Il suo fare sospetto ha attirato l'attenzione dei carabinieri, che dopo averlo visto aggirarsi nel centro abitato lo hanno seguito fino a casa. Così un giovane pusher, che in giardino coltivava quattro piante di marijuana, è stato arrestato ieri sera a Mediglia con l'accusa di spaccio. Oltre alle piantine illegali, a casa del giovane sono stati trovati 35 grammi di hashish. Il pusher è un italiano di 27 anni, l'operazione è stata eseguita dai carabinieri di Paullo. L'arresto è stato convalidato ieri dai giudici del tribunale di Lodi, che tuttavia non hanno ritenuto di sottoporre il 27enne a misure cautelari.

A San Donato, invece, nella rete dell'Arma è finito un ladro di alcolici. Dopo aver rubato alcune bottiglie dagli scaffali del Billa, il supermercato lungo la via Emilia, l'uomo, un bulgaro 38enne senza fissa dimora, ha cercato di ritagliarsi una via di fuga ingaggiando una collutazione con una delle guardie del negozio. L'intervento di una pattuglia ha riportato la situazione alla normalità. Il taccheggiatore è stato bloccato e arrestato con l'accusa di rapina impropria. Ha trascorso la notte nelle celle di sicurezza della caserma, quindi, questa mattina, è comparso davanti ai giudici. L'arresto è stato convalidato e l'uomo è finito in cella. ( fonte Milano Today )

 

Log in to comment