Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

fonte: La Stampa - Tecnologia
 

23 Febbraio 2017 - Giovedì, h. 23.57 (Italia), ultimo controllo alla posta elettronica prima di dormire: l’iPhone chiede di inserire nuovamente la password per Gmail. Appena fatto, arriva l’email firmata da Google: “Hai un nuovo dispositivo?”. No, nessun nuovo dispositivo: è stato, piuttosto, come essere sputati fuori dal proprio account Google senza un apparente motivo. Che poi, è esattamente quello che è successo a molti utenti negli Stati Uniti: loro però, erano possessori di Google Wifi o router OnHub, come hanno denunciato sui social network.

 

In riferimento ai numerosi casi che si sono verificati Oltreoceano Google ha prontamente risposto con un “no panic”: “Abbiamo ricevuto alcune segnalazioni da utenti improvvisamente espulsi dai propri account. Stiamo indagando, ma non preoccupatevi: non vi è alcuna indicazione che l’accaduto sia collegato ad eventuali minacce alla sicurezza degli account attraverso phishing o altro”. Al di là dell’inconveniente, è esattamente questa la paura più diffusa, vista la frequenza con cui si verificano violazioni nei servizi online (Yahoo, nel 2016, ha rivelato un violento attacco inerente qualche anno prima). 

 

Dopo i necessari controlli, Crystal Cee, Community Manager di Gmail, ha aggiornato il post sul forum di assistenza, informando tutti che si è trattato di un disguido legato a operazioni di “manutenzione ordinaria”. “Possiamo assicurare che la sicurezza del vostro account non è mai stata messa in pericolo dall’accaduto”, conferma, fornendo indicazioni sulla prassi da seguire.

Prima di tutto, le attività di accesso sono sempre verificabili attraverso la sezione Safety Center . Nello specifico poi, Cee ha avvisato che si può tornare ad accedere al proprio account con le stesse credenziali e, in caso si fossero dimenticate, seguire le procedure di recupero . Nonostante le garanzie dell’azienda, chi volesse togliersi ogni dubbio, può sempre decidere di cogliere la palla al balzo e rinnovare le password.

 

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi