di Ettore Conti, in un intreccio di storie e collezionismo davvero suggestivo.
 
– PUNTO DI RITROVO:
Piazza Santa Maria delle Grazie, 1  
– DURATA:
90 minuti circa
Si consiglia di arrivare 15 min prima
 
– COSTO
(visita guidata + ingresso alla Vigna di Leonardo + libro in omaggio): euro 22,00
 
 – LIBRO IN OMAGGIO:
Lanza-Somarè,
Milano andar per cortili
(176 pagine illustrate)
 
 Eventuale libro sostitutivo
per prenotazioni di 2 persone
 
 INFO e PRENOTAZIONI
rispondendo alla presente mail
oppure inviando SMS
al numero 333 63 77 831
 
 
Accendi un buon libro a TV spenta
 
Scoprite i libri di Meravigli edizioni in tutte le migliori librerie e presso Libreria Milanese il Domani piazzale Cadorna, 9 ang. via Carducci tel. 02 86 45 29 87

Redazione RecSando - Edoardo Stucchi
 
Log in to comment

RecSando, sulle strade del grande ciclismo



Domenica 30 Settembre da tifoso qualunque, in compagnia di mio figlio, eccomi ad Innsbruck in Austria per i Campionati Mondiali di Ciclismo ad assistere alla  prova su strada dei professionisti su un tracciato durissimo, gara per scalatori sulla distanza di 258 km. Ad accoglierci una bellissima giornata di sole, tanti tifosi di tutte le Nazionalità, colori, folclore e tanta birra...!!!

Leggi tutto...

Log in to comment

A Varenna tra ville e giardini; a Venaria nella Reggia e tra i parchi della Mandria

Per questo week end vi offriamo due possibilità per trascorrere giornate all’insegna della tarda estate, quindi all’aperto, tra giardini e sale pittoresche.




Sul lago a un’ora da Milano - La prima proposta riguarda Varenna, perla incastonale sui pendii delle montagne lecchesi che si tuffano nelle acqua del lago, creando un insieme di fantasmagorici paesaggi che assumono colori sempre diversi. Di varenna, in particolare, vogliamo parlarvi di Villa Cipressi, un insieme di edifici restaurati e appena inaugurati che formano un albergo 4 Stelle del Gruppo Collection hotels e un giardino, di proprietà del Comune e della Provincia di Lecco, entrati a far parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani. Mentre la Villa è sempre stata utilizzata, il giardino aveva perso il suo fascino, ma la natura l’ha conservato, facendo sopravvivere piante come cactus, agavi in una flora mediterranea favorita dal clima mediterraneo, che ha mantenuto in vita glicine, pitosfori e magnolie. Da qui il colpo d’occhio è fantastico, perché punta su Bellagio, l’altra perla del Lario, che non ha bisogno di esclamazioni. Ma a Varenna c’è un motivo in più per visitarla: Accanto a Villa Cipressi, c’è Villa Monastero, i cui giardini fanno parte del circuito GGI, aperti d’estate e d’inverno. Ma non mancate di scendere al lago tra i viottoli che vi faranno scorgere immagini da fotografia. Il porticciolo è un angolo suggestivo con i suoi locali e negozi artigianali; la passeggiata sull’acqua è un percorso romantico fino alla darsena dove partono i vaporetti della navigazione lacuale.
Tenete conto dell’abbigliamento e soprattutto fornitevi di scarpe comode, perché i punti suggestivi sono in cima o alla base di lunghe scalinate, dove, purtroppo non tutti possono andare. In ottobre gli orari di visita vanno dalle 10 alle 18 e in novembre e dicembre dalle 10.30 alle 16.30. Il prezzo è di 5 o 3 euro, a seconda dell’età e d9 e 5 euro se comprendete anche Villa Monastero.
Come arrivarci? La cosa migliore è il treno, ma in auto, dopo aver percorso un tratto di superstrada da Lecco, uscite a Mandello del Lario e proseguite lungo il lago, fino a Villa Cipressi, dove troverete parcheggi in strada o al multipiano di fronte a Villa Cipressi, in via IV Novembre.







Casa Savoia a Venaria
- L’altra proposta vi porta fuori regione. In Piemonte e precisamente a Venaria Reale, un grandioso complesso alle porte di Torino con 80.000 metri quadri di edificio monumentale della Reggia e 50 ettari di giardini adiacenti al seicentesco centro storico di Venaria, oltre ai 3.000 ettari di parco recintato del parco La Mandria, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, aperto al pubblico dal 2007 dopo un restauro rilevante durato vent’anni.
L’edificio monumentale vanta alcune delle più alte espressioni architettoniche del barocco universale: l’incantevole Sala di Diana, di Amedeo Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto, con l’immenso scenario delle scuderie Juvarriane, la spettacolare fontana del cervo nella corte d’onore rappresentano la cornice di una storia dedicata ai Savoia lungo un percorso di 2 chilometri. Una storia che dal 1600 ha visto un susseguirsi di dame, cavalieri, nobili e re e regine che di volta in volta aggiungevano edifici e giardini all’immenso monumento per imitare lo sfarzoso esempio della Reggia di Versailles. L’edificio fu teatro di varie distruzioni in seguito a guerre fino al 1978, usata per fini militari. Da allora sono cominciati i piani per il restauro che comprendevano la città di Venaria, il suo centro storico, la viabilità, gli edifici della reggia, il Borgo Castello della Mandria (da vedere) e il suo parco con le sue 30 cascine e ville interne, con il recupero di terreni abbandonati oggi giardini e bosco.
Arrivarci e facile, basta percorre l’autostrada A4 per Torino e uscire alla tangenziale torinese verso Bardonecchia e seguire l’indicazione di Venaria. Comodo il parcheggio per la Reggia che vi permette di fare due passi anche nella cittadina, dove brulicano locali dal sapore turistico. Oppure in autobus dal centro di Torino o dalla stazione di Porta Susa, oppure in treno con la linea Torino Dora-Ceres.
Ingressi alla reggia, ai giardini e alle mostre: 25 euro, che vi dà diritto a uno sconto sulle radioguide, visite guidate, al trenino dei giardini, alla gondola sulla peschiera e sulla carrozza a cavallo. Biglietto solo Giardini 5 euro e biglietto Castello della Mandria 8 euro (2 km dalla reggia, anche in auto, ma ingresso fino alle 16.30).

Edoardo Stucchi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Week end fuori porta: 13 e 14 Ottobre MANTOVA

Carissimi cittadini e lettori di RecSando, per rendere sempre più attuale e accattivante sfogliare il nostro giornale, abbiamo pensato di darvi l’opportunità di conoscere che cosa propongono le città lombarde per un week end piacevole e rilassante. Eccovi allora un invito a visitare la città di Mantova, capolavoro di cultura e arte, ma apprezzabile dal punto di vista dell’ospitalità e della gastronomia. E’ stata capitale della cultura nel 2016 e nel 2019 sarà la Città europea dello sport, in un ambiente green, salutare e che dà sollievo. Il riconoscimento è assegnato annualmente, a partire dal 2001, dalla Aces, la Delegazione italiana di Aces Europe (Federazione delle Capitali e delle Città europee dello sport) alle città che si contraddistinguono per sostenere progetti che diffondono i principi etici dello sport.

Leggi tutto...

Log in to comment

In dirittura di arrivo una cura per la fibrosi cistica

Ottobre 2018 – XVI Campagna Nazionale per la Ricerca FC
 
La speranza di guarigione dalla fibrosi cistica è sempre più realistica: è stata individuata e brevettata  la molecola ARN23765, attualmente in fase preclinica,  a cui farà seguito la sperimentazione sul malato.           
Giovedì 27 settembre annunciate le principali  novità scientifiche nella cura della malattia  assieme alle molte iniziative in campo  durante tutto il mese di ottobre nella  16a Campagna Nazionale per la Ricerca:
“Ogni ciclamino un po’ di vita in più”.
 
Un programma nazionale con migliaia di eventi in oltre 1500 piazze italiane grazie alle 140 Delegazioni e Gruppi di Sostegno FFC, inaugurato   dalla VII edizione del Charity Bike Tour FFC.
 
Matteo Marzotto e il suo biker team FFC percorreranno  le strade della Sicilia a sostegno della ricerca. A fianco del Presidente FFC i grandi amici e sportivi Iader Fabbri,  Fabrizio Macchi, Max Lelli e il campione del mondo Mario Cipollini.  
Con loro anche Edoardo Hensemberger, protagonista dello spot FFC.
Nelle librerie ad ottobre: Bike ToURgether, edito da Cairo Editore, un reportage fotografico lungo l’Italia nel nome di una grande  squadra. Bikers, malati, volontari e ricercatori, uniti per vincere la fibrosi cistica.
 
Il noto direttore artistico e conduttore di Radio Deejay LINUS e i testimonial di Fondazione Rachele ed Edoardo  lanciano in diretta social il numero solidale 45581: dal 2 al 20
ottobre con un sms o una chiamata è possibile sostenere  il lavoro dei ricercatori impegnati nell'individuazione di terapie efficaci e cure risolutive per la malattia genetica grave più diffusa.


 
Milano, 27 Settembre 2018.La speranza di guarigione dalla fibrosi cistica è sempre più realistica. Fino a poco tempo fa pensavamo di poter solo contribuire a migliorare la qualità di vita dei pazienti. Oggi, grazie ai risultati ottenuti dalla ricerca e al grande lavoro della rete di oltre 900 ricercatori FFC, possiamo ambire a trovare una cura risolutiva. È stata infatti individuata e brevettata una nuova molecola, ora in fase preclinica: se i risultati saranno quelli auspicati, possiamo pensare di essere  vicini alla sperimentazione sul malato. La vita è un gioco di squadra e questa nostra sfida lo è in particolare. Insieme abbiamo raggiunto risultati straordinari, generando amore ed energia vitale per tutti coloro che ogni giorno convivono con la malattia, ma non sono mai soli”. 
Con queste parole il Presidente di FFC Matteo Marzotto ha aperto questa speciale mattinata moderata dal noto direttore artistico e conduttore di Radio Deejay Linus.

 
 
Insieme ai ricercatori e ai malati sono stati presentati i più recenti avanzamenti scientifici, il più importante e promettente dei quali porta il nome di Task Force for Cystic Fibrosis, e le iniziative charity dell’imminente Campagna Nazionale per la Ricerca. 
La fibrosi cistica non è una malattia rara: ogni 25 persone, una è portatrice sana e può trasmettere la malattia ai figli. Un serio investimento di ricerca sta regalando vita ai malati. Nel nostro Paese il malato di fibrosi cistica può accedere a un’assistenza di alta qualità. Ma in una malattia come questa non ci si può accontentare di alleviare i sintomi. “Non esiste una buona assistenza senza aggiornamento e ricerca.” ricorda il prof. Gianni Mastella direttore scientifico di Fondazione e continua:“In poco più di un ventennio, FFC ha costruito una rete di Ricerca che comprende il meglio dei ricercatori italiani attivi in numerosi laboratori nazionali e con collaborazioni di centri stranieri.  Le aree di ricerca sono molteplici:accanto a quelle moloto avanzate nel campo dei nuovi antibiotici e degli antinfiammatori cui si deve in parte l’innalzamento progressivo dell’attesa di vita dei malati, si sono aperte da alcuni anni  linee di ricerca mirate a colpire alla radice il difetto di base della malattia, agendo direttamente sul gene mutato o sulla proteina difettosa da esso generata”.  
I malati chiedono di non aver più paura di morire nel pieno della giovinezza, come succede ancora oggi.  Un progetto strategico mirato  a correggere la proteina difettosa sta per arrivare  al suo compimento. Grazie alla collaborazione con due partner di eccellenza – Istituto Italiano Tecnologia e Istituto G. Gaslini di Genova – nel giro di tre anni, è stata individuata e brevettata la molecola ARN23765, che è entrata in fase preclinica per la valutazione farmacologica e di tolleranza. Se i risultati finora ottenuti con il progetto Task Force for Cystic Fibrosis saranno confermati, si potrà passare presto alla fase di sperimentazione clinica nel malato.
Ottobre 2018: vita in più ai malati di fibrosi cistica. Per tutto il mese la Fondazione sarà impegnata con eventi e iniziative promosse dai volontari sul territorio nazionale. Le case delle famiglie italiane saranno raggiunte dallo spot FFC, on air sui principali network radiofonici e televisivi nazionali per diffondere consapevolezza e raccogliere nuove risorse per i progetti avanzati di rilevanza internazionale. Tanti modi e 31 giorni di tempo per dare un contributo personale al lavoro dei ricercatori FFC.
Ogni ciclamino, un po’ di vita in più. Tornano nelle principali piazze italiane i fiori della ricerca FC. Saranno più di 1500 le piazze italiane che si coloreranno di rosa nel mese di ottobre, con la mobilitazione nazionale dei Gruppi e delle Delegazioni FFC per la distribuzione dei ciclamini, fiori simbolo della ricerca sulla fibrosi cistica. A fronte di una donazione sarà possibile contribuire al sostegno dei progetti scientifici FFC. A questo link tutti gli eventi promossi dalle Delegazioni locali FFC e la mappa del ciclamino.
Ogni tappa, un po’ di vita in più. VII Charity Bike Tour FFC dal 2 al 6 ottobre in Sicilia. Il Presidente FFC Matteo Marzotto darà avvio, il 2 ottobre alla XVI Campagna Nazionale per la Ricerca con il nuovo capitolo del charity Bike Tour FFC, la pedalata solidale a tappe nata nel 2012 per diffondere in tutta Italia la conoscenza della  malattia genetica grave più diffusa. Al suo fianco, quest’anno ci sarà anche il campione del mondo Mario Cipollini e con lui gli amici Iader Fabbri, Max Lelli, Fabrizio Macchi e il testimonial dello spot FFC Edoardo Hensemberger, malato di fibrosi cistica. Quattro giorni attraverso le città di Balestrate, Agrigento, Scoglitti, Vittoria, Catania, Taormina, Milazzo, Palermo, con eventi di raccolta fondi promossi dalle Delegazioni locali FFC. L’iniziativa, giunta quest’anno alla settima edizione, contribuisce al sostegno della fase preclinica del progetto Task Force for Cystic Fibrosis che punta a correggere il difetto di base per la mutazione F508del, la più diffusa tra i malati nel mondo. Per conoscere il programma dettagliato, visitare il seguente link.
 
Nelle librerie ad ottobre:Bike ToURgether un reportage fotografico lungo l’Italia nel nome di una grande squadra. Bikers, malati, volontari e ricercatori, uniti per vincere la fibrosi cistica. Matteo Marzotto torna nelle librerie italiane con un nuovo reportage fotografico, edito da Cairo Editore e con immagini di Alfonso Catalano. Dopo Volare Alto e Bike Tour Pedalando per la Ricerca, prosegue il racconto delle ultime quattro edizioni del charity Bike Tour FFC che hanno visto protagonisti migliaia di volontari in tutta Italia, arricchito inoltre dalle testimonianze dei malati e dagli interventi dei ricercatori all’opera per trovare al più presto la cura definitiva per la malattia genetica grave più diffusa nel nostro Paese.
 
 
Ogni sms e ogni chiamata al 45581, un po’ di vita in più.  Dal 2 al 20 ottobre, per tre settimane, è possibile contribuire al sostegno della fase Preclinica del progetto strategico Task Force for Cystic Fibrosis anche con un semplice sms da due euro o con una chiamata da rete fissa da due/cinque euro al 45581. Il numero solidale sarà diffuso dalle maggiori emittenti televisive e radiofoniche nazionali per portare sostegno e speranza alle famiglie e ai malati di fibrosi cistica.
Ogni condivisione, un po’ di vita in più. FFC lancia una nuova campagna social che ha per protagonisti i malati. La comunicazione social della Campagna Nazionale FFC, affida alla ricerca la responsabilità di arrivare presto alla cura definitiva. Malati di fibrosi cistica indossano fieri le magliette di quando erano bambini, per ribadire che: con la fibrosi cistica, fino a pochi anni fa, era difficile diventare adulti; oggi la ricerca lo ha reso possibile. Su questa strada è necessario proseguire perché, nonostante questo avanzamento, l’aspettativa di vita media dei malati FC resta ancora dimezzata rispetto alla popolazione sana. Per questo sostenere la ricerca si invita a condividere la campagna sui propri profili Facebook e Instagram, e a contribuire personalmente con nuovi scatti originali.
 
 
Segui FFC sui canali social
 
Facebook www.facebook.com/FondazioneRicercaFibrosiCistica/
Instagram http://www.instagram.com/fondazioneffc/
 
 
366 Progetti330 Revisori internazionali
4 Servizi alla ricerca centralizzati500 Pubblicazioni su riviste internazionali
200 Gruppi e Istituti Ricerca550 Presentazioni congressuali
900 Ricercatori complessivi140 Delegazioni e Gruppi di sostegno
400 Contratti e
borse di studio
10.000 Volontari
Oltre 28.000.000 di euro investiti in attività di ricerca
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 







Edoardo Stucchi  


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment