CS SGMIn occasione della “Giornata Internazionale della Donna”, l'Amministrazione Comunale organizza una serie di iniziative a ingresso libero dedicate all'arte al femminile, espressa in alcune delle sue forme tra cui la musica, il teatro, la narrativa e la pittura. Venerdì 8 marzo, alle ore 21 a SpazioCultura (piazza della Vittoria 2), segnaliamo “Donne nell'Oblìo”, reading di letture e musiche dedicate a figure femminili protagoniste di storie vissute; domenica 10 alle ore 16, inaugurazione della mostra: “Nel baule dei Ricordi”: esposizione di documenti e oggetti antichi sempre legati al mondo femminile (la mostra rimarrà aperta presso la Sala Esposizioni di SpazioCultura fino al 24 marzo).

Si prosegue il 24 marzo con la premiazione del concorso “Essenzialmente Io”, che ha visto protagonisti racconti di vita al femminile (ore 16 in Sala Previato a SpazioCultura), mentre domenica 7 aprile, un'altra mostra chiuderà il ricco programma di quest'anno: si tratta di “Sono a dipingere le Nuvole” ed è il ricordo di una illustre e poliedrica artista sangiulianese, Alessandra Rossetti, scomparsa lo scorso 26 agosto (dalle ore 16 a SpazioCultura). “Anche quest'anno - commenta il Sindaco, Marco Segala - abbiamo allestito un programma ricco e variegato, con diverse iniziative legate da un preciso filo conduttore: il vissuto delle donne raccontato ed espresso attraverso il linguaggio universale dell'arte in generale. Ci sono infatti tanti modi per parlare di e delle donne: con le parole accompagnate dalla musica, con il valore affettivo e simbolico di oggetti che ci portano indietro con il tempo nei ricordi della vita, con le storie che saranno premiate nell'ambito del concorso “Essenzialmente Io” e quando ammiriamo i lavori che la nostra concittadina, Alessandra Rossetti, ci ha lasciato a testimonianza del suo amore per San Giuliano e del suo enorme talento. Ritengo quindi che la cultura e la conoscenza siano tra gli strumenti più importanti affinchè possa essere stimolato nella società un dibattito serio e costruttivo su questo tema, privo di implicazioni ideologiche. E' necessario pertanto avere uno sguardo oggettivo su quello che già oggi le donne rappresentano nei diversi ambiti della vita e naturalmente intervenire laddove ci siano sperequazioni, trattamenti diversi o peggio discriminazioni. Ma, più in generale, occorre sempre e in ogni situazione valorizzare capacità e talento che, secondo la mia opinione, non possono né devono avere “genere”.

Log in to comment