Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Quattro sguardi rivolti al presente

CS SDMMercoledì 17 prenderà il via Aprire gli occhi, la seconda mostra organizzata nell’ambito del progetto Cascina Roma Fotografia

Un salto lungo un secolo. Conclusa da poche settimane la retrospettiva dedicata ai luoghi della Grande Guerra, Cascina Roma si prepara ad accogliere una nuova mostra, destinata a offrire testimonianza di alcune drammatiche vicende del nostro tempo.

In sintonia con la mission di Gruppo Fotografico Progetto Immagine – coordinatore, insieme al Comune, del progetto Cascina Roma Fotografia –, l’esposizione Aprire gli occhi proporrà ai visitatori oltre 100 immagini di fotoreporter di fama internazionale, organizzate a loro volta in quattro mostre. Tra queste, oltre a un compendio dei più importanti scatti del Festival di Fotografia Etica, vi sono le monografiche di Daniel Berehulak (Ci stanno massacrando come le bestie), Giorgio Bianchi (Storie del Donbass – Spartaco e Liza) e Oscar Castillo (La nostra guerra – Il nostro dolore, violenza in Venezuela): tre esposizioni in grado di colpire, sconvolgere e far riflettere lo spettatore, salvando dall’oblio storie tristemente attuali quali la sanguinosa lotta al narcotraffico nelle Filippine, la guerra del Donbass e la crisi socio-economica in Venezuela.

Leggi tutto...

Log in to comment

A San Donato si cambia aria!

sandonato riparteSAN DONATO MILANESE – A poco più di una settimana dall’avvio del nuovo Piano Sosta in città, San Donato Riparte conferma il proprio sostegno a questa specifica scelta dell’Amministrazione comunale.

L’adozione del nuovo Piano Sosta ha di fatto confermato alcune scelte in vigore da tanti anni, in particolare la necessità di contingentare i pass a disposizione di residenti e esercizi commerciali.” - dichiara Marco Pagliotta, capogruppo in Consiglio comunale – “Per altri aspetti, invece, sta comportando la modifica di alcune abitudini di residenti e lavoratori a San Donato Milanese, mettendo in discussione un disvalore accettato come “luogo comune”: il diritto a usare come posteggio permanente e illimitato di beni privati (le automobili) il suolo a uso pubblico, uno spazio collettivo - limitato e finito.”

La lista San Donato Riparte si è messa in questi giorni all’ascolto dei cittadini, e sta tenendo conto di richieste e indicazioni in un’ottica di miglioramento del Piano Sosta, al fine di non penalizzare le esigenze degli utenti più deboli e di ognuno di noi quando si ha la reale necessità di utilizzare l’auto. Alcune delle proteste più forti e gli atti di vandalismo sono invece da criticare e da considerare inaccettabili in una nazione che ha regalato all’intero occidente, sin dall’epoca latina, i valori di “bonum commune” e “publica utilitas”.

Leggi tutto...

Log in to comment

Proposta per la costituzione di un tavolo istituzionale di confronto sul piano sosta


Lo sbando politico è sotto gli occhi di tutti

Non c'è una partita (Parco Mattei, Pratone, Campagnetta, Ospedale, Pgt, per citarne alcuni) che sia chiusa se non iniziata.


Insieme a Vincenzo Di Gangi e Gianni Di Pasquale, abbiamo protocollato una lettera che richiama il Sindaco, la Giunta e tutto il Consiglio Comunale alla loro e nostra responsabilità istituzionale.

In un momento di grande confusione e disagio dei cittadini di fronte all'entrata in vigore delle strisce blu, le istituzioni devono RISPONDERE AI CITTADINI E ALLE LORO NECESSITÀ.
Le istituzioni devono dare l'esempio sia nell'ascolto che nel provare a risolvere i problemi delle persone.
Questa lettera avrebbe dovuto scriverla il Sindaco e non io. Ma tant'è.

Leggi tutto...

Log in to comment

Come sarebbe la città se il Sindaco e gli Assessori utilizzassero la bicicletta, sempre?​

Come sarebbe la città se il Sindaco e gli Assessori utilizzassero la bicicletta, sempre?​

Con l’avvento delle strisce blu, nell’era in cui le persone manifestano per un futuro migliore e scendono in piazza per sensibilizzare i governi affinché vengano adottate misure urgenti per contrastare i cambiamenti climatici, vedrei di buon auspicio che il primo cittadino del Comune di San Donato Milanese e gli Assessori dessero il buon esempio per creare un nuovo modello di vita, che utilizzi per i loro spostamenti la bicicletta, non solo per adempiere ai loro compiti di Sindaco ed Assessori, ma per svolgere anche tutte le commissioni private, e soprattutto per recarsi al lavoro.

Le strisce blu sono state realizzate in meno di una settimana, non è chiaro perché ci voglia più tempo per posizionare delle rastrelliere, per togliere le barriere, per tracciare percorsi urbani ciclabili senza interruzioni.

Leggi tutto...

Log in to comment

Inviato: 07/06/2019 18:11 da Giorgio Soave #4615
Avatar di Giorgio Soave
Oggi arivando da Peschiera Borromeo alle 17,30, hho troovato lìuscita per San Donato tutta occupata delle code, indietro fino alla Paullese. Allora ho pensato bene di prendere la bretella che porta all'incrocio su via Moro; anche lì coda e ingorghi..
Allora ho eescogitato di tornare indietro verso l'uscita su via Maritano, e lì sono riuscito a infilarmi sulla fine della prima coda, quasi sulla Puullese, e ad attraversare in pochi minuti.
C'è gente che tutti i giorni fa la stessa strada e tutti i giorni deve farsi almeno un quarto d'ora di coda, povere vittime.
La situazione sarebbe risolvibile con un sovrappasso, ma naturalmente la solita burocrazie da decenni blocca tutto. Questo comunque non depone in favore della iniziativa della nostra amministrazione.
A chi bisogna rivolgersi per avere qualche risposta positiva ?
Inviato: 07/06/2019 17:57 da Giorgio Soave #4614
Avatar di Giorgio Soave
Bei propositi. Ma sindaco e assessori non dovrebbero essere in tà da pensione. E in certe vie le piste coclabili non ci stanno proprio; quelle vie non sono state concepite per le biciclette,
Sarebbe bene, quando si costruiscono nuove case e nuovi quartieri, adattare la viabilità in modo da ospitare le piste ciclabili.A mia esperienza questo non è mai successo. Con chi ce la prendiamo ?

Comunicato in risposta alla lettera aperta del sindaco

5stelle sdmNella sua recente lettera aperta alla cittadinanza il Sindaco Checchi motiva la scelta di introdurre massicciamente la sosta a pagamento con la volontà di ridurre sia il traffico in entrata in città, sia l’utilizzo delle auto per gli spostamenti locali dei cittadini sandonatesi 
Scrive il Sindaco a fine lettera che ci vuole un cambiamento di “qualcosa” (Da un Sindaco ci si aspetta concretezza e non qualunquismo, ma purtroppo è scritto così nella sua lettera aperta) per rispondere ad un appello lanciato da Greta Thunberg (invecchiata artificialmente di un anno dal nostro Sindaco: la ragazza ha oggi 16 anni e on 17 come egli scrive) per la salvezza del pianeta. Il Sindaco, crediamo insinui implicitamente che il cambiamento nelle abitudini dei cittadini sandonatesi “indotto” dalle strisce blu possa rispondere effettivamente a ridurre le cause e gli effetti dei cambiamenti climatici.
Lodevoli obiettivi che si scontrano però con un grave difetto: il nesso tra introdurre una sosta a pagamento e la riduzione dei cambiamenti climatici non è dimostrato. Addirittura gli studi scientifici affermano che sono molte le cause che influenzare la qualità dell’aria e che dimostrare eventuali nessi richiedono studi approfonditi su molti fattori quali: fonti di inquinamento, circolazione delle correnti d’aria, eventi microclimatici, pioggia, nebbia, tipo di inquinanti, posizione delle cause dell’inquinamento, temperature dell’aria, per esempio.

Leggi tutto...

Log in to comment

Una nuova mobilità con le strisce blu. San Donato si ridisegna a nuovo con l'arrivo del tram grigio-blu, gratuito per tutti.

Nuovi tram gratuiti, le strisce blu danno il via alla rivoluzione del traffico a San Donato Milanese


Per contrastare i cambiamenti climatici il Comune di San Donato Milanese, ha adottato delle soluzioni rivoluzionarie.



Dal 2 Aprile 2019 con l'introduzione delle strisce blu nel territorio sarà disencentivato l'uso delle automobili per muoversi nel territorio.

Una scelta coraggiosa che proseguirà con la riduzione delle corsie stradali per disegnare una nuova mobilità. La strada avrà quindi questo nuovo aspetto; partendo da destra verranno sistemati, ove già esistono o realizzati dove non presenti, i marciapiedi.

Attaccato al marciapiede, ad un livello leggermente più basso verranno realizzate le piste ciclabili e subito dopo verranno posizionati dei binari per tutta la città.

Dal 15 giugno, grazie all'innovativa operazione di crowdfunding e l'apertura dei cantieri di lavoro attivi 24 ore su 24 la città verrà completamente ridisegnata.

Tram gratuti elettrici passeranno alla frequenza di 15 minuti servendo tutte le direzioni e collegando il nostro Comune con tutti i Comuni confinanti.

Esisterà tuttavia la possibilità di utilizzare l'auto sullo spazio riservato a corsia ridotta mantenendo a velocità di 30 km. orari, come massima velocità consentita.

La sosta alle automobili nei pressi della stazione metropolitanae e nei pressi delle stazioni del passante ferroviario con fermata San Donato Milanese e Borgo Lombardo sarà consentita con la tecnica Kiss & Ride, tecnica già in vigore da molto tempo nei paesi del Nord Europa









Buon Pesce d'Aprile a tutti.
Staff RecSando
Log in to comment

Il concerto del cuore


 
Domenica 24 marzo 2019, ore 16.00, ospedale Policlinico San Donato: il Quartetto Zuena in concerto per l’Associazione Aicca (Associazione Italiana Cardiopatici Congeniti bambini e Adulti).
Sono quattro giovani violoncellisti italiani (Simone Circenti, Carla Scandura, Francesco Tanzi e Federica Castro) che suonano per amicizia e per piacere di fare musica da camera.
Nel dicembre del 2018 hanno partecipato alla prima edizione del Concorso milanese Tenzone che si è tenuto presso il Magazzino Musica in concomitanza della “Settimana del Violoncello” con il brano di Francesco Tanzi “Mare Nostrum”, un brano che racchiude lo spirito di questo favoloso gruppo: la Musica che unisce e sensibilizza oltre ogni parola, oltre ogni confine e oltre ogni tempo.

Leggi tutto...

Log in to comment

Così il PD si chiude a riccio per non collaborare

PD SENZA ARGOMENTI rottama anche la collaborazione per il PARCO MATTEI

5stelle sdm

Il M5S di San Donato Milanese ha partecipato con lealtà al tavolo delle trattative sul Parco Mattei. Ha sostenuto con convinzione e decisione la necessità di stabilire priorità si azione, di indicare all'amministrazione comunale una via percorribile e realizzabile in tempi ben definiti.
Abbiamo letto una prima versione di un potenziale accordo scritto da Gianfranco Ginelli, esponente della maggioranza nel quale riassumeva i possibili argomenti di incontro politico. In esso si dava atto della necessità di indicare PRIORITARIA la riqualificazione degli impianti natatori per potere praticare agonisticamente sport acquatici e si stabiliva come arco temporale indicativo per l’attuazione di tale riqualificazione dai 12 a 18 mesi.
Il M5S era pienamente d’accordo con questa impostazione.  Questo avveniva mesi a dietro.

Leggi tutto...

Log in to comment

Incontriamoci all'Arrivo 32° Edizione. Siete pronti !!!!


Ringraziamo Assia Onlus ( Associazione per lo sviluppo e la salvaguardia degli interessi degli handicappati) per aver scelto RecSando  - Rete Civica di San Donato Milanese e del Sud Est Milano, per la promozione della giornata, “ Incontriamoci all’Arrivo” giunta alla 32° Edizione, che si svolgerà DOMENICA 19 MAGGIO 2019.
RecSando con il suo dipartimento per la mobilità sostenibile Bicipolitana Network, sono da sempre attenti ed interessati alla creazione e alla promozione di eventi che vanno nella direzione di contrastare i cambiamenti climatici. Abbiamo deciso dopo vari incontri con Assia di essere al loro fianco in questa 32esima edizione , per invitare tutti voi cittadini di San Donato Milanese  e del Sud Est Milano a iscrivervi alla camminata. Quest'anno vogliamo che sia un anno speciale, dove la partecipazione di tutto il Sud Est Milano sia ai massimi livelli.

Lo vogliamo per due motivi:
1) Aiutare Assia
2) Dare un grande segnale perchè è vero, camminare fa bene in generale per nostra salute, ma soprattutto aiuta l'ambiente e riduce le emissioni di CO2 nell'atmosfera.


Leggi tutto...

Log in to comment

Fighters Vs Hockey Academy

Fighters Vs Hockey Academy


La giornata di Domenica alle ore 18:30 a visto il primo impegno sportivo per i ragazzi dell’hockey Academy
Partita svoltasi su due tempi contro la squadra ufficiale dei Fighters di San Donato dove chiaramente il risultato non contava .

Leggi tutto...

Log in to comment

Policlinico di San Donato: primato per le cardiopatie congenite nel feto, nel bambino e nell’adulto


 
Un nuovo primato per il Policlinico di San Donato che ospitato da giovedì 28 a sabato 30 marzo, la 12edizione, dell’INTERNATIONAL WORKSHOP ON INTERVENTIONAL PEDIATRIC AND ADULT CONGENITAL CARDIOLOGY , presieduto da Mario Carminati, responsabile dell’unità di Cardiologia Pediatrica e Cardiopatie Congenite nell’Adulto dell’ospedale. L’incontro, che si tiene al Crowne Plaza di Linate, fa il punto sulle tecniche di emodinamica interventistica più complesse e innovative e sulle tecnologie più avanzate per la cura delle cardiopatie congenite. Un evento culturale importante per gli specialisti e per i giovani medici, con sessioni che illustreranno la risoluzione dei casi più complessi grazie all’interazione con le sale operatorie dell’IRCCS Policlinico San Donato e con quelle di Monaco e Lovanio, collegate in diretta.

Le cardiopatie congenite sono malformazioni anatomiche del cuore dovute a un incompleto o non corretto sviluppo cardiaco durante la vita dell’embrione o del feto. Si riscontrano circa nel 7 per mille dei nati vivi, con uno spettro molto ampio per gravità e tipologie. Pur se presenti fin dalla nascita, non tutte sono clinicamente evidenti e possono manifestarsi tardivamente. I progressi in campo diagnostico e interventistico raggiunti negli ultimi trent’anni consentono oggi nella grande maggioranza dei casi la correzione della cardiopatia, sia nel bambino, sia nell’adulto. I pazienti sottoposti ad intervento in età neonatale o pediatrica necessitano di un supporto a lungo termine: questa popolazione di pazienti relativamente nuova – i cosiddetti “Grown Up Congenital Heart Disease” – richiede un approccio multidisciplinare che integri la formazione tipicamente cardiologica e che veda riuniti cardiologi interventisti, cardiochirurghi, cardiologi pediatri e psicologi.

Questa edizione dell’IPC Workshop vede in particolare la prima presentazione mondiale dello studio Amplatzer Piccolo™ Occluder, relativo a un nuovo dispositivo per la chiusura percutanea del dotto di Botallo nei neonati prematuri. Il dotto di Botallo normalmente si chiude con l’inizio della respirazione autonoma del bambino o comunque nelle primissime ore di vita. Può rimanere aperto (pervio) nel 6-10% dei nati a termine e nel 40% dei nati prematuri generando condizioni critiche soprattutto in questi ultimi: passaggio di sangue dall’aorta all’arteria polmonare e quindi difficoltà di respirazione a causa di un aumento del flusso sanguigno ai polmoni. La chiusura del dotto di Botallo può essere quindi un passo fondamentale nel recupero di un bambino nato con dotto arterioso pervio (patent ductus arteriosus – PDA).

Attualmente, per questi piccolissimi pazienti prematuri vi sono opzioni terapeutiche farmacologiche o il ricorso alla chiusura del dotto tramite cardiochirurgia, ma si tratta nel primo caso di una soluzione transitoria e nel secondo di una possibilità molto rischiosa e non sempre praticabile. Amplatzer Piccolo  Occluder, attualmente disponibile solo per il mercato statunitense, offre nuove opportunità di trattamento rispetto al passato. I dati dello studio hanno dimostrato una chiusura sicura ed efficace del PDA nei pazienti con un peso maggiore di 700 grammi. Il dispositivo, prodotto da Abbott, sarà presto disponibile in Europa.

 L’UNITÁ DI CARDIOLOGIA PEDIATRICA E CARDIOPATIE CONGENITE NELL’ADULTO
 Il Centro diretto dal professor Mario Carminati presso l’IRCCS Policlinico San Donato è ai vertici mondiali per le procedure relative alle malformazioni congenite del cuore: realizza oltre 500 interventi all’anno su bambini e adulti. Vanta inoltre una delle più significative casistiche europee sia per quanto riguarda l’impianto di stent per la coartazione aortica negli adolescenti e negli adulti, sia per la chiusura di difetti interventricolari. Mario Carminati, numero uno in Europa e tra i maggiori esperti al mondo per le procedure eseguite sulle cardiopatie congenite negli adulti e nei bambini, 20 anni fa, per la prima volta al mondo riuscì con successo ad eseguire una valvuloplastica intrauterina. Nel 2014, insieme ad Alessandro Frigiola, cardiochirurgo, ha operato per la prima volta in Italia sette bambini fra i sei mesi e i sei anni d'età con un grave problema cardiaco come l'insufficienza mitralica congenita, con una nuova tecnica ideata dai cardiochirurghi pediatrici del Boston Children's Hospital e utilizzata solo su pochi bambini in tutto il mondo.

Edoardo Stucchi
 


 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Cuore Fratello e Flying Angels per i piccoli cardiopatici del Camerun

cuorefratelloNel mondo 8 bambini su 1.000 nascono con una cardiopatia congenita che, se non affrontata con un intervento chirurgico e cure adeguate nei primi anni di vita, rischia di portare alla morte.
In Italia quasi il 90% dei neonati affetti da queste patologie riesce a raggiungere l’età adulta, ma ci sono Paesi nel mondo dove le difficoltà di accesso a un’adeguata assistenza sanitaria e l’impossibilità per molte famiglie di coprire i costi delle cure mediche rendono le cardiopatie infantili una vera urgenza sociale.
Per questo Cuore Fratello onlus organizza ogni anno numerosi viaggi della speranza. Come il prossimo 30 marzo quando verranno accolti a San Donato Milanese quattro bambini originari del Camerun per un’operazione al cuore.
Da qualche mese ci troviamo ad affrontare un’emergenza in Camerun. Sono momenti difficili in questo Paese, a causa dei disordini politici e della guerriglia. Il Cardiac Center di Shisong, nato nel 2009 grazie a una collaborazione tra Cuore Fratello, l’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo e le Suore Terziarie Francescane, fatica a lavorare e per non far venire meno il nostro aiuto umanitario ai bambini malati della zona, è stato finalizzato, insieme all’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo e Etica|Mundi onlus – MI.DO, un programma per far arrivare i pazienti più gravi a San Donato Milanese.
Al momento le Suore Terziarie Francescane, che coordinano le attività dell’ospedale, si sono dovute spostare nella zona francofona del Paese che risulta più sicura, dove effettuano visite e controlli, ma lo staff del Cardiac Center non è in grado di eseguire operazioni cardiochirurgiche in loco.

Leggi tutto...

Log in to comment