Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

20140223_173400 20140223_173409  Domenica, 23 febbraio.

Le baracche sotto il cavalcavia di via Parri, che avrebbero dovuto essere rimosse a metà mese, sono ancora al loro posto. Non solo: sono ancora abitate. Durante la nostra perlustrazione abbiamo potuto notare un paio di uomini all’interno dell’area occupata da masserizie di ogni tipo, e un terzo che si avvicinava con un sacchetto in mano.

 

Alla vista della nostra automobile uno di loro è uscito dalla precaria abitazione intimandoci di fermarci, cosa che ovviamente non abbiamo fatto. Come si può vedere dalle poche foto che siamo riusciti a scattare, non solo si può ancora accedere all’area con i veicoli, in quanto i new-jersey collocati recentemente sono stati spostati, ma l’area è ancora nelle stesse identiche condizioni di quando l’avevamo fotografata la prima volta, spazzatura compresa. Sporcizia e rifiuti ovunque.

A detta della nostra Amministrazione la proprietà del parcheggio (Pirelli R.E.) avrebbe dovuto liberare l’area entro metà mese ma non era stata emessa un’ordinanza per vari motivi. Purtroppo il “gentlemen agreement” non sempre funziona e il privato, se non è messo alle strette, evita volentieri di fare il proprio dovere.

Perchè, in effetti, è un dovere della proprietà dell’area quello di mantenerla pulita e in sicurezza, cosa che non avviene da molti anni. Che cosa si aspetta dunque a intimare a Pirelli di fare ciò che è dovuto? Per quanto tempo ancora dovremo vedere le famiglie con i bambini, che frequentano il parco di via Olona, convivere  con questo terribile degrado?

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi