Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Discariche abusive alle porte di San Donato

Discariche abusive alle porte di San Donato
Ritornano i cumuli di spazzatura all'ingresso dell'Autosole

 

Impiegate nei controlli anche le forze dell'ordine Sacchi della spazzatura insieme a cartoni e bottiglie abbandonate a ridosso del guardrail. Uno scenario che oramai da anni ad intervalli regolari, sanciti in genere dai controlli effettuati delle forze dell’ordine, si presenta sia in ingresso che in uscita da San Donato.

Sporcizia e degrado che rappresentano l’ingresso della città proprio all’altezza delle sedi di note multinazionali come Eni, BMW e Daikin o ancora di un hotel , il Crown Plaza. Una situazione ben nota a tutti coloro che passano nella zona della Stazione Esso e del Mc Donald.

Con molta probabilità questi rifiuti provengono dall’accampamento abusivo collocato tra le assi viarie, tuttavia il futuro insediamento in zona di una delle catene alberghiere più note del mondo, fa ben sperare sulla risoluzione della problematica.

 

Log in to comment

Un mercato per Poasco

Un mercato per Poasco
Al via la fase sperimentale per il primo mercato di Poasco.

La fase sperimentale decolla con dodici banchi che la domenica mattina dalle 8.30 alle 13.30 offriranno ai sandonatesi la possibilità di fare acquisti all’aperto e comodamente vicino casa.

Con sei banchi di alimentari e altri sei di generi vari parte il tentativo di fornire una risposta alla richiesta dei cittadini della zona di sopperire alla carenza di negozi e attività.

Il nuovo mercato si terrà in via Don Milani, nel tratto all’angolo con via Don Minzoni.



 

 

 

Log in to comment

Fece abortire per paura l’ex convivente rifugiatasi a San Donato: pena confermata in appello a stalker egiziano

SentenzaSentenzaNessuno sconto di pena per K.M.I., l’egiziano 32enne finito in carcere nel giugno scorso con l’accusa di atti persecutori all’indirizzo della sua ex compagna, un medico milanese di 34 anni.

Dopo la pena a 16 mesi di reclusione comminata in primo grado, infatti, la Corte d’Appello di Milano ha confermato pienamente la condanna all’indirizzo del nordafricano, che dunque rimarrà in carcere. L’uomo e la donna si erano innamorati nel 2006 a Sharm El Sheik e dopo un periodo di felicità, coronato dalla nascita di un bambino, la situazione era degenerata. Per mesi la 34enne era stata vittima di offese e percosse, culminate con la minaccia di uccidere il secondo figlio che portava in grembo, fatto che l'aveva spinta ad abortire. Dopo questo episodio, la donna si era rifugiata da amici a San Donato, dove i carabinieri della stazione locale avevano fatto finire l’uomo dietro le sbarre. I soprusi erano puntualmente ripresi dopo la scarcerazione di K.M.I., avvenuta poche settimane dopo, sino al nuovo e definitivo arresto del giugno 2013, cui fece seguito la condanna a 16 mesi.

 

Log in to comment

Biblioteca: sale studio aperte 7 giorni su 7

CS SDMDomenica 19 alla Simona Orlandi parte il progetto pilota per estendere l'apertura degli spazi utilizzati da molti ragazzi della città. L'iniziativa sarà realizzata in collaborazione con Sando Calling

Sale studio aperte tutta la settimana. Buone notizie per i tanti ragazzi che dal lunedì a sabato affollano i locali della Biblioteca Simona Orlandi. Dal 19 gennaio potranno estendere la sessione di studio "condiviso" anche alla domenica. In tale data, infatti, partirà in via sperimentale il progetto di apertura straordinaria – promosso dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'associazione giovanile Sando Calling – che durerà fino alla fine di febbraio.

Leggi tutto...

Log in to comment

San Donato bocciata al test omofobo

Chi ha passato la sua domenica sera davanti alla televisione può essersi imbattuto nel programma in onda su Italia1 in seconda serata: Lucignolo 2.0.

Il programma, per chi non lo conoscesse, alterna normali temi di intrattenimento trattandoli in chiave giornalistica in quello stile che viene chiamato di infotainment. Il 12 gennaio, il programma ha lanciato un servizio in cui si parlava di omofobia e delle reazioni delle persone al riguardo e la località scelta per questo esperimento è stata proprio San Donato Milanese.

Una coppia di ragazzi gay veneti è stata portata qui a passare una normale giornata di shopping mentre un terzo uomo con telecamera nascosta riprendeva le reazioni al loro passaggio. Si può dire che la nostra cittadina non si è distinta per virtù e non ne esce a testa alta. Questo perché nel video non si parla di matrimoni gay, di concezioni filosofiche o politiche che comporta l’omosessualità all’interno della società e della religione, ma della semplice accettazione dell’esistenza dell’omosessualità stessa, un fatto imprescindibile che fa parte dei diritti dei cittadini. Così si assiste a una serie di commenti che si fatica anche a definire omofobi, frutto più dell’ignoranza e della chiusura mentale che di un vero e proprio status di odio nei confronti di una diversa sessualità. Le persone sembrano quasi sorprese di vedere degli omosessuali, come fossero creature mitologiche o alieni mai visti. Questa la cosa più strana all’alba del 2014, che ci sia così tanto sbigottimento per una coppia di ragazzi innamorati in quello che dovrebbe essere un comune che si vanta della sua civiltà e modernità.

Questo il link a cui trovare il video del servizio:

http://www.video.mediaset.it/video/lucignolo/clip/432101/da-nord-a-sud-l-omofobia-dilaga.html

Log in to comment

Macchina taglia la strada, si schianta una moto

Macchina taglia la strada, si schianta una moto
È successo in viale Europa. Feriti padre e figlio a bordo di una Suzuki 600. 

L’incidente è avvenuto nella giornata di lunedì intorno alle ore 13.00. Stando alle prime ricostruzioni alla guida della macchina che avrebbe tagliato la strada una 24enne di Vizzolo che non si sarebbe accorta del sopraggiungere della moto.

Sul posto la polizia locale per i rilievi di rito.

 



 

 

Log in to comment

Inviato: 16/01/2014 18:48 da Giorgio Soave #1178
Avatar di Giorgio Soave
Non so se ha un nome. Ma è molto frequentata, specie negli orari di entrata e uscita dalla scuola. Se si aprisse lì un'uscita del parcheggio della banca (un eufemismo, perchè i posti disponibili sono meno di 10, e quasi tutti occupati dalle auto degli impiegati) in quelle ore aumenterebbe la confusione.
Anzi propongo di chiudere quel parcheggio ai non dipendenti, così si evitano gli incidenti causati da chi per entrare travolge le moto in transito.
Il parcheggio esterno alla banca è quasi sempre tutto occupato, perchè i posti rimasti per chi non ha il contrassegno sono pochissimi, e nelle ore di uscita degli scolari si assiste a scene selvagge, perchè chi vuole entrare nel parcheggio a tutti i costi lascia l'auto a ingombrare, perchè l'adorato figlioletto non si bagni e non prenda freddo. Siamo un popolo di anarchici maleducati
Inviato: 16/01/2014 18:31 da Giuseppe Cartegni #1176
Avatar di Giuseppe Cartegni
Poiché non ho voglia di mettermi a strologare sui massimi sistemi, non perché non ve ne sia bisogno, ma solo perché se vogliamo discutere di educazione civica, forse è meglio il forum varie, mi limiterò a suggerire una modesta proposta operativa assai poco costosa.
Se il problema all’origine dell’incidente è l’uscita diretta su via Europa dal passo carraio della banca , forse basterebbe chiedere alla proprietà di chiuderlo per riaprirlo sulla via collaterale. per intenderci dove vi è l’ingresso degli appartamenti che sovrastano la banca. Stessa operatività del parcheggio, ma immissione indiretta sulla via Europa dei veicoli in uscita.
A proposito come si chiama la via collaterale? Via Europa Tris?
Peppo
Inviato: 16/01/2014 09:15 da Luca Isabella #1154
Avatar di Luca Isabella
Roberto,

Il fatto che ciò avvenga dappertutto vuol dire non solo che c'è una predisposizione diffusa a non rispettare le regole di convivenza stradale, ma anche che chi è preposto a controllare il loro rispetto non è capace di farlo.

Personalmente, e non c'è nulla di personale, mi sono stancato di questa "scusa" della mancanza di risorse. Me la sento dire da 20 anni. Nel frattempo abbiamo avuto una tassazione assurda e abbiamo accumulato un debito pubblico stellare. Ancora oggi pago oltre il 60 del frutto del mio lavoro alle casse dello Stato e il debito aumenta giorno dopo giorno. Per cui credo di avere tutto il diritto di pretendere servizi adeguati, anche se non perfetti.

Inoltre, se faccio un veloce conto mentale delle risorse sprecate dall'amministrazione negli ultimi 15 anni per incompetenza o baruffe politiche, solo per quelle che conosco, mi viene pure un conato.

In più, se mi prendo una responsabilità, e relativo stipendio, mi assicuro di avere le risorse per mantenerla. Se non le ho, lascio l'incarico e cerco un altro lavoro.

Secondo me si può fare molto di più per il controllo delle strade a San Donato semplicemente con una migliore organizzazione e una diversa volontà. A parità di risorse. Prova a far fare un monitoraggio orario di dove sono i vigili durante il loro turno per un mese almeno. Avresti la situazione più chiara.
Inviato: 15/01/2014 18:01 da Roberto Tarzia #1149
Avatar di Roberto Tarzia
Purtroppo così avviene dappertutto. Con il mio lavoro giro mezza italia ed è una constatazione che mi tocca fare praticamente in ogni città/regione.
Sono d'accordo che ci vorrebbe maggiore controllo. Altrettanto vero che ci vorrebbero ben altre risorse. San Donato poi dal punto viabilistico stradale è decisamente messa male. Sono stati commessi errori in passato clamorosi.
Si abbia allora il buon senso, contestualmente al legittimo dovere di critica, riconoscere anche i limiti di mezzi che questa e tutte le amministrazioni hanno a disposizione.
Perché poi succede che più diventa repressivo lo strumento, più ci si sente tartassati, schiavizzati (l'ho letto qui sul forum).
Perché piuttosto non si cerca ogni tanto di incoraggiare alcune soluzioni che questa amministrazione può adottare, ma che inevitabilmente rischierebbe l'impopolarità?
Via libertà per esempio.
Mi sembra in un articolo di aver letto di un ipotesi di mettere in ZTL la zona di via libertà.
E' una soluzione a molti problemi.
Sbaglio o nessuno si è pronunciato a favore in questo forum.
Qual'è l'alternativa? Il vigile in pianta stabile?
Inviato: 15/01/2014 17:06 da Luca Isabella #1146
Avatar di Luca Isabella
Non giudico l'episodio perché le cause possono essere molteplici, tra cui anche una semplice fatale distrazione.

Circa invece il totale mancato rispetto del codice della strada nella nostra città, esso è talmente evidente e annoso che è impossibile negarlo.

Chi è preposto al rispetto delle regole? Chi ha la responsabilità? Chi deve essere misurato?

Penso che la risposta sia chiara e non merita nemmeno di essere detta. È evidente che qualcosa non funziona nel sistema di prevenzione e controllo che tutti noi paghiamo.
Inviato: 15/01/2014 15:44 da Barbara Picutti #1145
Avatar di Barbara Picutti
Giorgio Soave ha scritto:
Attenta Barbara, che qui fioccano le querele per diffamazione...

E di grazia, chi avrei diffamato?
Inviato: 15/01/2014 15:27 da Giorgio Soave #1143
Avatar di Giorgio Soave
Attenta Barbara, che qui fioccano le querele per diffamazione...
Inviato: 15/01/2014 14:59 da Filippo Pisoni #1142
Avatar di Filippo Pisoni
Cara Barbara, non posso che essere completamente d'accordo.
Inviato: 15/01/2014 14:49 da Barbara Picutti #1141
Avatar di Barbara Picutti
Filippo Pisoni ha scritto:
[....]
Direi che è più questione di senso civico, o meglio, educazione civica.
[....]
.

Certamente Filippo, per tante ragioni c'e' stata una involuzione sconcertante (non solo nella nostra citta') del senso civico e di quelle che una volta erano normali regole di buona educazione e di convivenza civile.
Fatto salvo cio', e' venuto anche a mancare il normale presidio del territorio. Questo lo noto particolarmente a Milano, ma anche a San Donato.
Se, come dice Giorgio sulla via Europa le auto sono spesso parcheggiate in modo selvaggio (e non solo in Via Europa, basta andare in via Liberta' il sabato mattina per vedere cosa succede), basterebbe iniziare a multare sistematicamente chi contravviene.
Idem per chi sfreccia in bicicletta sui marciapiedi mettendo a repentaglio l'incolumita' dei pedoni, o per quei pedoni che attraversano dove vogliono o camminano in mezzo alla strada.

Si era tanto strombazzato del vigile di quartiere, non solo non l'ho mai visto, ma ho anche l'impressione che i vigili girino per la citta' molto meno di prima.

Mi sbaglio? Puo' darsi e spero di si'.

Dopodiche' se l'Amministrazione si sente criticata e quindi colpita nella propria suscettibilita', pazienza.
Come gia' sostenuto in altri post, basterebbe partire dalle piccole cose e gia' molti percepirebbero il cambiamento.


Ciao
Barbara
Inviato: 15/01/2014 12:53 da Filippo Pisoni #1138
Avatar di Filippo Pisoni
Non mi sembra di aver coinvolto alcuna amministrazione... (ugualmente non comprendo questo improvviso timore/risentimento se si tratta di coinvolgere l'amministrazione).

Direi che è più questione di senso civico, o meglio, educazione civica.
Il riferimento riguarda in questo caso San Donato in quanto - oltre ad essere cittadina piccola in cui determinate evidenze si riscontrano maggiormente (a Milano uno che butta la carta - per quanto egualmente biasimabile - penso venga inserito in un contesto ben più vasto e quindi l'effetto è idealmente diluito) - nel lungo tragitto abituale, mi offre molto frequentemente questo genere di riflessioni e considerazioni rispetto ai pochi metri fatti in Milano per raggiungere il posto di lavoro.
Inviato: 15/01/2014 12:39 da Barbara Picutti #1137
Avatar di Barbara Picutti
Roberto Tarzia ha scritto:
...ed ecco che, con grande nonchalance, anche in questo caso si cerca di appioppare la colpa all'Amministrazione, al Sindaco.....
C'è da scommetterci!

Chiamalo merito, se preferisci ;-)
Inviato: 15/01/2014 12:23 da Roberto Tarzia #1136
Avatar di Roberto Tarzia
...ed ecco che, con grande nonchalance, anche in questo caso si cerca di appioppare la colpa all'Amministrazione, al Sindaco.....
C'è da scommetterci!
Inviato: 15/01/2014 11:50 da Barbara Picutti #1135
Avatar di Barbara Picutti
Filippo Pisoni ha scritto:
Prendendo spunto da questo ennesimo episodio di irresponsabilità, nell'ultimo periodo ho riscontrato un innalzamento preoccupante di anarchia civica.
Nel tratto che percorro quotidianamente verso la M3 (andata e ritorno e quindi anche mattino presto...), incontro sempre più spesso bici sul marciapiede, pedoni (soprattutto ragazzi diretti a scuola o nonne con nipoti in carrozzina) che camminano in mezzo alla strada, auto che parcheggiano fuori da ogni logica o segnalazione orizzontale, veicoli (auto,moto) in contromano, stop/precedenze non rispettate, soste in mezzo alla strada incuranti dell'intralxcio al traffico, persone che gettano ogni genere di oggetto a terra (nonostante la presenza di appositi cestini nelle immediate vicinanze...) e quant'altro possibile.
Anche da parte dei servizi pubblici quali la raccolta rifiuti, dopo il loro passaggio, si ritrovas la strada coperta da carte o residui di quanto prelevato, sparpagliati sul terreno (quasi non disponesere di scope o similari).

Ma cosa sta accadendo?

Filippo, anch'io sto riscontrando quanto affermi.
Sta accadendo che la citta' e' abbandonata a se' stessa,

Ciao
Barbara
Inviato: 15/01/2014 11:31 da Filippo Pisoni #1132
Avatar di Filippo Pisoni
Prendendo spunto da questo ennesimo episodio di irresponsabilità, nell'ultimo periodo ho riscontrato un innalzamento preoccupante di anarchia civica.
Nel tratto che percorro quotidianamente verso la M3 (andata e ritorno e quindi anche mattino presto...), incontro sempre più spesso bici sul marciapiede, pedoni (soprattutto ragazzi diretti a scuola o nonne con nipoti in carrozzina) che camminano in mezzo alla strada, auto che parcheggiano fuori da ogni logica o segnalazione orizzontale, veicoli (auto,moto) in contromano, stop/precedenze non rispettate, soste in mezzo alla strada incuranti dell'intralxcio al traffico, persone che gettano ogni genere di oggetto a terra (nonostante la presenza di appositi cestini nelle immediate vicinanze...) e quant'altro possibile.
Anche da parte dei servizi pubblici quali la raccolta rifiuti, dopo il loro passaggio, si ritrovas la strada coperta da carte o residui di quanto prelevato, sparpagliati sul terreno (quasi non disponesere di scope o similari).

Ma cosa sta accadendo?
Inviato: 15/01/2014 07:24 da Giorgio Soave #1131
Avatar di Giorgio Soave
Il cancello di casa mia è proprio di fronte alla banca. Ogni giorno chi entra e esce dal cancello deve fare i conti con auto parcheggiate quasi in mezzo alla strada e auto in manovra che entrano ed escono dal parcheggio della banca, interferendo col notevole traffico di via Europa.
Quella banca è in posizione infelice e andrebbe rimessa nella vecchia posizione all'inizio di via Pascoli

"Movimento, colore, espressione"

"Movimento, colore, espressione"
Tornano gli appuntamenti con la cultura e l'arte a San Donato

Si terrà presso lo Spazio Calimera di via Jannozzi, 2 il laboratorio d'arte gratuito per bambini dagli 8 ai 10 anni.

Mercoledì 15 gennaio alle ore 16.30 su prenotazione obbligatoria i piccoli artisti potranno cosi partecipare ad un corso di percezione ed espressione attraverso la musica.

 


 

Log in to comment

Uomo incatenato davanti alla Snam

mo incatenato davanti alla Snam
La singolare protesta di Vincenzo Manica per la mancata erogazione di alcuni contributi dalla sua azienda, che lavorava per il gruppo sandonatese.

 

Secondo lui infatti la Romana Costruzioni che lavorava per conto della Snam non avrebbe adeguatamente pagato alcuni contributi all’uomo e cosi ha deciso di venire fino a San Donato e lo ha fatto munito di catene e lucchetto. Manica avrebbe già intentato in precedenz una causa contro la sua ex azienda, ma senza ottenere il riconoscimento del danno.

Una volta arrivato sotto la sede dell’azienda sandonatese ha preteso di parlare con i vertici dell’azienda che ovviamente hanno declinato l’invito. Sul posto sono quindi intervenute le forze dell’ordine di San Donato che hanno convito il pensionato a spostarsi dall’ingresso. Dopo ore di protesta silenziosa, proseguita senza catene e lontano dall’ingresso degli uffici, l’anziano uomo ha dovuto abbandonare l’impresa e con molta amarezza fare ritorno a casa, giù fino alla Calabria.

 

Log in to comment

Al via i corsi comunali

Al via i corsi comunali
Parte il secondo trimestre dei corsi comunali dedicati a sport e tempo libero

 

Per chi volesse aderire ai corsi sportivi le iscrizioni saranno aperte dal 13 al 18 gennaio. Per gli appassionati di musica, rock e moderna e danza le iscrizioni sono già aperte.

Per informazioni rivolgersi agli uffici dell'Assessorato sport e tempo libero del comune di San Donato.

Log in to comment

Evoluzioni sul ghiaccio a San Donato

Evoluzioni sul ghiaccio a San Donato
Già mille gli atleti iscritti all'associazione Asd Club che ha sede nel centro Metanopoli.

Molti pronti per l'attività agonistica.

Oggi molti dei bambini e dei ragazzi che nel corso del tempo, a partire da febbraio 2010, hanno iniziato a pratica fanno parte della sezione agonistica e gareggiano nel circuito della Fisg, Federazione italiana sport ghiaccio. Sono una trentina infatti gli atleti del territorio che si preparano a diventare campioni, già inseriti nella sezione agonistica, altri venti invece fanno parte della pre agonistica e stanno lavorando sodo per crescere.

La passione per il pattinaggio ha letteralmente contagiato il sud Milano.



Log in to comment

Giù le mani dalla Campagnetta

Il vecchio blog giù le mani dalla campagnetta

A causa di un errore tecnico il blog che ha raccontato il percorso per la realizzazione di un parco sulla Campagnetta, non è più disponibile.
Nel 2014 riapriamo il blog con un nuovo nome che più si addice al risultato ottenuto. 
Del resto, il precedente blog Giù le mani dalla Campagnetta è stato un blog che raccontava il percorso per un PARCO che ora di SICURO CI SARA'
 
Nasce quindi il nuovo blog PARCODELLACAMPAGNETTA.BLOGSPOT.IT
 
Si riparte da qui.
Ringraziamo tutti quanti  per averci aiutato a realizzare questo sogno, e contiamo sull'aiuto di tutti per un parco che abbracci i bisogni di tutta la comunità

Log in to comment

In materia di parità San Donato fa scuola

CS SDMIl progetto relativo alla proposizione di percorsi didattici sull'identità di genere promosso dal Comune è stato premiato dalla Regione Lombardia con un finanziamento pari a 10mila euro

Ottavo su trentanove con il massimo del finanziamento. Il progetto a Scuola di parità promosso dal Comune di San Donato è stato inserito nel ristretto lotto delle iniziative premiate dalla Regione
nell'ambito del bando Progettare la parità in Lombardia. A ricevere un contributo, compreso tra i 6mila e i 10mila euro, saranno in totale 27 enti. Solo una piccola parte di questi – meno della metà – riceveranno il contributo più elevato e San Donato figura in questa ulteriore cerchia circoscritta.

Il finanziamento regionale coprirà metà della spesa prevista per organizzare nelle scuole elementari e medie della città percorsi didattici sull'identità di genere al fine di stimolare la diffusione di una cultura in grado di superare gli stereotipi legati all'identità sessuale radicati nella nostra società. Destinatari dell'iniziativa, in partenza nelle prossime settimane, saranno 465 alunni di età compresa tra i 9 e gli 11 anni.

Leggi tutto...

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi