Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Bimbi sicuri in auto anche con il car sharing

L’ACI di Milano, a fronte di dati incoraggianti sulla riduzione degli incidenti stradali, avvia una campagna per i bambini sicuri in auto, invitando all’utilizzo dei sistemi di protezione. Intanto il car sharing di Ubeeqo avrà bordo i seggiolini Kiddy, facili da usare e molto protettivi

Anche i bambini hanno il loro car sharing, purchè accompagnati da un adulto. Per garantire la sicurezza dei bambini in auto, infatti, l’ACI di Milano in collaborazione con una casa tedesca di seggiolini per auto, ha fatto sì che le auto del servizio di car sharing Ubeeqo, fossero dotate di seggiolini per bambini, in modo da garantire viaggi sicuri.

L’iniziativa è stata presentata dal presidente dell’ACI, Ivan Capelli, nell’ambito di una analisi degli incidenti stradali, dove si evidenzia che nel 2015 il 73% dei bambini fino a 12 anni coinvolto in incidenti stradali era a bordo di un autoveicolo. E il più delle volte la causa principale era una scorretta fissazione dei seggiolini o un mancato utilizzo delle cinture di sicurezza. Ciò ha provocato la morte in Italia di 21 bambini e di 6571 feriti. Morti e feriti che potevano essere evitati se i bambini fossero stati correttamente sistemati. “A questo proposito – ha evidenziato Ivan Capelli – è importante promuovere l’utilizzo corretto dei seggiolini su tutti i mezzi circolanti, su tutte le strade e in ogni occasione, anche attraverso il car sharing. Da qui l’iniziativa “Sharing is caring” che prevede la possibilità per gli utenti del servizio Ubeeqo di utilizzare, in partenza da Milano, seggiolini messi a disposizione dalla società Kiddy”.
Fortunatamente i dati degli incidenti nella nostra regione sono incoraggianti perché in diminuzione, ma nel 2015 sono morti 6 bambini in incidenti (nessuno a Milano) con circa 2.000 feriti e per il 2020, come ha sottolineato l’ingegner Bruno Donno , responsabile del Centro regionale di governo e monitoraggio della sicurezza stradale in Lombardia, si vuole azzerare questa catena di decessi, obiettivo specifico del Piano nazionale della sicurezza stradale.
La colpa, quindi, sembra proprio essere l’inconsapevolezza di genitori o nonni che ritengono l’abitacolo dell’auto una protezione, senza rendersi conto che qualsiasi frenata, avvio o scontro genera una forza che su un bambino non allacciato può essere mortale. “Soltanto i seggiolini omologati – ha spiegato Nicolas Moeller, direttore commerciale dell’azienda tedesca Kiddy e ben sistemati possono garantire una protezione totale anche se l’abitacolo dell’auto viene schiacciato”. Infatti i seggiolini sono costituiti da un guscio imbottito che li avvolge, sotto, dietro e sui lati, spiega Arianna Carta, responsabile della società per l’Italia, impedendo il contatto con le pareti dell’abitacolo. I nostri seggiolini sono dotati di un cuscinetto per trattenere i movimenti del seggiolino verso l’avanti e realizzati con forme e materiali che distribuiscono sua ampie parti del corpo le sollecitazioni dovute alle accelerazioni del veicolo”.
Via libera, dunque, ai viaggi sicuri in auto con bambini sul car sharing. “Il nostro servizio - dice Nadia Sillano, managing director Italia di Ubeeqo – sostituisce in tutto e per tutto l’auto di proprietà, offrendo la possibilità di uscire dai confini comunali e di utilizzare il veicolo per una gita, anche in ambito familiare”. Le auto di Ubeeqo offrono i vantaggi del car sharing libero (parcheggi gratuiti e area C) ma hanno una postazione fissa. Quindi devono essere utilizzate, almeno per un’ora e riportate nel punto di raccolta, pagando soltanto il consumo. La richiesta di un’auto, per i diversi usi, deve essere fatta per telefono allo 02-89731989, almeno 24 ore prima, specificando l’età del bambino. L’utente, arrivato sul posto, non dovrà fare altro che fissare il seggiolino presente all’interno dell’auto e partire. Con il sistema ISOFIX, obbligatorio dal 2013 su tutte le auto nuove, viene garantito l’aggancio a scatto, in modo semplice e veloce. Comunque i seggiolini con sistema ISOFIX possono essere usati su tutte le auto, utilizzando le cinture di sicurezza dei passeggeri.

Edoardo Stucchi

 

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi