Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

fotocopertinaCentinaia di persone hanno dato questa mattina l'ultimo saluto a Salvatore Vadalà  "il benzinaio buono".
 Alle 10 in piazza della Vittoria, già tantissimi erano in attesa del feretro, tutti con gli occhi lucidi. Gli sguardi desolati dei familiari, degli amici, di tanti conoscenti. Tantissimi ex clienti del suo distributore di benzina. Negli anni 70 in Piazza italia, successivamentein via Cervi all'8. Tanti si fermavano anche solo per un saluto o una chiacchierata. A tanti ha fatto tanto bene.
Il compito di dargli i saluti in  una gremitissima sala Previato è stato dato a Daniele Castelgrande, amico dall'adolescenza del figlio.  I ricordi sono tanti, era una persona buona e gentile. Difficile andare avanti per la voce rotta dall'emozione. E poi il saluto di un figlio al padre andato via così, troppo presto. I ringraziamenti a tutti i cittadini che in questi giorni hanno fatto sentire la loro vicinanza.  "Andate a salutarlo anche al cimitero, gli farà piacere".
Un ricordo su tanti altri : la visione di un film insieme, il Postino con Massimo Troisi. Salvatore pensava di ridere molto visto che c'era Troisi nel cast, ma così non fu. Da quel film  (che racconta l'amicizia tra un postino  e il famoso scrittore cileno) però restò una certa ammirazione per Pablo Neruda, personaggio principale nel film  impersonato da Philippe Noiret. E l'elogio funebre finisce con una sua poesia sulla morte di una persona;
Amore mio, se muoio e tu non muori, Pablo Neruda
 
Amore mio, se muoio e tu non muori, amore mio, se muori e io non muoio,
non concediamo ulteriore spazio al dolore:non c’è immensità che valga quanto abbiamo  vissuto. Polvere nel frumento, sabbia tra le sabbie, il tempo, l’acqua errante, il vento vago, ci  ha trasportato come grano navigante. Avremmo potuto non incontrarci nel tempo.
Questa prateria in cui ci siamo trovati, oh piccolo infinito! la rendiamo. Ma questo amore, amore, non è finito, e così come non ebbe nascita,non ha morte, è come un lungo fiume, cambia solo di terra e labbra.
 
Arrivederci Salvatore, anche lassù ci sarà bisogno di carburante!
 
Angela
 
Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi