Pantigliate in questi cinque anni è stata amministrata da un Sindaco che ha formato la sua squadra facendo sottoscrivere ad ogni candidato i principi fondamentali di un governo etico. Abbiamo iniziato a conoscere parte di loro durante la marcia della pace Perugia Assisi e siamo andati ad assistere alla loro serata. Abbiamo realizzato un podcast integrale, per tutti i cittadini del Sud Est Milano consapevoli che, oggi più che mai, compiere scelte e prendere decisioni in un Comune può ripercuotersi in tutti gli altri Comuni e nel mondo.

Cinque anni in Comune, fra passato e futuro. Questo il titolo dell’incontro con cui la lista civica “Società & Ambiente”, dal 2014 al governo della città di Pantigliate, ha voluto presentare alla cittadinanza il proprio programma, passando idealmente il testimone da Claudio Veneziano, attuale primo cittadino, a Franco Abate, candidato sindaco alla prossima tornata elettorale.

«A malincuore non posso che partire dal Palazzetto sportivo - ha esordito Veneziano – che ha rappresentato una vera spina nel fianco per tutti gli anni del nostro primo mandato».

Una vicenda, quella legata alla chiusura del resort, che tanto ha fatto discutere e la cui soluzione pare ancora lontana.

«Il fallimento di Biffi (la società che aveva costruito il Palazzetto e ne teneva la gestione) è stato tenuto nascosto per tutta la passata campagna elettorale dall’allora sindaco Lidia Rozzoni», ha dichiarato Veneziano.
«Ci siamo trovati con questa tegola in testa fin dal primo giorno di insediamento e abbiamo dovuto subito prendere provvedimenti. A causa di una delibera del Consiglio Comunale che, poco prima delle elezioni, raddoppiava il valore dell’immobile, rischiavamo una denuncia di arricchimento indebito.

Poi abbiamo scoperto che quel centro non poteva restare aperto così com’era, perché mancavano le necessarie documentazioni. Chi ha provocato tutti i danni non siamo noi ma quelli di prima che hanno lavorato con leggerezza. In questi 5 anni di mandato abbiamo cercato delle soluzioni e contiamo nei prossimi 5 di trovare la quadra».

Se un problema è ancora da risolvere, molto altro è stato realizzato. «Abbiamo voluto portare un modo diverso di governare – ha spiegato Veneziano – attento all’ambiente e mettendo il sociale al primo posto.

Rivendichiamo con orgoglio di non avere consumato neanche un nuovo metro quadrato di territorio. Sono venute persone a chiederci di costruire capannoni e supermercati ma non abbiamo accettato perché avrebbero intaccato il Parco Sud e preservare il terreno agricolo è fondamentale per il futuro dei nostri figli. Abbiamo fatto rete con le associazioni del territorio, come la Caritas e la Vidas, per aiutare i cittadini più deboli. Nei nostri 5 anni di governo abbiamo dato alla scuola più di quanto mai fatto in passato.
Insieme abbiamo trovato tutte le soluzioni e i soldi necessari nonostante la forte situazione debitoria che abbiamo ereditato dal passato».

Il fiore all’occhiello di Società & Ambiente è sicuramente l’apertura della farmacia comunale.

«Contiamo a breve di spostare la farmacia all’interno del vecchio Comune - ha annunciato Franco Abate – che verrà attrezzato anche di un ambulatorio amico. Ci sono state molte complicazioni burocratiche ma siamo in dirittura d’arrivo».

Per il futuro, Franco Abate ha le idee chiare: «Sostituiremo tutta l’illuminazione cittadina a led, miglioreremo le zone pedonali e la ciclabilità del paese, metteremo in sicurezza la provinciale che va verso la strada del Duca.



In questi 5 anni abbiamo fatto bene per i cittadini e per il bene comune non solo di Pantigliate ma di tutto il territorio.
«La nostra squadra è forte e competente, vogliamo continuare a governare con l’etica, la trasparenza e il cuore che ci contraddistinguono».

 
Redazione RecSando - Flavio Mantovani

Log in to comment