Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Nel primo caso un’auto si è capovolta dopo un tamponamento, nel secondo il responsabile di un tamponamento a catena è fuggito.

Paullese

Paullese Il semaforo di Conterico, nei cui pressi si è capovolta un'auto

Due incidenti, entrambi verificatisi nella giornata di martedì 2 settembre, hanno ulteriormente appesantito il traffico lungo la provinciale Paullese, quotidianamente già molto intenso.
Il primo sinistro è avvenuto attorno alle 7:00 del mattino a Paullo, nei pressi del semaforo di Conterico, dove, forse a causa di una manovra azzardata, si sono scontrate tre auto.
Una delle vetture coinvolte, una Ford C-Max, dopo l’impatto si è addirittura capovolta. A fare le spese dello scontro sono stati tutti e tre gli occupanti delle auto, due uomini di 23 e 41 anni e una donna di 25, trasportati in condizioni non gravi all’ospedale Predabissi di Vizzolo.
A seguito dell’accaduto, la polizia locale paullese ha deviato il traffico verso il centro abitato di Paullo, per l’occasione mantenendo disattivata la Ztl.
Solo poche ore dopo, l’ex S.S. 415 è stata teatro di un secondo incidente, questa volta all’altezza del territorio di Peschiera.
In questo caso, un pirata della strada ha provocato il tamponamento a catena di 4 autovetture ferme al semaforo.
Dopo l’impatto, l’ignoto automobilista ha fatto dietrofront, facendo perdere rapidamente le proprie tracce.
La prontezza di una delle persone coinvolte, una 50enne di San Donato, ha poi permesso di far emergere un retroscena piuttosto sospetto. La donna, infatti, dopo aver annotato il numero di targa del fuggitivo, si è recata presso la sua assicurazione, dove è emerso come la targa appartenesse a una vettura demolita anni prima.
Il fatto è stato quindi comunicato ai carabinieri di San Donato, che ipotizzano che la targa fosse stata clonata.
Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi