Cascina Carlotta è stato il simbolo delle lotte contro lo stravolgimento del territorio, per preservare la sua integrità, per affermare il diritto ad uno sviluppo sostenibile.

Oggi quel patrimonio rischia di essere sperduto e smembrato perché altre impellenze urgono.



Quelle stanze arredate con gli oggetti di uso quotidiano di un mondo trascorso della civiltà contadina devono essere liberate!
Quel patrimonio nato dalla passione che Luisa Carminati ha trasmesso alla figlia Elisabetta Viganò deve essere riconosciuto come bene comune e diventare un bene pubblico, custodito per le generazioni future.
L'incontro pubblico in Sala Previato è il 28 febbraio alle ore 16.


Redazione RecSando - Paolo Rausa



Log in to comment