Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

La riasfaltatura sull’asse di collegamento con San Giuliano è iniziata con qualche inevitabile problema di traffico che l’Amministrazione è impegnata a ridurre al minimo
 
Sono iniziate lunedì le opere di riasfaltatura del tratto sandonatese di via per Monticello – dall’incrocio con via Maritano a quello con via Risorgimento, al confine di San Giuliano – e, com’era prevedibile, i disagi sul fronte del traffico non sono mancati. Trattandosi di un’arteria di collegamento fra due Comuni, utilizzata da molti pendolari in alternativa alla Paullese da una parte e alla via Emilia dall’altra, non era possibile immaginare un “impatto zero” sulla circolazione. Alcuni cittadini hanno chiamato gli uffici dei due palazzi comunali per lamentarsi mentre altri hanno utilizzato i social network per sfogare la propria irritazione.  L’Amministrazione di San Donato vuole ricordare agli utenti che l’opera in questione – segnalata con opportuna cartellonistica da diversi giorni, oltre che con comunicazioni mirate (si veda il comunicato stampa del 19 maggio), al fine di consentire ai cittadini di riorganizzare i propri spostamenti – era attesa da tutti da mesi, se non da anni, viste le condizioni di gravissimo degrado in cui versava il manto stradale, che quest’inverno aveva imposto ripetute azioni di tamponamento delle buche prodotte da piogge e nevicate. Si è attesa la fine delle scuole per procedere all’intervento che non è invece possibile realizzare nel mese di agosto, come qualcuno ha suggerito, per problemi tecnici non legati agli enti ma alla fornitura dei materiali.
 
«I lavori più impegnativi (quelli nel tratto fra via Leopardi e l’incrocio con via Risorgimento) sono limitati a una decina di giorni – spiega il Sindaco Andrea Checchi – purtroppo qui la carreggiata è troppo stretta e non consente il passaggio, neanche a senso unico alternato, delle vetture. Nella tratta successiva, invece, la circolazione potrà riprendere, seppur a scartamento ridotto. Ricordo che si tratta di un intervento non più rinviabile per le condizioni di grave pericolosità dell’arteria; non si tratta di una banale riasfaltatura ma di un’opera di riqualificazione radicale che comporta la fresatura del fondo, la stesura del binder (strato sottostante al manto stradale), il livellamento dei chiusini (tombini e pozzetti), la posa del tappeto d’usura e, infine, l’apposizione della segnaletica orizzontale. Abbiamo chiesto all’azienda di lavorare senza pause nelle ore di luce per accelerare al massimo la conclusione delle opere (prevista per fine mese). Qualche disagio in casi come questi è inevitabile ma ampiamente ripagato dal risultato finale. Chiediamo un po’ di pazienza nella consapevolezza che a lavori terminati la via per Monticello sarà finalmente un’arteria transitabile a tutti i veicoli in condizioni di adeguata sicurezza. Colgo quindi l’occasione per ringraziare i cittadini di San Donato e San Giuliano per la fattiva collaborazione.»
Log in to comment

Inviato: 15/06/2014 07:52 da Giorgio Soave #2112
Avatar di Giorgio Soave
Perchè si sono resi conto che, con il traffico pesante per il cantiere in via Monticello, la via solo asfaltata sarebbe tornata in poche settimane allo stato di prima.
Adesso tornerà in condizioni accettabili, ma se sperano che i problemi poi siano finiti si sbagliano. La via Monticello non è adatta per l'uso attuale, dovrebbe essere solo usata per il traffico locale. Ma che ce ne facciamo poi delle migliaia di auto che ogni giorno attraversano San Donato ? Quello è il vero problema.
Inviato: 14/06/2014 18:27 da Luigi Verdicchio #2108
Avatar di Luigi Verdicchio
Dalle "parole del sindaco Checchi" (home page) abbiamo appreso:
Non si poteva optare per la chiusura di una sola corsia? No, perché la strada è molto stretta in certi punti, vedasi il tratto subito dopo la rotonda dell’ospedale, che si restringe in più punti.

Dunque è ufficiale, l'arteria alternativa alla via Emilia e alla paullese, la cui chiusura è causa di tanti disagi e problemi seri per la croce rossa di servizio al pronto soccorso dell'ospedale, è troppo stretta, ma non si dice quando sarà posto rimedio a questa inadeguatezza.
Da quando ancora detto dal Sindaco, il Comune lamenta il fatto che i costi di manutenzione di questa arteria siano a carico solo di San Donato. Ciò fa ritenere che non si pensa minimamente di affrontare il suo allargamento e, quindi, il miglioramento della scorrevolezza. Dobbiamo quindi pensare che l’amministrazione rimandi la soluzione all'avvento dell’istituzione dell’area metropolitana? Se così fosse i pendolari e i cittadini dovranno pazientare per molti anni

Circa i lavori leggo:
Il problema che si è trovato, è maggiore e più grave di quanto si aspettassero. Non si tratta di rifare 5 cm di manto stradale..,bensì 50 centimetri, in quanto si è scoperto che sotto non c’è ghiaia o materiale compatto, che spiega le voragini che si creano con la pioggia, ma c’è soprattutto fango.

Interessante! Non sono un tecnico di questa materia eppure più volte negli anni, come anche nei giorni scorsi, avevo facilmente intuito e scritto su questo forum che la creazione continua di buche per mezzora di pioggia e sempre negli stessi punti non poteva che essere imputabili agli aspetti strutturali sotto l’asfalto.
Mi chiedo come mai l’ufficio tecnico del comune per rendersene conto ha dovuto attendere quattro giorni di lavoro?
Inviato: 12/06/2014 11:09 da Nicola Torraca #2096
Avatar di Nicola Torraca
"La riasfaltatura sull’asse di collegamento con San Giuliano è iniziata con qualche inevitabile problema di traffico che l’Amministrazione è impegnata a ridurre al minimo". Come? ha piazzato qualche vigile nei punti strategici? ha cambiato la funzionalità del semaforo con la via Emilia? Nulla di tutto questo. Ha solo piazzato qualche cartello.
"L’Amministrazione di San Donato vuole ricordare agli utenti che l’opera in questione – segnalata con opportuna cartellonistica da diversi giorni, oltre che con comunicazioni mirate (si veda il comunicato stampa del 19 maggio), al fine di consentire ai cittadini di riorganizzare i propri spostamenti". E come mi sarei dovuto organizzare? che grandi pensieri organizzativi avrei dovuto fare? partire mezz'ora prima per arrivare puntuale? prendere dei mezzi pubblici che, non solo non sono stati potenziati, ma a causa del traffico hanno perso qualunque livello di puntualità?
"non è invece possibile realizzare nel mese di agosto, come qualcuno ha suggerito, per problemi tecnici non legati agli enti ma alla fornitura dei materiali."
E come mai l'anno scorso l'asfaltatura di via morandi è stata fatta nel periodo luglio/agosto? Come mai moltissime città italiane programmano lavori di asfaltatura ad agosto per minimizzare i disagi? I materiali mancano solo a San Donato nel 2014 (visto che nel 2013 c'erano ad agosto)
In questo articolo non ho trovato una sola dichiarazione dell'amministrazione che mi abbia chiarito le scelte fatte in compenso mi ha fatto arrabbiare di più per la leggerezza con cui vengono rilasciate dichiarazioni senza costrutto

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi