Ieri sera, mercoledì 31 luglio, durante il Consiglio Comunale di Peschiera Borromeo si è consumato il pessimo epilogo della vicenda che ha coinvolto il Sindaco di Peschiera Borromeo Caterina Molinari e la Polizia locale, relativamente alla critica apparsa sui social da parte di una cittadina, “invitata” poi dal comandante dei vigili a cancellare e a inviare lettera di scuse al primo cittadino .

A seguito delle dichiarazioni apparse sui giornali locali e nazionali, ci aspettavamo dei chiarimenti da parte del Sindaco, ma invece abbiamo ricevuto solo vaghe dichiarazioni di circostanza e nessuna riflessionecritica su come è stata gestita l’intera vicenda e soprattutto nessuna assunzione di responsabilità daparte del primo cittadino della nostra città.

Anzi, tutte le responsabilità sono state scaricate sul comandante della polizia locale che, a quanto pare, avrebbe fatto tutto di sua iniziativa e dalle “dichiarazioni di fede” da parte dei consiglieri di maggioranza si addossa tutta la colpa di questo “putiferio” ai giornali locali e nazionali e alla perfidia dell'opposizione
Noi , insieme alle altre forze di opposizione, abbiamo pacatamente rilevato tutte le contraddizioni insite nella comunicazione fatta dal Sindaco, e con esse anche il verificarsi di una rottura del rapporto di fiducia istituzionale da parte della città che rimane sempre più sconcertata dalla vicenda.

Dulcis in fundo, la Presidente del Consiglio, che anostro avviso dopo tre anni di consiliatura non ha ancora ben capito il regolamento sullo svolgimento del Consiglio Comunale applicandolo quindi come meglio lepare, contingenta i tempi della discussione - forse perché ritiene che troppo tempo per discutere faccia male - non concedendo così diritto di intervento all’opposizione sulla seconda comunicazione - intervento concesso solo al Sindaco derogando quindi al regolamento stesso e contraddicendo la sua iniziale decisione di non far intervenire nessuno in quanto i tempi delle comunicazioni già terminati.

Che dire, ieri sera abbiamo assistito ad un serata sconfortante, un Sindaco e la sua maggioranza in una evidente crisi di nervi, una Presidente del Consiglio che non svolge in modo corretto il suo ruolo di tutela e garanzia anche delle “voci delle opposizioni” e un danno grave inferto alla polizia locale il cui comandante è dato in pasto a responsabilità dubbie.

Riteniamo che nella nostra città sia in atto una crisi istituzionale vera e seria, ci siamo assunti, insieme alle altre forze di opposizione, la responsabilità di chiedere un chiarimento dell’intera vicenda al Sindaco e alla sua maggioranza, e questo a nostro avviso non c’è stato.

Ecco perché crediamo che le dimissioni del Sindaco richieste da parte di tutta l’opposizione rimangano quanto mai valide e opportune per ridare dignità all’Istituzione Comunale e alla Polizia Locale.

Continueremo a svolgere il nostro ruolo di vigilanza e ci opporremo sempre di fronte a questi comportamenti “anomali” che nulla hanno a che fare con l’effettiva volontà di creare un rapporto di dialogo con i cittadini e che limitano il diritto di critica dello stesso.
Sappiamo che ci attenderanno passaggi difficili e complicati e chiediamo a tutti i cittadini che insieme a noi assistono all'immobilismo di questa Amministrazioneincapace di scelte coraggiose e assunzione di responsabilità, di vigilare affinché i loro dirittinon siano calpestati.

Circolo PD “Moro Berlinguer” Peschiera Borromeo 1 agosto 2019
Log in to comment