Massimo GattiMassimo GattiI dati emersi dall’insediamento del Tavolo operativo permanente sulle opere Expo, hanno suscitato la dura reazione di Massimo Gatti, Capogruppo in Provincia di Milano per la Lista un'Altra Provincia-PRC-PdCI.

«Trovo vergognoso – ha commentato Gatti - che l'unico risultato emerso dal vertice bilaterale tra Lupi e Maroni, sia l'ennesimo regalo ai padroni delle autostrade, con la defiscalizzazione sull'intero costo della Pedemontana». «Gravissimo anche che l'incontro abbia decretato la cancellazione del trasporto pubblico su ferro – ha aggiunto il consigliere - .

Si decide quindi di finanziare solo ed unicamente le strade e gli asfaltatori, alla faccia delle sacrosante proteste dei comitati, dei cittadini e delle Istituzioni dei territori, che in questi anni si sono battuti e si stanno battendo per la tutela dell'ambiente e della salute pubblica».

«Solo la mobilitazione dal basso può invertire la rotta – ha concluso Gatti -, come dimostrato dal movimento No Canal!. Per questo parteciperò alla “Fiaccolata No Canal!”,organizzata per giovedì 13 Marzo alle ore 19.00 in Piazza della Scala a Milano ed invito le cittadine e i cittadini a partecipare numerosi».

Log in to comment

Inviato: 13/03/2014 17:39 da Filippo Pisoni #1673
Avatar di Filippo Pisoni
Ma anche le vie d'acqua non sono tutto oro....
Per Expo si era pensato (poi annullato ed ora ripensato) di aprire "ex novo" delle vie d'acqua, espropriando o interrompendo alcune zone ancora verdi del sud Milano.
E ciò equivale a costruire una nuova strada, con la differenza che invece dell'asfalto si vede acqua (ma il fondo è di cemento...).
E' un po' come il canale scolmatore.... seppur artificiale in tutti i sensi (e con qualcosa d'altro dentro....ma non imorta...) , viene considerato comunque un "corso d'acqua" da tutelare... :huh:
Inviato: 13/03/2014 14:57 da Giorgio Soave #1671
Avatar di Giorgio Soave
Se ho capito bene il movimento No Canal si oppone allo sfruttamento della zona in cui era stato prevista la costruzione di un canale navigabile fin al Po, progetto poi abbandonato, per la costruzione di un'altra autostrada; come se mancassero le autostrade.
Lo ripeterò ancora: un'autostrada, una superstrada sono delle ferite nel territorio, che accelerano la velocità nel loro senso ma tagliano le comunicazioni in senso trasversale. Tangenziali, autostrade, superstrade sono delle gabbie in cui ci muoviamo, solo in auto e con numerosi ostacoli. Guardate la Paullese: permette a migliaia di persone di arrivare sulla tangenziale, ma è un ostacolo quasi insormontabile a chi vuole attraversarla. Chi vuole arrivare in auto al Metro o all'INPS, deve andare fino a Peschiera e poi tornare indietro nell'altro senso, perchè mancano gli attraversamenti. Chilometri di strada inutili. Quelle zone in pratica non fanno più parte di San Donato. Occorrerebbero cavalcavia e sottopassi, ma si vede che costano troppo, per cui dobbiamo accontentarci di scorrazzare avanti e indietro sulla Paullese, ben allineati in colonna. Non è una situazione da paese civile.
Inviato: 13/03/2014 10:15 da Filippo Pisoni #1665
Avatar di Filippo Pisoni
Come scive Luca: "Persa ogni speranza"...
Italia in balia di gentaglia che sta distruggendo (comunque con il silente beneplacito di quelli che nulla fanno per opporsi) questo povero paese.