Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

PIANO INDUSTRIALE PER NUOVO APPALTO IGIENE URBANA

CS SGM Dopo l'approvazione delle Linee guida nel marzo 2019, la Giunta Comunale il 25 luglio scorso ha approvato il piano industriale per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani ed igiene urbana, in previsione della scadenza dell'attuale appalto il 31.1.2020 e dell'indizione della gara d'appalto.
Il Piano Industriale nel recepire le Linee Guida della Giunta Comunale, riporta alcuni contenuti chiave, tra cui l' obiettivo minimo del raggiungimento del 70% di raccolta differenziata fin dal primo anno del nuovo appalto e il vincolo dell'aumento di un punto percentuale di raccolta differenziata per ogni anno dell'appalto, per giungere al 75% alla fine del 5° anno. Inoltre, in caso di mancato raggiungimento dell'obiettivo minimo del 70% nel primo anno e dell'aumento di un punto percentuale ogni anno successivo, la proposta è quella che gli eventuali maggiori oneri di smaltimento vengono in parte accollati al gestore unico, così come sono previste delle premialità in caso di superamento degli obiettivi minimi per i minori oneri di smaltimento sostenuti.

Leggi tutto...

Log in to comment

Oggi, domani, per sempre, NOI balliamo per Daniele Lillo Vazorni



Daniele, educatore, impegnato in tantissime attività sociali, ci ha lasciato. Tantissimi al suo funerale, veramente tanti a ricordarlo, in questo triste giorno di un caldissimo Luglio.
Con Lillo e con tutti i ragazzi e le ragazze di Etorotopia, noi di RecSando e di Bicipolitana Network abbiamo iniziato una collaborazione con l'obiettivo di aggregare e diffondere cultura.
Tante le iniziative fatte insieme, tantissime le occasioni che ci sono state per incontralo, ascoltarlo, conoscerlo.
Certamente non era un eroinomane, non siamo solo noi a sostenere questa tesi, tutti quelli che lo hanno conosciuto possono affermare senza ombra di dubbio che Lillo era pieno di vita, di energia, di voglia di fare. Un comportamento in anitesi con chi fa uso di droghe pesanti.
Se qualcuno volesse frettolosamente chiudere il caso, scriverebbe che Lillo è morto di overdose.
Chi lo ha visto senza vita, nel boschetto della droga, in quel posto infame e schifoso dove non c'è volonta politica per ripulirlo dagli spacciatori, ha visto uno strano Daniele, percosso, pieno di lividi con una siringa appoggiata a lui vicino, sul terreno.

Oggi non è stato un addio, siamo solo all'inzio di un percorso che grazie al sacrificio di Lillo, dovrà portare a soluzioni concrete che diano dignità a quel luogo e mettano la parola fine a chi , senza scrupoli ammazza in nome del business.
Durante la celebrazione, Simona La Monica, per tutti la Zia Simo, la compagna di Daniele ha voluto donarci, direi interpretarci con grande maestria, una poesia scritta da Lillo.

POESIA

Mi piacciono le virgole non i punti.
Non mi piacciono le parentesi, le parentesi hanno il brutto vizio di rinchiudere.
Le virgolette mi piacciono, le virgolette vogliono sempre spiegare.
Non mi piacciono i punti, li uso il meno possibile.
Se sono costretto però prediligo il punto a capo.
Questo particolare tipo di punto aiuta a ripartire
Se sono costretto uso il punto a capo.
Oggi è un giorno da punto.
Un giorno triste, un giorno che segna la fine di una frase o ancor peggio di un periodo.
Oggi è un giorno da punto a capo.
Un giorno triste ma che vuole ripartire.
Ed allora riparto, riparto da subito.
Il punto non torna indietro, non lascia spazio all'interpretazione, non è una virgola che si prende una pausa.
È un punto, lui non lascia niente in sospeso.
Non mi piacciono le parentesi, preferisco le virgolette.
Ma oggi è un giorno triste, non c'è ormai più nulla da spiegare.
Oggi è un giorno da parentesi, un giorno da parentesi graffe, le parentesi graffe in matematica contengono tutte le altre parentesi, le usi quando non resta più nulla da contenere.
E allora punto.
Punto a capo.
Parentesi tonda, quadra, graffa.
Stasera si va a ballare.
di Daniele Lillo Vazorni
 


A noi, non solo a noi, ne siamo sicuri, ha colpito nel profondo questa poesia, ma siamo sicuri che in egual misura ognuno di noi è rimasto colpito dalla predica del diacono Roberto Buzzi che riportiamo in forma integrale.
Ringraziamo Roberto Buzzi per la grandissima testimonianza, per essere riuscito con le sue parole a raccontare chi era veramente Daniele.
Lo ringraziamo per averci concesso di pubblicare qui su RecSandio in forma integrale le sue parole, siamo sicuri che possano essere di aiuto e utili a tutti coloro che, in nome di Lillo, vorranno "lottare" affinchè la sua morte non sia stata inutile, e non lo sarà.

PRIMA LETTURA
Prima lettera di san Paolo apostolo ai cristiani di Corinzio (1Cor 15, 20-26)
 
VANGELO
Lettura del Vangelo secondo Matteo (Mt 11, 25-30)
 
Voglio ringraziarvi di essere qui, in tanti, oggi, per questa Liturgia di saluto a Daniele.
Voglio ringraziarvi, perché la sofferenza davanti a questa assurda morte è tanta ed è meglio che in molti se ne porti il peso in modo che nessuno ne resti schiacciato.
Ogni parola che possiamo pronunciare in queste occasioni sembra inutile, e forse lo è realmente.
Forse sarebbe meglio restare in silenzio, magari in pianto e con un profondo dolore nel cuore.
Questo è ciò che umanamente ci viene spontaneo, se di spontaneità si può parlare in questi momenti.
Però tutto si ridurrebbe lì, in un pianto e in un dolore, più o meno lungo, più o meno carico di intensità.
Invece direi di fare riaffiorare i bei ricordi che molti tra noi hanno di Daniele.
La settimana scorsa la mia amica Giulia Cerboni, giornalista del Cittadino di Lodi, che ringrazio pubblicamente per gli articoli scritti su Daniele in questi giorni alla ricerca della verità su questa morte. Quando, dicevo, mi ha telefonato per chiedermi se il giovane trovato morto al boschetto di Rogoredo fosse il Daniele che le avevo presentato tempo fa per farle conoscere i progetti a cui lavorava, tra cui il murales sotto le case popolari, ma anche il progetto degli orti e la collaborazione con Caritas e altre associazioni per la distribuzione dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose della città, subito ho risposto che non poteva essere lui. semplicemente perché, pur conoscendo Daniele da solo un anno e mezzo, l’ho subito apprezzato per la sua esuberanza, il suo entusiasmo, la sua voglia di vivere, la sua voglia di spendersi per gli altri.
Una persona così non usa sostanze stupefacenti, lo so bene perché ho lavorato 16 anni in una comunità terapeutica.
Poi però la telefonata a Sergio mi ha confermato che quel Daniele era proprio lui, ma questo non ha cambiato la mia opinione.
Daniele non era un drogato, a prescindere da quali saranno i risultati delle indagini della polizia.
Probabilmente si è trovato nel posto sbagliato, nel momento sbagliato, con le persone sbagliate.
Ma non è questo che voglio ricordare.
No! Voglio ricordare il sorriso a 32 denti che Daniele mi donava ogni volta che lo incontravo… del suo lavoro come operatore sociale con i bambini… con i disabili… con chiunque che in qualche modo gli esternasse un problema, un disagio.
Lui c’era! E per questo ci mancherà.

Permettetemi però, a questo punto, visto anche il luogo in cui ci troviamo, di spendere qualche parola sulle letture bibliche che abbiamo ascoltato.
So che molti di coloro che sono qui oggi, non sono credenti, ma, se lo volete, vi prego di ascoltare ugualmente ciò che dirò.
La lettera di San Paolo è un testo frequente nella celebrazione dei funerali perché parla della promessa di resurrezione che Gesù ha fatto, a tutti.
E’ uno dei temi fondanti la fede cristiana su cui teologi e personaggi molto più bravi di me hanno scritto fior di trattati, sia per sostenere che per negare questo tema. Quindi non mi addentro di più anche perché ci vorrebbe davvero tanto tempo per parlarne a fondo, voglio però sottolineare almeno l’ultima frase, il versetto 26 “L'ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte.”
Su questo punto tutti i teologi sono concordi nel dire che qui non si parla solo della morte fisica ma anche della morte spirituale e quindi della sconfitta del peccato, del male, non certo della condanna del peccatore, perché Gesù è venuto per la salvezza di tutti.
Vorrei però concentrarmi di più sul contenuto del Vangelo.
Qual è la logica di questo mondo, la logica dominante?
Riuscire… Vincere… Competere… Esaltare… Apparire… Produrre… Consumare...
Assecondando un'inclinazione interiore dell'essere umano, siamo portati, anzi oserei dire accompagnati e spinti, a lottare tutta la vita per riuscire: nello sport, a scuola, in ufficio, in politica.
Intorno a noi tutto sussurra "devi riuscire, puoi farcela, DEVI FARCELA!", e così cominciamo a celebrare ed esaltare le persone vincenti, magari con una punta di invidia.
Ci commuoviamo vedendo un figlio delle favelas brasiliane diventare un campione del mondo, dimenticando però gli altri 14 milioni di niños che in Brasile saranno sempre e solo carne da macello per la delinquenza.
Creiamo incomprensibili indici che dovrebbero misurare il nostro benessere e la nostra produttività, dimenticando che essa si fonda in gran parte sull'ingiustizia e sulla povertà altrui.
In questo brano invece troviamo una delle notizie più originali e sconcertanti del Vangelo perché ci fa scoprire che il modo di ragionare di Dio è completamente all’opposto.
Dio decisamente non vuole che vinca il migliore, anzi: ha vinto lui per tutti.
Dio però non livella verso il basso in nome di un falso buonismo le nostre aspirazioni.
Solamente sa che ognuno è prezioso, pezzo unico, capolavoro, fuoriserie e non dobbiamo ingannarci credendo di dover dimostrare di valere, sbattendoci tutta la vita a conseguire risultati sempre più elevati.
Certo che i luoghi comuni, il sentire comune racconta le solite filastrocche: "È sempre stato così... Vince il più forte… È l'istinto… Prevale la selezione naturale del migliore…".
Invece Dio dice l'ultima Parola, ed è Parola di pace, Parola che sostiene gli sconfitti, i dimenticati della storia, gli esclusi dalle decisioni dei vari G8 o G20.
Ingannato dalle sue stesse deliranti certezze, l'uomo contemporaneo crede davvero di essere il dominatore dell'universo e subisce questo stile di vita senza neppure interrogarsi sulla validità di tali scelte.
Ma Dio - che ci conosce - dice altro, dice l'esatto contrario.
L'unico davvero riuscito, il perfetto, il vero dominatore dell'Universo, sorride di queste nostre infantili paranoie, e ci chiede di vivere nello Spirito, non nella carne, di entrare nella logica altra, quella di Dio, quella dell'interiorità, dove i risultati si misurano nell'amore, non nei punti percentuali di guadagno di un'azienda…
Ma cosa centra tutto questo con Daniele?
Centra! Eccome! Perché lui è uno di quelli che questa logica divina l’ha abbracciata, poco importa se poi non andava a messa e non si confessava.
Importa invece che in queste cose ci credeva e le viveva.
Certo la preghiera è un valore aggiunto che, per noi credenti, è importante e sostiene la nostra fede e la nostra vita.
Ma Dio non ha bisogno di queste cose, piuttosto siamo noi uomini che possiamo essere aiutati dalla preghiera! Ma questa, da sola, non serve a nulla! Anzi può diventare pericolosa, perché ci può portare a credere che visto che preghiamo allora non serve altro, allora siamo a posto.
Ma la preghiera fine a sé stessa è inutile se non è accompagnata dall’amore per l’altro, dall’attenzione a chi è in difficoltà, vicino di casa, povero, malato, zingaro o profugo che dir si voglia.
Io credo, anzi sono convinto, che Daniele in questo momento è già tra le amorose braccia di Dio assieme a tutti i giusti della terra, perché anche lui ha messo in pratica le parole di Gesù del versetto 28 “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro”…
Un ultimo appunto e un invito rivolto soprattutto ai cristiani presenti.
Per noi cristiani la morte fisica è il passaggio tra la vita terrena e la vita eterna, perché è un ricongiungersi con Dio, fonte della vita.
Non è quindi un riposo eterno, così sarebbe una noia eterna.
È qualcosa di dinamico, di vitale, di gioioso.
Invito quindi, chi vuole, a recitare con me, per Daniele, la preghiera che normalmente siamo abituati a recitare per i defunti, ma in una versione corretta e riveduta dove in sostituzione della parola riposo usiamo invece la parola gioia, secondo me più rispondente alla realtà divina.
L’eterna gioia dona a Daniele o Signore e splenda a lui la gioia perpetua. Gioisca in eterno. Amen

di Roberto Buzzi

 

==========
La grande energia, l'applauso di tutti i presenti, e il grido Lillooooooooo hanno segnato l'inizio di un nuovo viaggio, per far luce, per non dimenticare, per costruire.
Redazione RecSando - Fabrizio Cremonesi


Fotografia di Luigi Sarzi Amadè
Fotografie di amici



 
Log in to comment

Cambiamenti in atto nelle parrocchie sangiulianesi.

 Cambiamenti in atto nelle parrocchie sangiulianesi

Ci vorrà sicuramente un po' di  tempo affinché i sangiulianesi si abituino a far parte di una  "Comunità Pastorale".
Si chiamerà "San Paolo VI",  nome deciso dalla giunta cittadina composta da elementi dei consigli pastorali delle sette  parrocchie, per ricordare il Papa lombardo Giovanni Battista Montini,

Leggi tutto...

Log in to comment

Uno spazio agli islamici al cimitero di Monticello

Uno degli ordini del giorno di giovedì 4 luglio al Consiglio Comunale di San Donato Milanese, era una mozione con la richiesta di uno spazio del cimitero di Monticello per la sepoltura dei defunti  musulmani,  che in vita erano residenti in città, rispettando il dettame della religione islamica che vuole che la testa  sia rivolta verso La Mecca (sud-est).  Per ora, vista l'attuale concessione cimiteriale, i posti a loro destinati  saranno venticinque..

Leggi tutto...

Log in to comment

PDF: Contributo delle associazioni al nuovo PGT di San Giuliano Milanese

Il 19 giugno 2019 alcuni rappresentanti delle associazioni, WWF, Italia Nostra, Ass. Culturale Amici di Carlotta ,hanno deciso di accogliere l’invito dell’Amministrazione a partecipare a Rocca Brivio ai tavoli di lavoro tematici per la costruzione della variante al PGT di San Giuliano Milanese.

Al secondo tavolo “Sostenibilità e valorizzazione delle risorse naturali”  si sino ritrovate a discutere sui temi della tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale, naturale, paesaggistico e storico, sul delicato rapporto tra spazio aperto e costruito, nonché delle differenti fragilità ambientali che necessitano particolare attenzione e delle politiche dedicate a implementare la capacità della città all’adattamento ai cambiamenti climatici.

I temi erano molti e il tempo limitato e abbiamo dovuto interrompere la discussione al tavolo con l’invito da parte delle moderatrici ad inviare successivamente il nostro contributo.

Le associazioni, avendo affinità di vedute, hanno deciso di ritrovarsi e fare un documento comune. Ne è nata una discussione costruttiva che ha prodotto un documento abbastanza corposo che volentieri offriamo all’Amministrazione e alla Città.

Leggi tutto...

Log in to comment

Trasporto pubblico locale: arriva il nuovo sistema tariffario integrato

CS SGM Il prossimo 15 luglio entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell’Area Milanese (SITAM); questo cambiamento coinvolge inizialmente 213 Comuni e oltre 4 milioni di abitanti della Città Metropolitana Milano e della Provincia di Monza e della Brianza.

Il Sistema considera come centro di riferimento la città di Milano a partire dalla quale il territorio circostante è stato suddiviso in “corone concentriche”, che rappresentano ciascuna una zona tariffaria (ogni Comune è assegnato interamente e unicamente a una corona tariffaria). Le tariffe sono definite in base al numero di corone attraversate nello spostamento. Ogni corona è identificata da un codice progressivo (da MI1 a MI9, a partire da Milano) e da un colore*. Con un unico biglietto o un abbonamento si acquista quindi una zona - formata da 2 o più corone contigue - all’interno della quale è possibile circolare liberamente, per il periodo di validità del titolo, su qualsiasi mezzo pubblico (bus, tram, metro e treno).

Leggi tutto...

Log in to comment

continua la battaglia dell'Ente per il rientro del patrimonio conferito a Genia

IL COMUNE SI OPPONE AI PROVVEDIMENTI DEL TRIBUNALE: continua la “battaglia” dell'Ente per il rientro del patrimonio conferito a Genia

San Giuliano Milanese, 3 luglio 2019 - Il Comune di San Giuliano Milanese non si arrende e ricorre al Tribunale Fallimentare in opposizione alla pronuncia del Giudice Delegato che, lo scorso 14 giugno, ha dichiarato inammissibili le quattro proposte di concordato presentate dall'Amministrazione relative ai fallimenti di Genia S.p.A. e delle società collegate. Nella Delibera approvata dalla Giunta, infatti, vengono esplicitate alcune criticità quali: “..l'intepretazione data dal Giudice al parere del comitato dei creditori e la carenza di “mediazione...per favorire l'incontro delle parti in un'ottica di confronto dialettico costruttivo” in virtù dello “..scenario conseguente all'inammissibilità del concordato”, ovvero un patrimonio immobiliare abbandonato a se stesso e non facilmente collocabile sul mercato.

Leggi tutto...

Log in to comment

ASD San Luigi - Un saluto e ... arrivederci alla prossima stagione

La prima stagione della squadra femminile Asd San Luigi categoria allieve a 7 è terminata.
Bilancio più che positivo  : secondo posto al campionato invernale e semifinale al torneo primaverile.
Ha partecipato a questa bella avventura un gruppo di 15 ragazze circa.
Ora siamo fermi per le vacanze estive.

Ci riaggiorneremo ai primi di settembre per cercare di coinvolgere altre ragazze in modo da ripetere un buon campionato
Un grazie di cuore a tutte le atlete, allenatori, genitori  e in particolare alla società Asd San Luigi che ci ha ospitato con tanta passione  
 

Redazione RecSando  - SERGIO COSENTINO


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Approvata la valorizzazione dell'area destinata alla realizzazione di una residenza sanitaria per anziani

CS SGMNella seduta di mercoledì 26 giugno, il Consiglio Comunale, con i voti della maggioranza, ha approvato l'aggiornamento del Piano delle Alieniazioni e Valorizzazione dei beni e degli immobili comunali con l'inserimento dell'area situata in via Gorky, compresa tra la Caserma dei Carabinieri e la via Brigate Partigiane tra i beni da alienare: tale area, nelle intenzioni dell'Amministrazione Comunale, è ora destinata alla realizzazione di una Residenza Sanitaria per anziani (RSA) e, al fine di procedere con la stesura del bando per la sua alienazione, è già stata effettuata una perizia che ne ha stabilito l'attuale valore di mercato.

Questo il commento del Sindaco, Marco Segala: ”Quello che abbiamo approvato in Consiglio, è solo il primo passo di un iter che vogliamo portare a compimento per dotare anche San Giuliano di una struttura per l'assistenza di persone non autosufficienti. E' un punto qualificante del programma con cui mi sono presentato alle scorse elezioni comunali e ritengo che tenere fede agli impegni assunti in campagna elettorale sia l'unico modo concreto per mantenere alta l'attenzione alle esigenze sociali e di servizi sul territorio per i cittadini che quotidianamente si sobbarcano l'onere di provvedere ai propri familiari in stato di necessità, con tutte le difficoltà che ne conseguono.

Leggi tutto...

Log in to comment

Il Comune approva la rimodulazione del piano di riequilibrio

CS SGMNella seduta di ieri sera, il Consiglio Comunale ha approvato con i voti dei favorevoli dei Gruppi Consiliari di Maggioranza – Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia - la proposta di rimodulazione del Piano di Riequilibrio Finanziario pluriennale volta alla chiusura nell’anno in corso della procedura di predissesto, e quindi anticipata rispetto a quanto previsto originariamente per il 2023.

Ora la parola passa alla Sezione Regionale di controllo della Corte dei Conti che si esprimerà sulla volontà dell'Ente di anticipare la chiusura del Piano in virtù del buon andamento della gestione economicofinanziaria complessiva, e ne valuterà la congruenza ai fini del raggiungimento degli obiettivi stabiliti nel suddetto. Questo il commento del Sindaco, Marco Segala e dell’Assessore al Bilancio Mario Grioni: ”Ieri sera si è tenuto un importantissimo Consiglio Comunale per il futuro della nostra Città: finalmente, il percorso di risanamento dei conti pubblici dell’Amministrazione consente di chiudere un'altra partita finanziaria complessa.

Leggi tutto...

Log in to comment

Inammissibilità proposte concordato Genia

CS SGMIl Tribunale di Lodi ha dichiarato inammissibili le proposte presentate dal Comune di San Giuliano Milanese, approvate all'unanimità dal Consiglio Comunale. Le modifiche presentate lo scorso marzo non sono state sufficienti a convincere i creditori: seppur ritenuti soddisfacenti l'importo offerto e le modalità di pagamento, la clausola con cui il Comune richiedeva ai creditori di non avere più nulla a pretendere dopo l'omologa del concordato (cosiddetta “manleva”) ha causato la bocciatura delle proposte.
Questo il commento del Sindaco, Marco Segala: ”La clausola in questione, suggerita dai Revisori dei Conti e da tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, era stata posta esclusivamente a garanzia del nostro Ente. Non appena ricevuto il provvedimento del giudice, ho provveduto a trasmetterlo ai Consiglieri Comunali, invitando i Capigruppo a partecipare ad un incontro a margine della seduta del Consiglio prevista per domani, 26 giugno. In quella sede, valuteremo le azioni da intraprendere per rispondere al pronunciamento del Tribunale. L'obiettivo dell'Amministrazione rimane quello di perseguire il bene comune, che non può che coniugarsi con il recupero complessivo di tutto il patrimonio immobiliare; naturalmente, non possiamo non tenere conto di quanto espresso dal Curatore fallimentare e dal Comitato dei Creditori.

Leggi tutto...

Log in to comment

San Giuliano saluta affettuosamente un concittadino esemplare: Fortunato Negri


Fortunato NegriNato nel cuore storico della città di Melegnano nel 1936 da papà falegname/mobiliere e mamma casalinga, Fortunato  trascorse la prima infanzia frequentando l'oratorio, ma nel primo dopoguerra,  dopo le scuole e poco più che ragazzino, era già al lavoro incaricato di pulire le biciclette al negozio moto-cicli ora Raineri  a Melegnano. Più tardi  iniziava a lavorare come addetto in una tipografia di Melegnano:  faceva il tipografo quando i macchinari per la stampa avevano i caratteri mobili in metallo!

Leggi tutto...

Log in to comment