Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

La Giunta ha rinnovato la convenzione per la gestione delle domande relative all'erogazione del Bonus sociale energia elettrica e gas.
Per il 2014 sono stati inoltre confermati gli importi dello scorso anno relativamente a varie voci: imposta comunale sulla pubblicità, pubbliche affissioni, canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche.
“Abbiamo adottato provvedimenti differenti, ma con un obiettivo in comune: favorire le famiglie.
Una delibera approvata pochi giorni fa riguarda la conferma del servizio che consente agli interessati di seguire la corretta procedura per richiedere il bonus elettrico, con un tangibile risparmio per l'anno in corso”, ha commentato il Vice Sindaco Gennaro Piraina con deleghe al Bilancio e Riduzione della Pressione Fiscale.
Una convenzione tra il Comune e la società Sicil (Servizi integrati Cisl Lombardia) conferma anche per quest'anno la gestione da parte di quest'ultima delle domande relative al bonus elettrico. Si tratta di una agevolazione sulla bolletta della luce prevista dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG), rivolto alle famiglie in condizione di disagio economico o fisico. Lo sconto può arrivare fino al 20% ed è stato aumentato nel 2013.
“Per quanto concerne le tariffe, non ci saranno aumenti: a fronte di trasferimenti statali sempre più ridotti la nostra scelta è stata quella di mantenere i valori in vigore nel 2013.
E' un segnale ben preciso: la crisi economica ha penalizzato chi gestisce una attività commerciale, serve quindi una politica di alleggerimento”, ha sottolineato Piraina, che aggiunge: “l'orientamento generale dell'Amministrazione Comunale è quello di contenere, e se possibile, ridurre la spesa. Siamo consapevoli che è un lavoro lungo e dispendioso: sarebbe più facile agire sulle leve dell'imposizione, ma noi vogliamo andare esattamente nella direzione opposta. Le famiglie hanno già pagato un duro prezzo a causa della congiuntura economica: di fatto, negli ultimi tempi sono state una sorta di ammortizzatore sociale. Le valutazioni in corso circa la definizione della Tasi terranno conto di questi aspetti”.
Come previsto da due delibere approvate recentemente, non ci saranno rincari a proposito di: imposta comunale sulla pubblicità, pubbliche affissioni, canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche.

Allegati:

Tariffe Cosap
 

Tariffe imposta Pubblictà

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi