Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Asilo infanzia Colibrì chiude a Settembre 2019


C'era una volta un servizio nato per la città, un servizio che i cittadini apprezzavano
. Era l'asilo per l'infanzia nato con la legge 296/2006. L'asilo COLIBRÌ nasceva dall'applicazione dell'articolo 1 comma 630.
Si era così dato il via alla sperimentazione di servizi educativi rivolti a bambini di 2/3 anni denominati “sezioni primavera o ponte” volte a potenziare e differenziare l’offerta educativa a disposizione delle famiglie nella fascia d’età 0/3 anni in un’ottica tra l’asilo nido e la scuola dell’infanzia .

Permise l’apertura di un servizio “intermedio” che fu occasione pr avviare gradualmente il bambino alla scoperta di relazioni esterne alla famiglia e nel contempo l’occasione di sviluppo di una genitorialità consapevole ed aperta alla socialità. La sezione primavera era riservata ai bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi  con priorità ai bambini residenti nel Comune di San Donato Milanese, senza alcuna distinzione di genere, cultura, lingua, nazionalità, religione, condizioni personali e sociali, e potevano avere accesso a pieno diritto tutti i bambini in situazioni di differente abilità.

 

I PRINCIPI DELL'ASILO COLIBRÌ ERANO:

 

L’omogeneità dell’età dei bambini frequentanti ed il limitato numero di posti (massimo 20 ) consente di elaborare un progetto educativo focalizzato sulle potenzialità di questa specifica fascia di età .

E’ a quest’età che si realizzano importanti passaggi evolutivi .

E’ la fase evolutiva in cui si sviluppano creatività ,iniziativa, autonomia, interesse per la scoperta.

E’ l’età in cui si presenta la necessità di relazioni con i pari quale indispensabile strumento di crescita emotiva.

Ecco perché la sezione primavera deve essere in primo luogo uno spazio di relazioni in cui si sviluppa l’identità infantile emotiva, cognitiva, relazionale e sociale.

La sezione primavera non è solo un luogo che risponde ad un bisogno socio-assistenziale ma un luogo che offre al bambino delle opportunità e degli stimoli che lo portino ad acquisire nuove abilità e che rispondano ai suoi bisogni esplorativi , affettivi e di contatto.

Centrare il progetto educativo sull’idea di un bambino ricco e competente dà un valore aggiunto alla sezione primavera in quanto significa sostenere l’unicità di ogni bambino e la sua capacità di apprendimento e di espressione di sé.

La sezione primavera diventa quindi una sorta  di laboratorio della creatività e della soggettività in cui ciascun bambino trova stimoli alla propria crescita in tutti i campi dell’esperienza e dove nel piccolo gruppo è possibile trovare un  luogo favorevole allo sviluppo delle relazioni  interpersonali e del confronto.

 

Le diverse attività educative avranno quindi il compito di stimolare:

-      la curiosità, la conoscenza e la relazione

-      la scoperta attraverso attività piacevoli  di vari materiali naturali e dei loro diversi utilizzi ,

-      lo sviluppo del linguaggio e il conseguente potenziamento della capacità comunicativa anche emotiva.

 

 

GLI OBIETTIVI DELL'ASILO COLIBRÌ ERANO:

 

Il progetto educativo del servizio si baserà sui seguenti obiettivi:

-      Accoglienza : non solo del bambino  ( adattamento  graduale e personalizzato alle esigenze di ciascuno ), ma anche della  sua famiglia che deve trovare nel servizio l’accoglimento delle proprie insicurezze e dei propri dubbi ( colloqui periodici individuali, coinvolgimento  nella produzione o nel reperimento di materiale didattico di riciclo ) considerando l’ambito sociale e culturale di riferimento  di  ciascuno , favorendo il coinvolgimento di tutti e valorizzando le risorse di ciascuno;

-      Centralità della persona : ovvero organizzare spazi e tempi adeguati allo sviluppo armonico del singolo bambino in considerazione e nel rispetto dei ritmi evolutivi, delle peculiarità e delle predisposizioni di ciascuno;

-      Il gioco come strumento di comunicazione , espressione e crescita del bambino , che ne potenzi no l’autonomia nelle diverse aree di sviluppo (motoria, espressiva e sensoriale ) e che favoriscono

l’acquisizione delle regole , delle routine e delle abitudini che caratterizzano la vita di comunità;

-      La continuità con la Scuola dell’Infanzia favorendo occasioni di incontro con i bambini e il personale educativo;

-      Partecipazione delle famiglie alle attività del servizio attraverso una accurata documentazione ma anche attraverso la proposta di occasioni di incontro e di confronto;

-      Favorire la socializzazione fra bambini attraverso l’apprendimento di forme di cooperazione e di aiuto reciproco tra bambini e delle regole di convivenza in comunità.

 LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELL'ASILO COLIBRÌ ERA:

 Le attività proposte sono quelle tipiche della fascia 2-3 anni: canto, musica, lettura animata, psicomotricità,disegno, pittura , esplorazione sensoriale,  manipolazione , gioco simbolico( ad es. angolo cucina , gioco con le bambole , angolo dei travestimenti ) , gioco euristico ( attività di esplorazione spontanea su materiale “ non  strutturato “ ovvero che non fa parte dei giocattoli tradizionali  ma si tratta di semplici oggetti d’uso domestico ).

Il progetto educativo dovrà essere un progetto “dinamico “, flessibile così da adeguarsi  maggiormente alle caratteristiche dei bambini.

E’ importante infatti ricordare che lo spazio educativo per essere tale non deve limitarsi ad essere a misura di  bambino , sicuro e strutturato ma deve essere lo spazio PER QUEI bambini , per i bambini che lo frequentano, i quali  devono avere la possibilità di PROGETTARE E VIVERE gli spazi INSIEME alle loro educatrici.

ORA DIMENTINTICATEVI TUTTO QUESTO. 

I Bambini da Settembre 2019 saranno smistati in altri luoghi per l'infanzia, luoghi che non hanno le stesse caratteristiche di sperimentazione. Gli Educatori, insegnati, del Colibrì verranno destinati a ricoprire altri ruolI che nulla hanno a che fare con i BAMBINI.
Abbiamo incontrato Elena, una cittadina di San Donato Milanese che ci ha rilasciato questa dichiarazione. Abbiamo realizzato un podcast, per lasciare traccia, perchè è dagli errori del passato che possiamo costruire un futuro migliore.
Riteniamo che i cittadini debbano essere ascoltati, sempre !!!



PDF: Cos'era l'Asilo Colibrì


Redazione RecSando - Fabrizio Cremonesi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

La settimana del benessere dura 9 giorni

CS SDMSabato 1 giugno parte la programmazione dedicata al miglioramento dell’equilibrio psico-fisico. Tante iniziative da associazioni, commercianti e professionisti

Torna la Settimana del Benessere e lo fa in formato extra large. La seconda edizione dell’evento corale dedicato al miglioramento dell’equilibrio psico-fisico durerà, infatti, non i canonici 7 giorni ma ben 9. Merito della grande partecipazione di associazioni, commercianti e professionisti che hanno raccolto l’invito lanciato dall’Amministrazione comunale a ripetere la positiva esperienza dello scorso anno.

Dall’1 al 9 giugno, in città, andrà in scena un ricco calendario di eventi. In tutto – tra le attività proposte dal Comune in collaborazione con le associazioni e quelle promosse dai commercianti e dai professionisti – si tratta di una cinquantina di appuntamenti. Vari i temi e i gusti trattati, perché non esiste una sola ricetta per raggiungere il benessere, obiettivo che può essere centrato godendosi una gradevole esibizione musicale, piuttosto che prendendosi cura del proprio corpo. Le “vie” che porteranno al benessere sono elencate con completezza sul sito web dell’Ente all’indirizzo bit.ly/benesseresdm2019.

Leggi tutto...

Log in to comment

Nel futuro Parco Gustavo Hauser, avvistato un capriolo nei pressi di RecSando

Un capriolo a spasso nel giardino della scuola
Il capriolo a spasso ieri mattina nel giardino della scuola Martin Luther King di via Di Vittorio
 

Un capriolo a spasso nel giardino della scuola

San Donato, la curiosa incursione nell’istituto Martin Luther King

 

Un capriolo nel giardino della scuola elementare Martin Luther King di via Di Vittorio: l’inattesa presenza ha creato una mobilitazione che ieri è durata per buona parte della giornata.

L’esemplare è stato notato intorno alle 8.30 dai personale della scuola che ha immediatamente dato l’allarme. Mentre erano in corso i lavori per smontare i seggi elettorali, sul posto in prima battuta sono intervenuti i vigili del fuoco di Milano e i volontari di Melegnano che, insieme agli operatori dell’Enpa, con l’impiego di apposite reti hanno tentato di catturare e mettere in sicurezza l’animale che scorrazzava libero nell’area verde protetta dalla recinzione.

Fonte: Il Cittadino

Log in to comment

… e L’UE è (dis)FATTA!

27 maggio 2019: segnatevi questa data!

Carissimi SandoEuropei, riceviamo da un nostro Fondatore, fondatore di RecSando, Franco Oriti e volentieri pubblichiamo.  Lo ringraziamo per aver contribuito a fornire a tutti noi spunti di riflessione sul futuro dell'Europa, che dipende dal nostro voto, dalla nostra partecipazione.
L'immagine realizzata da Franco Oriti, molto rappresentativa a nostro avviso, ci viene gentilmente concessa per accompagnare questo articolo sull'Europa. Un Grazie da tutto lo staff RecSando




di Franco Oriti

Dal 27 maggio 2019 l’Unione Europea (UE) non sara’ piu’ la stessa.
O rinasce con le riforme o perisce dopo oltre 60 anni e noi europei, dovremo forse cambiare completamente le nostre abitudini, i nostri approcci commerciali e il nostro modo di vivere.
I fatti e gli eventi non sono piu’ solo locali, regionali o nazionali ma ormai ci coinvolgono anche quegli eventi che accadono nei luoghi piu’ remoti del nostro piccolo continente e sul nostro unico pianeta.
Il populismo, il sovranismo e il nazionalismo ci sono sempre stati fin dai tempi antichi ma esistono anche oggi in un periodo che oggi denominano “globale”.
Possono i cittadini di questo mondo, populista, sovranista e nazionalista, co-esistere pacificamente e progredire con i “cittadini del mondo” in questa era globale?
Alle idee, convinzioni, forze, movimenti e partiti nazionalisti, antieuropeisti, razzisti e xenofobi dei primi si contrapporranno in queste elezioni europee quelle europeisti, solidali, ecologici, liberali e democratici; entrambe le parti dovranno tenere conto di quanto accaduto in questi quasi 70 anni di pace, sviluppo e benessere e soprattutto nell’ultimo decennio, dalla crisi economica quasi mondiale del 2008 ai giorni nostri passando per i flussi migratori, il terrorismo internazionale, cambiamenti climatici e l’aumento sempre maggiore del divario tra ricchi sempre piu’ ricchi e poveri sempre piu’ poveri.
Gli elettori dovranno poi considerare l’inadeguatezza delle risposte date fino ad ora da parte delle classi politiche e/o dei governanti messi li’ a decidere e a governarci a livello locale, regionale, nazionale ed europeo e non dovranno sottovalutare nemmeno le aumentate richieste di autonomie regionali e locali.
Per oltre 70 anni abbiamo vissuto in Europa in civile convivenza di pace, benessere e prosperita’ seguendo quegli  ideali di liberta’, eguaglianza, solidarieta’, giustizia e democrazia che molti nel mondo ci invidiano.
Abbiamo grazie alla libera circolazione delle persone fatto circolare studenti dei suoi paesi membri in giro per l’Europa (vedi Erasmus) facendoli arricchire sia dal punto di vista culturale che di conoscenze delle lingue e delle abitudini altrui.

Leggi tutto...

Log in to comment

Due alberi per due modelli di umanità

CS SDMVenerdì, il Giardino dei Giusti accoglierà una nuova coppia di piante simboliche

Anche quest’anno, la città di San Donato dedicherà due alberi ad altrettanti uomini Giusti che, con atti di coraggio, pace e determinazione, sono diventati un modello di umanità. La cerimonia d’intitolazione – in programma venerdì 24 maggio, alle 17, nel Giardino dei Giusti di via Maritano (accanto alla caserma dei Carabinieri) – attribuirà a Emilio Lavagnino, critico d’arte che mise in salvo dai trafugamenti nazisti e dai danni bellici molti beni culturali, e Khaled al-Asaad, direttore del sito di Palmira trucidato dall’Isis nel 2015, il riconoscimento di Giusti del patrimonio artistico.

Per ognuno dei nuovi giusti – individuati dai ragazzi del Liceo Primo Levi nell’ambito del progetto dedicato alla Memoria e ai Giusti del presente – sarà anche collocata una targa celebrativa, svelata alla presenza delle autorità locali, del corpo scolastico e dei rappresentanti dell’associazione Gariwo. Per ricordare le azioni esemplari dei due studiosi, interverranno Maria Teresa Grassi, docente dell’Università degli Studi di Milano, e Vincenzo Tschinke, nipote di Emilio Lavagnino.

Leggi tutto...

Log in to comment

Patto tra Enti per rilanciare l'ex mensa dell'Omni

CS SDMCittà Metropolitana e Comune hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per riqualificare i locali in disuso del polo scolastico di via Martiri di Cefalonia

Uno spazio inutilizzato da anni, due Enti e la volontà condivisa di restituirlo alla collettività. Sono gli elementi su cui si basa il protocollo firmato ieri pomeriggio dai rappresentanti della Città Metropolitana di Milano e del Comune di San Donato per avviare un percorso di collaborazione finalizzato alla riqualificazione dei locali dell’ex mensa dell’Omnicomprensivo con l’obiettivo comune di farlo tornare a «essere abitato e vissuto» come risorsa della Comunità.

In linea di continuità con il suo passato e il contesto in cui inserito (un polo scolastico superiore che quotidianamente ospita oltre 3mila studenti), il punto di partenza sarà “ripensare” questo grande spazio come luogo in cui promuovere il protagonismo giovanile, elemento che guiderà la co-progettazione prevista dall’accordo. Città Metropolitana e Comune gestiranno insieme la regia della progettazione partecipata che coinvolgerà i diretti interessati dall’iniziativa, a partire dagli istituti scolastici che hanno sede nell’Omni e dai loro studenti. Il percorso condiviso dovrà definire la futura destinazione dei locali – oggi inutilizzabili – stabilendone, altresì, la forma di gestione, il design e la sostenibilità in termini economici.

Leggi tutto...

Log in to comment

RecSando 4.0 - dopo assemblea dei soci al via la nuova Associazione

RECSANDO 4.0 - dopo l'assemblea dei soci nasce la nuova associazione ONLUS




Il 6 giugno 2019 alle ore 21:00 si terrà l'assemblea annuale dei Soci RecSando / Bicipolitana Network . Chi è socio/a ha già ricevuto l'email di convocazione.

Ci sarà il rinnovo delle cariche e del Comitato Direttivo.


Sarà un'assemblea molto importante, nella quale verranno decise le sorti della Rete Civica attuale e la sua trasformazione in Onlus con un nuovo statuto e un nuovo comitato direttivo.
L'attuale layout e la piattaforma joomla che attualmente è utilizzata da RecSando, verrà abbandonata.

I Forum di discussione all'interno del sito ufficiale verranno eliminati e anche tutti gli utenti.

Stiamo lavorando alla nuova interfaccia RecSando 4.0 che porterà con se tutti i vecchi contenuti relativi alle rubriche e gli articoli della Redazione: La nuova piattaforma diventerà la nuova interfaccia che potrà essere utilizzata anche su smartphone e utilizzata da associazioni, blogger e comitati che ne faranno richiesta.

Leggi tutto...

Log in to comment