Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

School For Future: Intervista a Ilaria Mingazzini

Se la cultura è un costo, pensate l'ignoranza

La radio è sempre stata per me una grande fonte di ispirazione. Credo davvero che la radio sia, attualmente, lo strumento di apprendimento e di divulgazione allo stesso tempo più antico e più moderno che si possa considerare. A fine giornata adoro prendermi del tempo e ascoltare i podcast delle trasmissioni che più mi interessano e senza alcun dubbio Rai Radio 3 riveste in questo frangente un ruolo primario.

Ed è proprio così che Noi della redazione abbiamo deciso di metterci in contatto con Ilaria Mingazzini, studentessa in Faenza del Liceo Classico "Torricelli - Ballardini", dopo aver ascoltato un Suo bellissimo intervento in difesa del ritorno a scuola in presenza enunciato il 27 novembre scorso durante la Sua partecipazione alla trasmissione "Tutta la città ne parla", gradevolissima presenza quotidiana di Rai Radio 3 che ogni giorno cerca di approfondire temi di attualità coinvolgendo i protagonisti delle più importanti vicende cittadine che si dipanano nella società italiana.

Quello di Faenza è soltanto un'ulteriore propaggine del movimento ormai diffuso capillarmente su tutta la nostra penisola e identificato con il termine inglese School for Future ( termine che come si evince immediatamente è stato mutuato dai Fridays for Future dell'attivista svedese Greta Thunberg, movimento ecologista fondato il 20 agosto  2018 e attuato con manifestazioni regolari tenute davanti al Riksdag a Stoccolma con lo slogan Skolstrejk för klimatet ), altresì indicato in Italia attraverso 2 termini assai concisi che però rendono bene l'idea della finalità della lotta intrapresa, vale a dire NO DAD ( NO DIDATTICA A DISTANZA ). Sono state Anita e Lisa, 12 anni, davanti alla loro scuola, la media "Calvino" nel pieno centro di Torino, le prime ad aver lanciato questa forma di protesta, ma anche Ilaria, come del resto Anita e Lisa, di lei dice : "Non chiamatemi Greta, voglio solo tornare a scuola." Semplice no ?



Leggi tutto...

Log in to comment

Grazie John Lennon per il tuo messaggio di pace. 40 anni fa moriva assassinato.



L’8 Dicembre di 40 anni fa veniva assassinato John Lennon. Non era solo un membro dei Beatles.
È stato un cantautore, polistrumentista, paroliere, attivista, attore cinematografico e regista britannico.
Il suo attivismo politico, le sue prese di posizione contro la guerra non gli reso la vita facile. Il governo Nixon e l’FBI iniziarono una massiccia campagna di discredito nei suoi confronti, negando il permesso di soggiorno negli Stati Uniti d’America. Solo dopo varie battaglie legali, ottenne la Green Card che gli permise nel 1975 di risiedere liberamente nel suolo statunitense.
La sua canzone sicuramente più nota è IMAGINE, pubblicata nel 1971, un periodo storico segnato dal conflitto in Vietnam, dalla guerra fredda e da molti altri tragici scontri nel mondo.

Imagine è un inno alla pace e alla fratellanza tra tutti gli esseri umani, invitati ad abbassare l’ascia di guerra e diventare un tutt’uno

Leggi tutto...

Log in to comment

La regina italiana delle nevi si prepara al Natale senza sci

La regina italiana delle nevi si prepara al Natale senza sci

Con l’apertura dell’hotel Della Posta Cortina rivive l’epoca di Heminguay, con week end fra sigari e rhum, ma anche smart working per fronteggiare la pandemia.

 

L’hotel della Posta, storico hotel della conca ampezzana, l’hotel caro a Heminguay, tanto che la sua camera è ancora lì, apre le porte agli ospiti in attesa di tempi migliori, con alcune novità: Smart working in hotel, la VilleVenete Lounge con la pasticceria di Alberto Ferrini e un nuovo menù al Posticino ideato dallo chef Michele Nobile. Appuntamenti in sicurezza con Brand Story Exhibition, rassegna che si potrà ammirare en plein air attraverso moderni display, e il weekend “Speciale Cigar Room”, per gli appassionati del binomio sigari e rum, nel solco di Hemingway.

Leggi tutto...

Log in to comment

Fotografo di Guerra in Siria viene ferito dalla polizia durante la protesta di Parigi

Fotografo di guerra in Siria "ferito dalla polizia" durante la protesta di Parigi

Il gruppo stampa afferma che il pluripremiato fotoreporter Ameer Alhalbi è fuggito dalla Siria per rifugiarsi dalla violenza

Gli incendi bruciano a Parigi durante una manifestazione contro una legge sulla sicurezza globale che proibisce la distribuzione di foto della polizia in determinate circostanze.
Gli incendi bruciano a Parigi durante una manifestazione contro una legge sulla sicurezza globale che proibisce la distribuzione di foto della polizia in determinate circostanze. Fotografia: Anadolu Agency / Getty Images

Un gruppo per la libertà di stampa ha denunciato l'infortunio "inaccettabile" di un pluripremiato fotoreporter siriano durante una protesta a Parigi contro la brutalità della polizia.

Ameer Alhalbi, un fotografo freelance che ha lavorato per Polka Magazine e AFP, stava coprendo le manifestazioni contro la violenza della polizia e la nuova legge del governo che limita la condivisione di immagini di agenti durante il fine settimana in cui è stato ferito.

Le foto mostrano che il viso di Alhalbi appare contuso con gran parte della testa coperta di bende.

Christophe Deloire, segretario generale di Reporter senza frontiere, ha twittato che il 24enne era stato ferito a Place de la Bastille da “un bastone della polizia” e ha condannato le violenze.

“Ameer è venuto dalla Siria in Francia per rifugiarsi, come molti altri giornalisti siriani. La terra dei diritti umani non dovrebbe minacciarli, ma proteggerli ”, ha detto in un secondo tweet.

Deloire ha anche notato che Alhalbi era stato chiaramente identificato come giornalista.

Dimitri Beck, direttore della fotografia per Polka, ha detto che Alhalbi aveva subito un naso rotto e una fronte ferita ed era stato portato in ospedale.

Alhalbi ha vinto diversi premi internazionali, incluso il secondo premio nella categoria spot news per il World Press Photo nel 2017, principalmente per la sua copertura del conflitto siriano nella sua città natale di Aleppo per AFP.

Migliaia di persone in tutta la Francia si sono riunite a sostegno della libertà di stampa dopo che il film della polizia che picchia un produttore di musica nera ha alimentato la rabbia per un progetto di legge che è visto come un freno al diritto dei giornalisti di riferire sulla brutalità della polizia.

A Parigi, i manifestanti hanno appiccato il fuoco agli arredi urbani e si sono scontrati con la polizia mentre cercavano di bloccare l'accesso ad alcune strade. A Lille, Rennes, Strasburgo e altre migliaia di città hanno protestato contro il progetto di legge.

Jean Castex, il primo ministro, ha annunciato che una commissione indipendente esaminerà e riscriverà il controverso articolo del progetto di legge.




fonte: The Guardian
Redazione N>O>I - Network Organizzazione Innovazione - STAFF-FC

 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Donne in prima linea nella ricerca

Un’italiana fra le 100 donne più influenti al mondo. E’ Adriana Albini, della Multimedica. Una donna che può guidarci nell’affrontare la pandemia di Covid 19. Scienziata, madre, sportiva in corsa fra le 20 finaliste del Magazine D. In copertina nel numero del 12 dicembre 2020.

La prof.ssa Adriana Albini, Responsabile del Laboratorio di Biologia Vascolare e Angiogenesi dell’IRCCS MultiMedica e Direttore Scientifico della Fondazione MultiMedica Onlus, è stata inserita dalla BBC nell’elenco delle “100 donne più influenti al mondo nel 2020”, coloro che stanno guidando il cambiamento in questo anno sconvolto dalla pandemia di Covid-19.

Leggi tutto...

Log in to comment

VisitRimini, il primo passo per attivare la Rete dei Greeters

I luoghi del cuore a Rimini.

Al via la nuova campagna di comunicazione di VisitRimini. Il primo passo per attivare la rete dei Greeters, viaggiatori che nei loro spostamenti cercano tradizioni e cultura di un popolo. 



 

Conosci Rimini, i suoi luoghi caratteristici, la sua cultura, il suo popolo. Allora scrivilo e fai un video. Così ti aggiungerai a chi, maestro di yoga, una bambina, un musicista, un pescatore, che sono alcuni dei protagonisti della nuova campagna promossa da VisitRimini e dedicata ai luoghi del cuore della città balneare romagnola. Un racconto di condivisione dell’esperienza di bellezza e serenità che consente di raggiungere tutti i fan della città.  Il progetto consiste nella pubblicazione sui canali social di VisitRimini, di un primo set di sei video, nei quali i protagonisti raccontano il loro luogo preferito di Rimini.

Leggi tutto...

Log in to comment

Star bene mangiando e cucinando

Star bene mangiando e cucinando

Dall’esperienza di un medico milanese, un libro di ricette per una dieta-sacrificio di 15 giorni che poi diventerà la dieta abituale. Con la collaborazione di uno chef, troverete  i cibi antinfiammazione e anti stress ossidativo.

In questi tempi di isolamento per la minaccia del coronavirs, che cosa c’è di meglio che pensare alla propria salute, visto che per Covid 19 si è in attesa del vaccino? Come? La risposta è semplice: se per due sole settimane, più un mantenimento della dieta per due giorni a settimana, mangerete i piatti suggeriti, o quelli di vostra creazione realizzati solo con i cibi elencati all’interno del libro, “Buono e bene a volte avviene”, (Nuova Ipsa editore) con vostro stupore vi accorgerete che qualcosa in voi sta cambiando, in meglio. Vi sentirete più lucidi, i dolori o i generici fastidi articolari e addominali si calmeranno. Anche gli esami ematochimici mostreranno cambiamenti favorevoli, senza interferenze con eventuali terapie farmacologiche. Inoltre, presto sarete in grado di identificare quei cibi che ritenevate irrinunciabili, ma che, allo stesso tempo, erano una delle cause dei vostri disturbi.
Noi siamo certi dei miglioramenti che potrete ottenere, e perciò a tutti voi, che state leggendo queste poche righe, auguriamo un salutare e gustoso Buon Appetito!

Leggi tutto...

Log in to comment

Festa dell'Albero 2020, Legambiente: la resilienza delle città passa da una grande infrastruttura verde

Valorizzare il patrimonio forestale in Lombardia per uscire dalla crisi climatica e pandemica



Legambiente Lombardia:
“Una grande infrastruttura verde per rendere resilienti le città lombarde”

Una Festa dell’Albero davvero particolare quella che si presenta in questo 2020, anno cruciale per le sfide legate al raggiungimento degli obiettivi decennali sulla conservazione della natura. Vietate le iniziative pubbliche a causa del confinamento e con le scuole in difficoltà, Legambiente non rinuncia ad un evento che da più di 30 anni valorizza il patrimonio forestale urbano e la biodiversità.
La Festa dell’Albero 2020 rappresenta un’occasione per fermarsi e riflettere su quali siano gli investimenti più urgenti per la nostra regione, a maggior ragione in un momento particolarmente critico come quello attuale che però offre anche l’opportunità di intraprendere un cambiamento di rotta grazie all’arrivo dei finanziamenti europei collegati al Recovery Fund (o Next Generation EU).

Leggi tutto...

Log in to comment

A Parma si pedala di gusto

A Parma si pedala di gusto

Vince la campagna tra gusto e due ruote la capitale della cultura 2020; al secondo posto Francavilla con il progetto “Adotta una bici” e al terzo posto la Bicipolitana di Pesaro. Menzione speciale di Intesa San Paolo al comune di Cosenza.

Con una campagna imponente e accattivante il Comune di Parma ha vinto Urban Award, premio per la mobilità sostenibile. I nomi dei vincitori della quarta edizione sono stati proclamati mercoledì 18 novembre 2020 in occasione della XXXVII Assemblea Nazionale AnciSecondo e terzo premio a Francavilla Fontana (Br) e Pesaro, mentre la menzione speciale Intesa Sanpaolo è stata assegnata a Cosenza. Al Comune vincitore un parco bici composto da circa 30 mezzi, offerto dalle aziende associate ad ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, di Confindustria. Le biciclette e i premi verranno consegnati ai Comuni vincitori nel corso di una cerimonia ufficiale, che si terrà appena le condizioni lo renderanno possibile.

Leggi tutto...

Log in to comment

Nuovo impianto a Cortina

Da Cortina con gli sci ai piedi verso il giro del Sella

 

di Edoardo Stucchi

 

Cortina non si ferma e guarda avanti: per la stagione 2021 la nuova funivia, che collegherà le Tofane alle 5 Torri, lunga 4,5 chilometri e realizzata da Leitner ropeways, sarà pronta per i Mondiali 2021. Il sindaco Ghedina: «Impianto atteso da anni, ci aiuta a pensare alla necessità di reagire».

 I Mondiali di sci – Cortina non interrompe il suo cammino di avvicinamento ai Mondiali del febbraio 2021. E così in un’Italia pressoché paralizzata dall’emergenza sanitaria e con un preoccupante panorama economico, le notizie che arrivano da Cortina costituiscono uno spiraglio di sole. Nei giorni scorsi infatti la Provincia di Belluno, nell’ambito del piano degli interventi infrastrutturali messi in campo dal Governo italiano in vista dell’evento iridato del 2021, ha proceduto all’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione della cabinovia «Son dei Prade –Bai de Dones». Un nuovo collegamento funiviario, che di fatto unirà i comprensori sciistici delle Tofane con quello delle Cinque Torri e che porterà la firma di Leitner ropeways. L’azienda altoatesina solo pochi mesi fa aveva ultimato i lavori di realizzazione della nuova cabinovia Cortina-Col Druscie, che aveva sostituito la prima sezione della storica funivia «Freccia nel cielo». Per Leitner, che assieme a Prinoth (battipista) e Demaclenko (innevamento programmato) è partner tecnico della Fondazione Cortina 2021, una nuova importante opportunità per riaffermare la propria tecnologia in quella che è l’indiscussa Regina delle Dolomiti.

Leggi tutto...

Log in to comment

Pronto il kit per fare la differenza fra Coronavirus e altri agenti infettanti

Covid e influenza. In attesa del vaccino contro Sars-CoV-2 è pronto il kit per fare la differenza fra Coronavirus e altri agenti infettanti.

Lo produce l’azienda milanese Clonit che lo metterà in circolazione a giorni. Basta un prelievo oro- faringeo e con un’unica provetta si svela l’identità dell’infezione. Ce ne parla il biologo milanese Carlo Roccio.
 

L’epidemia di Coronavirus ci ha ormai abituato a notizie sensazionali sulla salute, ma spesso molte di queste notizie riempiono le pagine dei giornali lasciando sconcerto nel lettore. Ultima notizia il vaccino contro il Coronavirus che un’azienda farmaceutica americana, collegata a una ditta tedesca, starebbe per immettere sul mercato. Ma come risponde la nostra Sanità a questa pandemia?  Ne parliamo con il dottor Carlo Roccio, una preziosa risorsa italiana, studioso di altre epidemie e riconosciuto a livello internazionale.  A lui, indiscusso esperto, rivolgiamo le domande che tutti ci poniamo cercando risposte attendibili. 

Leggi tutto...

Log in to comment

Carlo Ratti: Da NEXTSanDo alle città digitali

Il legame di RecSando / NOI con il Prof.  Carlo Ratti nasce da lontano, vale a dire da almeno un lustro, quando, verso la fine del 2015, erano in nuce i primi contatti con lo stesso per portarlo a San Donato Milanese per la serata del 16 aprile 2016, quando ha avuto luogo quel meraviglioso evento che è stato NEXTSANDO, un concentrato di buone pratiche e futuro visionario ma allo stesso tempo concreto che riteniamo a buon diritto non sia stato ancora superato da incontri successivi avvenuti sin qui.
 
Le parole del Prof. Ratti, come al solito, volano alte e ci indicano un orizzonte forse ancora lontano ma altamente possibile e auspicabile. Leggere le sue indicazioni è davvero come possedere una torcia nel buio. Ci prospetta nuovi scenari che sono appena fuori dalla soglia di casa nostra e che potranno essere tanto più plausibili quanto più crederemo con tutte le nostre forze che non solo un futuro diverso è possibile, ma realizzabile se, affinchè ciò prenda forma, uniremo alla tecnologia sempre più fluida e digitale una passione e un calore che solo l'uomo può mettere in campo. Crederci insomma. E, nemmeno a dirlo, NOI ci crediamo. E Voi ?
Seguiteci, collaborate con NOI e Insieme arriveremo prima alla meta !






1 ) Siamo davanti all'alba di una nuova era, nella quale un vecchio modello di sviluppo può e deve essere accantonato, se non addirittura cestinato. Questo spegnimento / confinamento coatto per difenderci dal CoronaVirus, può a buon ragione sintetizzarsi nell'espressione: salvarsi cambiando

 

Non credo che i cambiamenti siano tagli netti tra modelli vecchi e nuovi, piuttosto parlerei di transizioni: da sempre le nostre città sono in trasformazione. In generale, inoltre, le nostre città non mutano facilmente nel loro impianto, ma sono permeabili a trasformazioni che riguardano il modo di abitarle: potremmo dire che può cambiare più facilmente il software del l’hardware.

Leggi tutto...

Log in to comment