Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SGMCon la Delibera n°226 del 30 luglio u.s. la sezione regionale della Corte dei Conti ha reso note le motivazioni alla base dell'approvazione, senza alcuna prescrizione, del Piano di riequilibrio pluriennale predisposto dal Comune.
La corte evidenzia come “..nell'arco temporale intercorrente tra il momento dell'adozione del Piano di riequilibrio e l'esame istruttorio condotto dalla competente Commissione del Ministero dell'Interno, la situazione finanziaria del Comune è ulteriormente migliorata (anche a seguito della fisiologia attuazione...delle misure previste dal Piano medesimo, prima fra tutte il pagamento di parte dei debiti fuori bilancio....)”. La sezione poi “..ritiene che il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale presentato dal Comune risulti congruo rispetto alle esigenze di finanziamento della massa passiva” ma “non esprime alcuna valutazione in ordine alla scelta di destinare risorse al soccorso finanziario della società Genia spa, sottoposta a procedura fallimentare, finalizzate alla riacquisizione, al patrimonio comunale, di beni immobili a suo tempo conferiti a quest'ultima”.
Questo il commento del Sindaco, Marco Segala: ”Siamo molto soddisfatti della piena approvazione del nostro documento da parte della Corte dei Conti che certifica, senza alcuna prescrizione, la validità dei contenuti e delle misure di risanamento proposte dalla nostra Amministrazione. In effetti, sono stati due anni di intenso lavoro ed è importante che i risultati conseguiti siano stati riconosciuti anche dai magistrati contabili: riteniamo che questo sia un passo avanti decisivo sulla strada del risanamento dei conti che naturalmente continueremo a perseguire con fermezza.
Su Genia, la Corte non si pronuncia sulla proposta di concordato per il riacquisto del patrimonio e invita il Comune a valutarne la complessiva incidenza finanziaria tenuto conto dei costi di manutenzione e messa a norma degli immobili. Pur comprendendo dal punto di vista prettamente economico-finanziario il significato di questo monito, continueremo ad essere coerenti con gli impegni presi in campagna elettorale e rispettosi del voto unanime con cui il Consiglio Comunale ha approvato il concordato: faremo quindi il possibile per restituire ai sangiulianesi tutti i beni che appartenevano alla nostra comunità.
Le motivazioni espresse dalla Corte ci danno ulteriori motivazioni nel proseguire sulla strada che abbiamo tracciato e che comincia a dare i suoi frutti; per questo permettetemi di ringraziare innanzitutto l'Assessore al Bilancio, Mario Grioni, e tutti i colleghi di Giunta, i gruppi consiliari di maggioranza - Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia - per il supporto e il sostegno leale manifestato in questi due anni di grande lavoro e anche i gruppi di opposizione che esercitano in modo altrettanto leale il loro ruolo di controllo rispetto all'operato di chi governa”.

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi