Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Balagne, il giardino del Mediterraneo in Corsica

Da Calvi a Ile Rousse le spiagge più belle dell’isola collegate con un trenino

Se non avete ancora scelto dove andare in vacanza e non volete fare viaggi oltre il Mediterraneo, la Corsica è una meta ideale e ancora di più la regione della Balagne,regione a nord ovest della Corsica, giardino del Mediterraneo. Ci sono molti motivi per scegliere questa zona della Corsica, un’isola con più di 2000 specie vegetali in un parco che si estende per più di un terzo del territorio: cinque riserve naturali proteggono fauna e flora, uniche nel loro genere, per essere su di un’isola, base per tante escursioni di mare alle isole Cerbicale, santuario dei cormorani capelluti o alle isole Lavezzi, dove sono state catalogate 68 specie di pesci, alle isole Fineeocchiarola o a Scandola, prima riserva di Francia sia terrena sia marina e allo stagno di Biguglia in cui nidificano 127 specie di uccelli acquatici.

Acque cristalline, immense di sabbia fine, piccole calette deserte e scogliere selvagge popolate da aquile di mare: questa è la Corsica, con le sue diversità di paesaggi marini unica nel Mediterraneo. Mille chilometri di coste con un susseguirsi di luoghi meravigliosi per bagnarsi, pescare, tuffarsi o semplicemente passeggiare. Ma soprattutto, anche in piena estate non è difficile trovare la caletta tranquilla dove vi sentirete nello spirito di Robinson Crusoe, con una temperatura dell’acqua sempre mite anche nelle stagioni autunnali.

E se amate la montagna, adorerete ancora di più la Corsica, perché è l’isola più montagnosa di tutto il Mediterraneo, con più di cento vette che superano i 2000 metri, con paesaggi grandiosi e natura incontaminata. La montagna è il cuore della Corsica, una cornice nella quale sono state conservate le tradizioni e la sua identità. In questo spettacolo l’acqua è viva, fonti termali, cascate spettacolari, piscine naturali formano un caleidoscopio di colori in cui amerete immergervi per ritemprarvi.

In Corsica tutto è singolare e il suo patrimonio culturale la rende un’isola unica nel Mediterraneo. Ovunque passiate, troverete un ponte, una cappella, un monumento accanto a laboratori di artigianato e di tradizioni vive, come la gastronomia o le feste di paese per festeggiare ogni anno il suo santo patrono.

La montagna, insomma, è il cuore della Corsica, sia orograficamente sia culturalmente e il mare la sua cornice ideale, dove sono conservate le sue tradizioni e la sua identità. In questa natura generosa, l’acqua è viva ovunque: fonti termali, cascate spettacolari, piscine naturali nei fiumi dove potete bagnarvi e pescare, laghi di montagna che sembrano quelli delle nostre Alpi. Insomma, senza nulla togliere al valore artistico delle Dolomiti, la Corsica può definirsi come le Dolomiti del mare. Unicità anche nel patrimonio, fatto di cappelle, ponti, torri, monumenti che ricordano la cultura del territorio, fatta di artigianato e tradizioni che vivono e sopravvivono agli impulsi della modernità, dando al visitatore un segnale importante: la natura e l’uomo sono tutt’uno,

vivono in simbiosi e salvaguardando l’uno si salva anche l’altro. Per questo una vacanza in Corsica è un tuffo nella natura, nell’ambiente, nella società multietnica che vuole mantenere le sue abitudini e trasferirle agli altri esseri. Tutti ben accetti, anche gli amici a quattro zampe.

La Balagne - Fra le otto regione in cui è composta la Corsica ve ne consigliamo una, la Balagne, che racchiude in sé tutte le caratteristiche delle altre sette sorelle, con vantaggi e benefici che la rendono unica nell’isola. A piedi, in treno o sulle due ruote fra le spiagge più belle sulla costa che guarda la Liguria o escursioni in montagna fra laghi e fiumi balneabili. La regione nord ovest dell’isola è un tripudio di fiori e piante. Sempre più apprezzata dagli amanti della natura e delle vacanze sostenibili, soprattutto con i nuovi e comodi collegamenti dall’Italia. Ecco dieci motivi per scegliere la Balagne come meta per le vacanze o per un week end.

Qui le nuvole non stanno di casa, perché sono portate via dal vento che spira da sud-ovest, nord-ovest o nord a seconda che si tratti di scirocco, libeccio o maestrale, rendendo il cielo terso e più sopportabile il caldo dell’estate. Calvi e il suo territorio, che comprende anche la città di Ile Rousse, sono collegate con traghetti da Savona, da Livorno o da Nizza, alcuni dei quali fanno capo a Bastia, dalla quale la Balagne dista due ore circa. L’aeroporto di Calvi, invece, è l’approdo per chi viene da più lontano, da tutta la Francia e dall’Europa centro-settentrionale. Calvi è anche collegata con treno e bus da Bastia, porta d’ingresso alla grande isola da tutta Italia. La Balagne è una delle 8 regioni della Corsica e racchiude in un unico territorio le caratteristiche di tutte le altre: natura, mare, montagna e patrimonio artistico sono ben rappresentati.

Nessuna delle isole del Mediterraneo assomiglia alla Corsica e in nessun altro territorio europeo potete trovare, tutte insieme, le tipologie di paesaggi, coste, laghi, fiumi e mare che caratterizzano la Corsica e i suoi siti turistici. E se amate i toni più selvaggi di questi luoghi, senza dimenticare le possibilità di divertimento per tutti, grandi e piccini, la regione della Balagne, con Calvi e Ile Rousse, affacciate sul mare di fronte alla Liguria, fa al caso vostro. Eccovi i motivi per una vacanza a Calvi, capoluogo della Balagne, fra acque cristalline e riserve marine, il verde dei castagneti, il profumo della macchia mediterranea, la freschezza degli alpeggi estivi, i chilometri di sentieri di montagna fra i più belli al mondo. E come mettere insieme i più bei porti della Liguria, come Portofino e Santa Margherita, con dietro le Dolomiti, farciti di una cultura contadina che vi sa far apprezzare le bellezze naturali in un’atmosfera moderna. E’ per questo che nel suo porto, utilizzato dalle navi della Corsica Ferries per portare i turisti dall’Italia e dalla Francia, fanno tappa, almeno una volta nella stagione, le imbarcazioni più prestigiose di imprenditori italiani e stranieri. Qualche nome? La privacy dei Vip non ci consente di fare nomi, ma non si può nascondere che qui gli Agnelli hanno una tenuta e che il paesino di Lumio, arroccato sulla montagna di fronte a Calvi, ha dato i natali all’attrice Letizia Casta. Ma La Balagne non è soltanto un giardino fiorito. E’ soprannominata anche la “santa” per i molti edifici religiosi o “festante” per le centinaia di feste che colorano i suoi paesi

CALVI – E’ la cittadina più a nord ovest della Corsica, sferzata dal vento che rende il suo cielo sempre limpido, soprannominata il Giardino della Corsica per le sue colline fertili, le distese di fiori che la circondano e le pinete che degradano fin sulla spiaggia. L’immensa baia, con la sua spiaggia di 2 chilometri, la corona di montagne innevate fino a maggio-giugno, le mura della cittadella che si spingono fino a lambire il mare, il porto con la sua corona di ristoranti e servizi a mare, riserva uno spazio per l’asciugamano di tutti, con spazi riservati per chi ama la vita comoda. Ovunque voi risediate, in città o in pineta, potrete scendere al mare a piedi, trovare lo spazio più adatto per voi, i vostri bambini e perché no, anche per il vostro cane, sguazzare in acque limpide mai pericolose e guardare da lontano traghetti, yatch, velieri e motoslitte che sfrecciano a distanza di sicurezza. Fare il bagno sulla spiaggia di Calvi è come sentirsi protagonisti di un quadro. Da un lato il paese con le sue viuzze strette simili ai carrugi genovesi, sotto l’occhio vigile della cittadella, la fortezza che i calvesi avevano costruito per difendersi dagli attacchi degli incursori, affacciata sul porto che d’estate si riempie di piccole barche e super Yatch di magnati dell’imprenditoria mondiale. Dall’altra parte del golfo la collina di Lumio, un paesino abbarbicato sul pendio di una montagna che di sera si illumina come un presepe. Alle spalle una corona di montagne che dai 2500 metri degradano a picco sulla costa, con pendii sempre più morbidi a mano a mano che ci si avvicina alla spiaggia dopo una distesa di eucalipti. E voi al centro, a rimirare questo panorama che non ha uguali nel Mediterraneo. Un viale fiorito vi porta al centro della città, animata dal porticciolo e dai negozi di souvenir e dai ristoranti, che offrono menù per tutte le tasche. E da qui che partono le escursioni in barca verso le mete marine più affascinanti, dalla riserva di Scandola alla Girolata, raggiungibili soltanto con la barca o dopo una escursione di qualche ora a piedi. Il porto con le case color pastello affacciate sull’acqua e i condomini che sfrecciano dietro più alti nel cielo, ricordano i luoghi famosi della Costa Azzurra, ma sotto sotto si respira anche aria italiana, se si pensa alla conquista dei pisani e poi dei genovesi, che per invogliarsi la benevolenza dei calvesi avevano facilitato il popolo con meno tasse e avvio del commercio. Da qui l’epigrafe che troverete spesso sui muri delle case e dei monumenti“Civitas Calvi semper fidelis”. Ma il motto non è bastato a mantenere l’indipendenza e la cittadina è poi caduta nella mani del partito della Corsica indipendente, oggi, dunque francese. Oggi è anche sede dal 1962 della Legione Straniera e non vi sarà difficile incontrare i militari con la tipica divisa d’ordinanza beige e verde, la testa rasata, i caratteristici kefì a punta.

