Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Indice articoli

 

 

Venerdi 13 Giugno, un sacco di gente in piazza della Pieve prende posto sulle sedie per vedere il grande mitico uomo, cantante, artista poeta, Eugenio Finardi che ci ha raccontato nel corso degli anni attraveverso le sue poesie in musica l'Italia migliore che non stava a guardare passiva tutto quello che accadeva, ma aveva voglia di lottare per un ideale di vita migliore.

Venerdi 13, ore 21.15 grandi nuvole nere si addensanso sulla piazza, iniziano le prime goccie e a seguire un grande temporale. Le persone in piazza, si riparano sotto il grande tendone della piazza, che ospita il bar, allestito a dovere con tavoli e sedie.
Nel giro di poco tempo dal cielo scende una pioggia torrenziale, tutto il tendone viene chiuso per impedire all'acqua di entrare, la gente al riparo aspetta che cessi di piovere.
Una grande pioggia intensa , che si riversa ovunque, durata circa mezz'ora compromette la serata. Dal Palco a microfoni spenti viene annunciato che a causa di questo il concerto viene annullato e rimandato al 21 Giugno alle ore 21.30 sempre in Piazza della Pieve.

Ma Eugenio è un grande artista, soprattutto un grande uomo, incredibilmente "extraterrestre" e nel vedere quanta gente era venuta li per vederlo, nonostante le condizioni atmosferiche avverse, annuncia che rimarrà lo stesso con noi, improvvisando con mezzi di fortuna, un incredibile emozionante concerto acustico al riparo, sotto il tendone di piazza della Pieve.
Iniziano i preparativi, i musicisti che lo accompagnano e lo stesso Finardi, si siedono su delle sedie, e lo spettacolo ha inizio.
Un concerto atipico, Eugenio dialoga con il pubblico, ricorda che oggi 13 giugno di tanti anni fa, era il 1979 moriva il grande Demetrio Stratos, cantante degli Area, colpito da una gravissima forma di anemia aplastica.

Demetrio andò a curarsi al Memorial Hospital di New York. La notizia si diffuse in breve tempo in tutti gli ambienti musicali italiani. Fu organizzato a Milano un concerto (Concerto per Demetrio) per raccogliere fondi che sarebbero serviti per garantirgli la costosa degenza, in attesa di un trapianto di midollo osseo. A questo concerto accettarono di suonare tutti i maggiori artisti della musica italiana "impegnata" ma le condizioni di Stratos si aggravarono improvvisamente e il cantante morì il 13 giugno 1979, per collasso cardiocircolatorio.
Sotto il tendone, lo spettacolo inizia con la canzone HOLD ON, dedicata a Demetrio, un grande pezzo blues.

Eugenio ci regala i pezzi migliori del suo repertorio, tra gli altri ad accompagnarlo ad una batteria improvvisata l'artista Mauro Spina, sandonatese, colui che ha suonato con Eugenio Finardi nell'album Blitz la versione originale di Extraterrestre.
Il pubblico è entusiasta di questo concerto, lo stesso Finardi lo è, grande partecipazione e coinvolgimento, la gente canta insieme a Eugenio Musica Ribelle, la Radio, Extraterestre, Oggi ho imparato a volare, e Finardi ci regala anche una bellissima versione di No Woman No Cry di Bob Marley, suonata in chiave blues, con ricchi suoni e improvisazioni all'interno che la fanno diventare "So Lonely" dei Police.

Verso la fine suona per noi " Satisfaction" dei Rolling Stones e un brano dedicato a tutte le donne " Patrizia".
La fine del concerto si conclude con "Amore Diverso" un grandissimo brano, che dedica alla figlia Elettra, presente al concerto.

Peccato che non c'eravate vi siete persi anche la visione di un Sindaco che immerso totalmente nelle bellissime interpretazioni di Finardi ed estremamante coinvolto dalla musica, forse per una serata ha dimenticato gli ardui compiti di questa amministrazione.

Se vi siete persi questa bellissima emozionante serata, non mancate al concerto ufficiale, rimandato al 21 Giugno alle 21.30 e spargete la voce.

Eugenio merita proprio di avere una Piazza stracolma di persone, ci racconterà attaverso la sua musica, le canzoni del suo ultimo album "Fibrillante" “Un disco di lotta contro un nuovo Medioevo”

Foto di Lugi Sarzi Amadè

Articolo a cura dei servizi giornalistici di RadioCodaRitorta

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi