Quest’anno, a causa dell’emergenza COVID 19, la famosa rassegna del noir d’autore, MAGGIO IN GIALLO, promossa e curata dall’Associazione Culturale Il Picchio di San Giuliano Milanese ha subito uno slittamento temporale, da maggio, appunto, a ottobre, con il titolo AUTUNNO IN GIALLO. Nonostante le difficoltà tecniche e organizzative (mascherine, distanziamento sociale ecc.) il Presidente dell’Associazione, Gino Marchitelli è riuscito a creare le condizioni per poter svolgere al meglio questo evento, che ormai da qualche anno costituisce un appuntamento obbligato per gli appassionati di noir,  e non solo. Un grande evento culturale (e di cultura ne abbiamo proprio tanto bisogno), che in pochi giorni è riuscito a condensare, come sempre, il meglio della produzione noir (o giallistica, come preferite) italiana, presentando 19 autori, intervistati da 17 presentatori. La rassegna è ancora in corso e si concluderà sabato 10 ottobre, con una non stop dalle 16 alle 22, presso la Sala Previato del Municipio di San Giuliano Milanese.


Una particolarità, rispetto agli anni passati, è stata la cosiddetta “tappa di Pantigliate”, che si è svolta domenica 4 ottobre, ospite Valerio Varesi, giornalista di Repubblica e famoso autore di noir e di altri generi letterari.
Ma di questa giornata parleremo in un altro articolo.

Tra gli appuntamenti fissi della rassegna “Maggio in Giallo”, da qualche anno ci sono le cene con gli autori. Noi abbiamo partecipato a quella che si è tenuta il 2 ottobre presso la Trattoria Primavera di San Giuliano Milanese.
Ospiti della serata, gli autori Fabrizio Borgio e Paola Varalli, presentati dal “collega” Giorgio Maimone.

La serata si è svolta in un’atmosfera di convivialità e simpatia. Gli autori, incalzati dall’ineffabile Giorgio Maimone, tra una portata e l’altra, hanno presentato i loro romanzi, “La Ballata del Re di Pietra” di Fabrizio Borgio e “L’antiquario del Garegnano” di Paola Varalli (dei quali peraltro abbiamo già parlato in due articoli in questa rubrica) e conversato non solo sul romanzo noir, ma in generale sulla scrittura, soprattutto sul suo aspetto più “intimo” e personale.

Fabrizio Borgio, piemontese, scrittore e personaggio estremamente eclettico, ci ha raccontato un po’ le origini della sua scrittura, partendo dalla fantascienza, divorata nell’adolescenza, per poi passare all’horror (che spesso con la fantascienza ha un forte legame) e infine approdare ai romanzi noir.  In seguito, parlando del protagonista dei suoi romanzi più recenti, l’investigatore privato Giorgio Martinengo, l’autore ha sottolineato il suo carattere empatico ed empirico: Martinengo indaga con metodo, riflette a lungo e profondamente su quanto accade intorno a lui e osserva il comportamento degli altri protagonisti della storia con attenzione, per poi trarre le debite conclusioni. Il tutto, inserito in un paesaggio incantevole e, lo si percepisce leggendo il romanzo, profondamente amato sia dal protagonista del romanzo, sia dal suo autore. Il re di Pietra, il Monviso, protagonista indiscusso di questo romanzo, che troneggia su tutto e tutti.

Di tutt’altro genere lo stile e la scrittura di Paola Varalli, milanese, che narra le vicende, a volte quasi tragicomiche, delle due “squinzie”, protagoniste dei due romanzi finora pubblicati dall’autrice, le investigatrici “per caso”, Anita Valli e Mirella Bonetti. E la capacità di Paola di conciliare l’esuberanza e l’allegria delle due protagoniste con la vicenda narrata nel romanzo – si tratta pur sempre di un omicidio, anzi di due – è ciò che caratterizza il suo stile…e non è cosa da poco. Il linguaggio, a volte volutamente gergale, è molto importante nell’economia del romanzo ed è “complementare “alla descrizione e al comportamento dei protagonisti.

Tra i due autori, Giorgio Maimone, bravissimo intervistatore che ha saputo mettere in luce sia i tratti comuni, sia le differenze, anche caratteriali, di Fabrizio e Paola, tra una battuta arguta e una domanda seria (o semi-seria).

Insomma, una serata piacevolissima, nonostante il tempo pessimo e il COVID, piena di spunti interessanti. Ancora una volta, la formula della cena con l’autore si è rivelata vincente.

Il prossimo appuntamento con la Rassegna è sabato 10 ottobre, per la giornata conclusiva, che si terrà dalle 16 alle 22 in Sala Previato, a San Giuliano Milanese, con prenotazione obbligatoria, a causa dell’emergenza COVID 19. (Gino Marchitelli – 3452395442 oppure Libropoli – 338723792). In questa giornata, potrete assistere alle interviste di altri grandi autori noir italiani ed acquistare i libri.

Non mancate!

 

Piera Scudeletti

Circolo 6x4

Log in to comment