LE SPIAGGE - Ma uno degli aspetti più interessanti di Calvi è che la sua baia e le vicine spiagge fino a Ile Rousse sono collegate da un trenino che ogni ora, dalle 9 alle 19, vi porterà negli angoli più belli di questa parte della Corsica, indicati con nomi fantasiosi: dal Pain de sucre, alle spiagge di Lumio, dal porticciolo di Sant’Ambrogio, dall’acqua limpidissima, scelta come sede di un villaggio Mediterranee, alla vivacissima Algajola; dalla caraibica spiaggia di Giuncheddu a quella di Bodri, confinante con l’omonimo campeggio, fino a Ile Rousse. Ma in auto potete proseguire fino alla baia di Lozari, un arco di spiaggia e mare confinante con la pineta, per vivere il mare in piena natura. E se volete spingervi più oltre non trascurate la spiaggia di Ostriconi, un chilometro di dune, raggiungibile attraverso un sentiero scosceso, ma che vi ripagherà delle fatiche fatte. Da Calvi e Ile Rousse partono ogni giorno barche per visitare le spiagge caraibiche di Saleccia e Loto nel territorio della caratteristica St. Florence,

raggiungibili soltanto dal mare o con mezzi fuoristrada oppure, per gli appassionati, con molte ore di cammino.

La superba spiaggia di Calvi è il luogo ideale per grandi e piccini, perchè ognuno trova la sua dimensione di piacere. Le famiglie potranno serenamente stare appollaiate al sole mentre i bambini giovani con la sabbia accarezzati da leggere onde mai pericolose. Nel primo chilometro la spiaggia è gestita dai bar che affittano lettini e sdraio e che a mezzogiorno e sera si trasformano in eleganti ristoranti, alcuni dei quali offrono aperitivi al suon di musica. Al centro della baia il servizio di soccorso, in prossimità della spiaggia libera, molto frequentata e a mano a ano che ci si allontana dal porto si incontrano tratti di spiaggia lambiti dalla pineta, comodi per un riposo rilassante all’ombra degli alberi. Una passeggiata su una passerella in legno vi condurrà nel punto di spiaggia che preferite, animosa o tranquilla, per una passeggiata sugli alberi o per un giro in motoslitta. Nella parte finale della spiaggia si affaccia il C.O. un villaggio turistico fatto di capanne in legno ai bordi della spiaggia, primo segnale di vita dei villaggi Mediterranee, che hanno conquistato il mondo. La fine della spiaggia è delimitata dal canale in uso alla Legione Straniera per le esercitazioni in barca.in porfido rosso dell’isola della Pietra, poco a nord del paesino.

 

Ile Rousse – Il suo nome proviene dalle rocce rosse dell’isola di Pietra. Il suo clima è mite e niente è più piacevole di gironzolare all’ombra dei platani centenari della piazza Paoli o di giocare a petanche sulla Grande Place ornata di palme da datteri. Nell’entroterra di Ile Rousse una moltitudine di villaggi a balconata meta di escursioni in una natura luminosa. Ai piedi di Montegrosso, scoprite Calenzana circondata da ulivi, punto di partenza del famoso GR20, l’escursione in montagna famosa in tutto il mondo. Altre tappe sono i tre villaggi di Montegrosso, Lunghignano, e il suo mulino ad olio, Cassano e la sua piazza a forma di stella, Montemaggiore e il suo panorama sul golfo di Calvi. Sant’Antonino, nido d’aquila medievale perfettamente conservato, meta per cene romantiche con vista sul golfo di Algajola, Pigna, centro artigianale e Corbara, con la sua chiesa barocca dell’Annunciazione e il suo convento che serve da luoghi di ritiro e meditazione. Belgodere, appollaiato su uno sperone roccioso dal quale si sovrasta la Valle del Reginu, un sentiero escursionistico fino a Olmi Cappella, punteggiato da ponti e cappelle, in un fantastico paesaggio dolomitico. Più a nord la valle di Ostriconi, con il suo bel villaggio di lama dominato dal monte Astu e Pietralba, nel suo circo ricco di montagne.

IL VIAGGIO - Come raggiungere la Corsica e la Balagne? Quest'anno Corsica Ferries ha incrementato le frequenze con 30 traversate in traghetto al giorno in partenza da Piombino, Livorno, Savona, Nizza e Tolone verso Ajaccio, Bastia, Calvi e Ile Rousse. Dall’Italia la maggior parte delle navi gialle arrivano a Bastia, da dove potete raggiungere qualsiasi luogo dell’isola in un piacevole viaggio di 2 ore per la Balagne e il Sud della Corsica e 3 ore per la costa occidentale di Ajaccio. Ma potete anche arrivare a Calvi o a Ile Rousse direttamente da Nizza. Bastia è collegata anche da Portoferraio e Piombino. Per informazioni www.corsicaferries.com, oppure telefonate al numero

199400500: dalla Svizzera 0900 77 8898. E se volete informazioni andate su www.vivacorsica.com .Comodi anche i traghetti di Moby che partono da Genova e da Livorno per Bastia (www.moby.it) oppure affidatevi alla SNCM in partenza da Nizza e con ufficio a Milano in via Tagliamento 3, tel. 02.55231592.

 Redazione  RecSando - Edoardo Stucchi

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi