Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Con la vitamina D e l’esposizione corretta al sole previeni la piorrea e l’osteoporosi
Un Istituto di ricerca internazionale e la Firmo promuovono una campagna per salvarsi le ossa e prevenire tante malattie croniche degenerative. Con un beneficio anche sulle malattie cardiovascolari e sui tumori.
 
E’ risaputo che la vitamina D è un ormone importante per il nostro organismo e non soltanto per la formazione e mantenimento della consistenza dell’osso, ma anche per la prevenzione di malattie cronico degenerative, del sistema cardiovascolare e dei tumori. Purtroppo è un ormone che agisce grazie all’esposizione al sole e poiché oggi ci proteggiamo dal sole per evitare ustioni e degenerazioni della pelle, la metà della popolazione oggi si trova in carenza di vitamina D. Uno degli aspetti più evidenti di questo deficit è l’osteoporosi che non riguarda soltanto le ossa dello scheletro, ma anche quelle mandibolari. E’ per questo che in occasione del prossimo congresso mondiale dell’osteoporosi che si terrà a Firenze dal 23 al 26 marzo, il network di cliniche odontoiatriche EDN-IMI in collaborazione con la Fondazione italiana sulla ricerca delle malattie dell’osso (FIRMO) lancerà una campagna di promozione che parte dalla Lombardia (già in questo mese di febbraio) per la prevenzione della parodontite (piorrea) e delle patologie dell’osso in genere (osteoporosi), offrendo una visita specialistica odontoiatrica a titolo gratuito e una densitometria ossea al costo di 19 euro. Il network odontoiatrico, infatti, ha scoperto che la condizione di osteopenia (pre-osteoporosi) accomuna frequentemente i pazienti che soffrono di parodontite e che questa è altrettante sovente associata a stati più o meno gravi di carenza di vitamina D.
La vitamina D è un ormone che svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo e nel mantenimento del tessuto osseo, oltre a favorire una corretta risposta immunitaria dell’organismo. Nella stagione invernale è allora ancora più importante tenere sotto controllo i valori di questa vitamina, poiché la quantità in circolo nel nostro organismo dipende essenzialmente dalla quantità di sole al quale siamo esposti. “La carenza di vitamina D, infatti – spiega Francesco Saverio Martelli, fondatore dell’Istituto di ricerca e formazione Microdentistry (IMI) di Firenze e della rete di cliniche Excellence dental network  (EDN) - può provocare difetti di mineralizzazione ossea con ripercussioni anche a livello delle ossa mascellari, favorendo l’insorgenza della malattia parodontale e accelerandone la sua evoluzione. Lo screening di tutti i pazienti effettuato con la densitometria ossea e la verifica dei livelli plasmatici di vitamina D, mette il dentista in condizione di eseguire una diagnosi precoce di rischio osteopatico anche in pazienti di giovane età, attivando una gestione del problema con molti anni di anticipo. L’integrazione di vitamina D e del calcio, oggi proposta dalla comunità scientifica internazionale, la correzione dietetica e degli stili di vita consentono non soltanto di migliorare i risultati delle prestazioni odontoiatriche, ma di iniziare anche molto precocemente la prevenzione dell’osteoporosi”.
L’osteoporosi ha anche una rilevanza economica che è determinata dal fatto che le fratture ossee sono una delle cause più comuni di disabilità, che maggiormente incidono sui costi sanitari dei paesi occidentali, in particolare nel caso delle fratture di femore. La diagnosi precoce di parodontite permette di ridurre sensibilmente la perdita di denti e, quando associata a quella precoce di rischio osteoporotico, può aiutare a ridurre la possibilità di fratture.
Visto che l’osteoporosi e la parodontite colpisco no indifferentemente uomini e donne vale la pena di approfittare della promozione di IMI-EDN, istituto scientifico internazionale di odontoiatria con studi in tutta Italia. Per informazioni sulla campagna in Lombardia telefonare allo 02.76280498, via Mauro Macchi 38, 20124 Milano.
Edoardo Stucchi

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi