Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

AL MATTEI: UNA BOCCATA D’OSSIGENO PER IL LAGHETTO

CS SDM
Giovedì iniziano i lavori al Centro sportivo per l’installazione di un sistema di filtraggio e ossigenazione delle acque con l’obiettivo di ridurre i consumi ed elevare il decoro
PIÙ sostenibile, più accogliente per i suoi ospiti, più gradevole alla vista. Punterà a realizzare questi tre obiettivi l’intervento che nei prossimi giorni interesserà il laghetto del Parco Mattei, già oggetto negli scorsi mesi della sistemazione delle staccionate. Da giovedì, infatti, sarà avviata l’installazione di un impianto di filtraggio e ossigenazione delle acque delle due vasche posizionate nel cuore del centro sportivo al fine di evitare il formarsi di residuo algale.

Leggi tutto...

Log in to comment

Sì, Prolunghiamo la Gialla!

Cari concittadini,

il progetto del prolungamento della metro è fondamentale per il territorio del sud est Milano. Consentirebbe di contrastare il traffico sulla Paullese, migliorando veramente la qualità dell’aria e risolvendo anche in parte il problema del traffico di attraversamento a San Donato. Il prolungamento migliorerebbe la mobilità del sud est Milano e creerebbe maggiori opportunità nella nostra città.

Regione Lombardia è pronta a stanziare parte dei fondi necessari per allungare fino al Lodigiano la linea gialla della metropolitana. Il valore di stima è di 900 milioni, di cui il 60 per cento dovrà essere messo dallo Stato e allora palazzo Lombardia contribuirà per la parte di competenza degli enti locali pari al 40 per cento.

Crediamo in questo progetto perchè crediamo in una mobilità diversa da quella che ha in mente il centrosinistra, che invece spinge per il BRT (Bus Rapid Transit) e a San Donato mette le strisce blu per mezza città.

Per questo presenteremo anche a livello locale, in ogni Comune interessato dal prolungamento della gialla, un ordine del giorno per sollecitare i comuni ancora inadempienti a fornire la documentazione richiesta da Milano e a quelli che non lo hanno ancora fatto, a stanziare le risorse necessarie allo studio di fattibilità.

Matteo Gazzola


 

Log in to comment

Inviato: 04/03/2020 18:49 da Giorgio Soave #4659
Avatar di Giorgio Soave
D'accordissimo. Risolverebbe anche il problema dell'accesso al Policlinico.
Ma alla fine a chi tocca decidere in merito ?
Inviato: 12/02/2020 08:31 da Pietro Sammartino #4657
Avatar di Pietro Sammartino
ottima idea.Speriamo che venga condivisa quanto prima possibile.

UN’OASI DIDATTICA IN MEZZO ALLA NATURA

CS SDMAl via i lavori per trasformare gli spazi dell’ex canile lungo il Lambro in un luogo dove apprendere i segreti della flora e fauna del nostro territorio

TRECENTO metri di nuove staccionate, varchi per il passaggio degli animali, gabbie trasformate in aule. Dalla prossima settimana prenderanno il via i lavori per la riqualificazione degli spazi dell’ex canile di via Gela e dell’area lungo le sponde del Lambro. L’obiettivo è trasformare le strutture ormai abbandonate in un’oasi didattica in mezzo alla natura dove, grazie alla collaborazione con le associazioni cittadine, si potranno apprendere i segreti della flora e fauna del nostro territorio.

Gli interventi in programma – per una spesa totale di circa 100mila euro e una durata quantificata in un mese di lavoro – prevedono l’integrazione della staccionata in legno che costeggia le sponde del fiume a completamento dei tratti già esistenti con l’obiettivo di migliorare il livello di sicurezza di chi in futuro visiterà l’area. In particolare, le nuove recinzioni saranno posate in prossimità del boschetto degli aceri e dei punti di osservazione degli ippocastani e dell’area umida, per una lunghezza complessiva di 340 metri lineari. S’interverrà anche sulla recinzione dell’ex canile con la sostituzione dei cancelli carrai e pedonali. Sulla stessa saranno creati anche varchi ad hoc per consentire il libero e agevole passaggio degli animali che popolano l’area. L’ultima parte dei lavori, infine, riguarderà gli spazi del canile che ospitavano le gabbie. Sulle tre aree esistenti (ciascuna lunga 15 metri e larga 5) verranno posate nuove pavimentazioni e installate tre tettoie per la creazione di altrettante aule (con cattedra e posti a sedere) immerse nella natura.

Leggi tutto...

Log in to comment

Evitiamo che nuovo asfalto distrugga il Parco della Campagnetta ed il Parco delle Abbazie

Il Comitato “Giù le mani dalla Campagnetta” sta inviando una lettera aperta agli amministratori del territorio (in allegato) per chiedere l’ impegno di ciascuno affinché il Parco delle Abbazie non venga vanificato dai progetti urbanistici in discussione (Variante del PGT di San Giuliano), con cui si prevedono nuove strade connesse ai progetti di costruzioni nella zona industriale di Civesio.
Il Parco della Campagnetta rappresenta una componente essenziale di questo percorso, il cui valore naturalistico, storico e paesaggistico è stato riconosciuto nelle valutazioni ed analisi provinciali e regionali. Non è pensabile spezzare il Parco con nuovo asfalto e traffico, mentre è tempo di rendere concreto il percorso ciclopedonale che unisca finalmente in un corridoio verde le Abbazie ed i nostri territori.


Allegato: lettera aperta agli amministratori pubblici di San Donato e San Giuliano

Log in to comment

Ventisette idee per la Pieve del futuro

CS SDMA scegliere la migliore, una Commissione tecnica presieduta del professor Balducci. Con lui, rappresentanti degli Ordini degli Archetti e Ingegneri e di Confcommercio
 
VENTISETTE idee per il futuro di piazza della Pieve. Il concorso di idee lanciato dall’Amministrazione – in collaborazione con l’Ordine degli Architetti. Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano – per ridisegnare l’ambito urbano adiacente la chiesa dedicata al patrono cittadino ha coinvolto molti professionisti che hanno presentato la propria proposta progettuale. Tra queste sarà scelta quella che sarà materialmente realizzata per rivitalizzare la piazza che, tra le sue funzioni future, ospiterà il mercato settimanale del venerdì.

Leggi tutto...

Log in to comment

Il Comune è un cliente virtuoso

CS SDMNell’anno appena concluso l’Ente ha pagato il 99,8% delle fatture ricevute, con un anticipo medio di 3 giorni sulla scadenza
 
SOLO 7 su un totale di 3.896. Sono le fatture non pagate da parte dell’Ente nel corso del 2019. Con una percentuale di pagamenti che si è assestata al 99,8% dei documenti di fatturazione relativi al debito commerciale, il Comune si è confermato ancora una volta un cliente virtuoso. Percentuale pressoché identica riguarda il conto restato “in sospeso”. Su un totale di 18.359.04,33 euro, ne sono rimasti da pagare solo 117.885,61. Di fatto, dunque, il 99,4% di quanto esposto in fattura da parte dei creditori è stato regolarmente pagato. Ed è stato pagato entro la scadenza. In base alla Piattaforma dei Crediti Commerciali – strumento del MEF che certifica e traccia le operazioni sui crediti di somme dovute dalla PA per appalti, forniture, somministrazioni e prestazioni professionali – il Comune di San Donato ha pagato, in media, con un anticipo di 3 giorni sulla scadenza.

Leggi tutto...

Log in to comment

UK BREXIT: un addio o un arrivederci?

Molti britannici oggi festeggiano finalmente l’uscita o il divorzio del Regno Unito (UK) dall’Unione europea (Ue). E’ giusto cosi’ visto che in democrazia vince la maggioranza e la sua volonta’ deve sempre essere rispettata.

Da domani inizia il periodo di transizione che dovrebbe completarsi il 31 dicembre 2020.

D’altronde i britannici si sono sempre sentiti diversi dai continentali europei. Hanno mantenuto le loro unita’ di misura (galloni al posto di litri, piedi al posto di metri, ecc.). Hanno mantenuto la loro moneta nazionale (la sterilina inglese) e mantenuto la possibilita’ di svalutare o di apprezzare la propria moneta nazionale. Hanno mantenuto la decisione se abbassare o se innnalzare il proprio debito pubblico. Hanno continuato a guardare il mondo intero (e con disinteresse, o forse con disprezzo, l’Europa continentale) tramite il Commonwealth e a mantenerne, laddove possibile, i propri possedimenti, ponendo come capo dello Stato la  regina Elisabetta II. Hanno sempre criticato e contestato la Comunita’ economica europea (poi Comunita’ europeaoggi Ue) cercando di ottenerne piu’ vantaggi economici rispetto a quanto versato ogni anno di contributi e poco  preoccupandosi del principio di sussidarieta’ che permette agli Stati membri piu’ ricchi di aiutare quelli piu’ poveri e, last but not least, hanno accettato di rimanere nell’Ue solo se veniva a loro concesso le clausole di “opting out”.

04688 europa

Cosa ne sara’ del Regno Unito da oggi sara’ difficile oggi prevederlo. Stessa domanda va posta anche per l’Ue.

La Scozia e l’Irlanda del Nord accetteranno di uscire dall’Ue? L’Ue imbocchera’ finalmente la strada delle riforme con l’imminente "Conferenza sul futuro dell'Europa"?

Che iniziino i festeggiamenti dei brexiters ossia della maggioranza dei britannici; la Storia ci dira’ piu’ avanti se le loro convinzioni e promesse saranno attuate e se il ritorno al loro isolamento dal continente europeoportera’ vantaggi o svantaggi.

Vedremo se chi oggi festeggia e balla dira’ domani ai propri nipoti e posteri che si sia oggi divertito e brindato.

Da domani certamente lUe e il Regno Unito non saranno piu’ le stesse perche’ l’Ue perde uno Stato membro (da 28 a 27) che ha contribuito a sconfiggere il fascismo in Europa durante la Seconda Guerra Mondiale e, allo stesso tempo, vengono a cadere tutte quelle clausole di “opting out” a favore del Regno Unito che difficilmente un indomani, se volesse ri-aderire all’Ue, le verranno nuovamente concesse.

In ogni caso ora innalziamo i calici e brindiamo anche noi, augurando prosperita’ e benessere sia al Regno Unito che all’Ue!

San Donato Milanese, 31 gennaio 2020, Franco Oriti

Log in to comment

LA GESTIONE DI VIA JANNOZZI PASSA AL COMUNE

CS SDMCon la sigla dell’atto di presa in carico della piazza pedonale, ieri, si è chiuso un iter iniziato nel 2006. Da oggi l’Ente ne curerà manutenzione
 
UNA firma storica che coinvolge centinaia di famiglie. Una firma che giunge al termine di un’interlocuzione con i residenti della zona e di un iter amministrativo durati più di un decennio. Ieri pomeriggio il Comune e i Condomini di via Jannozzi hanno sottoscritto l’atto di presa in carico della piazza pedonale al centro dell’abitato della strada edificata negli anni Ottanta. La vicenda riguardante l’area residenziale adiacente al Municipio, tuttavia, risale ancora più indietro nel tempo. La presa in carico da parte dell’Ente, infatti, risultava tra le prescrizioni del piano esecutivo della concessione edilizia risalente al 1979.
Dopo anni di inerzia, nel giugno del 2006, le parti – Comune da un lato e Condomini dall’altro – avevano avviato una serie di tavoli tecnici i cui esiti, nel 2011, erano stati “formalizzati” dal Consiglio Comunale con l'approvazione di specifici indirizzi operativi per la chiusura di una vicenda, già all’epoca, trentennale. Definiti tutti i termini del passaggio dell’area al Comune, dunque, si è giunti alla firma di ieri, che ha sancito che l’Ente – come originariamente previsto nelle rispettive convenzioni attuative ex lege 865/71 – provvederà alla manutenzione ordinaria e alla futura riqualificazione della piazza pedonale di via Jannozzi.
«Centinaia di famiglie sandonatesi – dichiara il Sindaco Andrea Checchi – vedono finalmente riconosciuto un diritto, la cui origine risale a oltre quarant’anni fa. L’attesa, causata da indecisione e disaccordo tra i condomini, è terminata ieri con la formalizzazione dell’accordo tra tutte le parti. L’Ente non si occuperà solo della manutenzione ordinaria, ma si spingerà oltre. È nostra intenzione coinvolgere i cittadini in un percorso di progettazione partecipata per ridisegnare il quartiere che, pur trovandosi al centro della città, per molti versi ne è rimasto ai margini».

 04687 firma accordo jannozzi

Log in to comment

Eventi per la celebrazione del Giorno del Ricordo: Il Comune di San Donato non risponde alla richiesta di inserire la presentazione del libro PROFUGHI D'ITALIA

Spettabile Comune di San Donato Milanese

 Egr. sig Sindaco Andrea Checchi ed egr. sig Assessore Francesco De Simoni,  come mai non avete degnato gli scriventi almeno di un cenno di risposta ?  Come mai non avete sottoposto alla Capigruppo la proposta ricevuta ? La proposta era a costo ZERO per le casse comunali.

Abbiate il coraggio di risponderci !!!

(PS avete ricevuto la proposta, via PEC, in data 03.I.2020)

 Cordiali saluti

Circolo '' Giorgio Almirante'' Fratelli d'Italia San Donato Milanese

Il Presidente 

 (Guido Massera)


Log in to comment

TARIFFA PUNTUALE: TERMINATA LA SPERIMENTAZIONE

CS SDML’Amministrazione: «Ringraziamo i cittadini per la collaborazione. Grazie al loro impegno abbiamo elementi per valutare eventuali modifiche al sistema di raccolta»
                                                              
PARTITA nel marzo 2015, ha coinvolto i cittadini di Poasco per oltre quattro anni. La sperimentazione del sistema di raccolta dei rifiuti denominato “Tariffa Puntuale” ha esaurito il suo corso. In funzione di ciò, per i cittadini di Poasco decade l’obbligo di utilizzare i sacchi con il dispositivo a radiofrequenza (RFID) incorporato. Gli stessi, naturalmente, potranno essere utilizzati per la raccolta della frazione indifferenziata fino all’esaurimento delle scorte in possesso degli utenti, ma il loro contenuto non sarà più conteggiato ai fini del calcolo della tariffa.

Leggi tutto...

Log in to comment

POASCO/SORIGHERIO: AL VIA L’ATTIVITÀ DEL COMITATO

CS SDMNegli scorsi giorni si è insediato l’organo rappresentativo della frazione che, nei prossimi tre anni, sarà presieduto da Gaia Guareschi
PER tre anni porteranno avanti le istanze dei 2.875 cittadini del quartiere. Negli scorsi giorni sono entrati ufficialmente in carica i nuovi componenti del Comitato di Poasco/Sorigherio. L’organo rappresentativo della frazione, in base a quanto deciso dai suoi membri, sarà guidato da Gaia Guareschi, a cui è stato attribuito il ruolo di Presidente. A coadiuvarla, in qualità di Vicepresidente, sarà Luciano Ardemagni.
 
Il Comitato, al servizio dei cittadini di Poasco e Sorigherio fino al 2022, è composto anche da Maurizio Agnesa, Vittoria Cappellini, Fabio Checchi, Federico Magnone e Alessandra Micalizzi. Per quanti volessero entrare in contatto con i rappresentanti della frazione è già attivo l’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi tutto...

Log in to comment

Ecomuseo Vettabbia Fontanili - Quando tra Comuni c’è un intento comune: la sinergia.




Quando tra Comuni  c’è un intento comune: la sinergia.


Senza titolo
Ieri sera  20 Gennaio 2020, Pantigliate ha partecipato alla serata organizzata per la Riqualifica del Parco Gustavo Hauser nel Comune di San Donato Milanese.
La nostra presenza come esponente capofila, sottolinea la volontà di promuovere il progetto “Ecomuseo della Vettabbia e dei Fontanili”,  che, esattamente un mese fa,  il 21 Dicembre 2020 è stato presentato nella Sala Consiliare del Comue di Pantigliate, dall’Associazione N>O>I  - Network Organizzazione Innvazione di San Donato Milanese.

Sin da subito si è compreso l’importanza che ruota attorno alla necessità di avere una istituzione che tuteli e valorizzi il nostro patrimonio:  i nostri luoghi, le nostre tradizioni e la nostra cultura.

La possibilità di esprimersi in merito alla destinazione del Parco Gustavo Hauser, definito “La Campagnetta”, ci ha mosso nell’intento di dare al progetto un’impronta comunitaria, di più ampie vedute, di interconnessione tra vari paesi.


Abbiamo provato ad immaginare un percorso sovracomunale  continuo che con inizio da porta Romana, passasse dal Parco Della Vettabbia, fino a giungere all'Abbazia di Chiaravalle e da qui proseguire attraverso un per un sentiero da pochi conosciuto, di giungere a Borgo Bagnolo, arrivare quindi nel futuro Parco Gustavo Hauser  e raggiungere l'abbazia di Viboldone e arrivare infine all'Abbazia di Mirasole. Un percorso che si innesca in un contesto più ampio, quello della Valle dei Monaci. Potremmo dire che il progetto pensato dall' Ecomuseo della Vettabbia e dei Fontaìnili  è il percorso delle Abazzie che corrono accanto all’asse della Via Emilia; un percorso di fede, itinerante, percorribile a piedi o in bicicletta e soprattutto “comunicativo”.

Senza titolo

L’accento sull’aggettivo ne sottolinea l’esigenza affinché , lo sguardo a volte disattento o inconsapevole del passante, possa riscoprire l’essenza del Parco Agricolo Sud Milano, volgendo  l’attenzione verso la bellezza naturalistica, i luoghi di preghiera, le opere d’arte, le opere architettoniche o di sostenibilità ambientale, i luoghi di ristoro, le arti ed i mestieri.

Crediamo sia un progetto di alto valore, sia per le opportunità lavorative che ne potrebbero scaturire, sia per la valorizzazione del mercato locale che ne beneficerebbe, nonché, per il ruolo da garante che ne preserva un lascito ai nostri figli.

L’Ecomuseo: un progetto camaleontico, che abbraccia tutta la popolazione, si modella all’identità di ogni paesaggio e apre ad opportunità versatili.

Senza titolo


Giada De Marni


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi