Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

1779104_700218443332588_327645165_n 1604784_700218589999240_863048816_n 1157508_700218463332586_695103081_n 1011119_700218579999241_2002972597_n 1017162_700218449999254_1612553719_n 1797385_700217119999387_1774517747_n 1012060_700217129999386_707039231_n

La ristrutturazione di via Di Vittorio, avviata sotto la giunta Taverniti, come sappiamo non ha mai riscontrato i favori degli abitanti della via. I “paletti storti”, cioè i dissuasori della sosta usati al posto dei soliti archetti, sono sempre stati giudicati pericolosi, sia per gli spigoli appuntiti, sia per la loro collocazione. La mancanza di ortogonalità, poi, non è mai stata digerita, così come quella dei lampioni, e viene considerata una bizzarria inutile. Ma ciò che più infastidisce è forse la pavimentazione dell’area di largo Impastato e della zona prospiciente la posta. Bella come materiale ma posata male, tanto che il Sindaco seguente, Mario Dompè, dovette intervenire per rifarne diversi tratti.

 

Ora il problema si ripete: gli elementi posati a sabbia con la pioggia che si infiltra nel sottofondo, si muovono, si alzano e diventano un pericolo per i pedoni ma anche per le automobili. La complanarità del manto stradale non è più assicurata. Il Presidente del Comitato Di Vittorio/Parri/Certosa si è così attivato per segnalare il caso al Comune, con una lettera che metteva in evidenza la pericolosità della situazione e chiedeva immediati interventi almeno per ripristinare un minimo di sicurezza. La risposta da parte dell’Ufficio Tecnico è stata celere. Nel mese di marzo, piogge permettendo, la pavimentazione verrà rimossa e sostituita con un manto di asfalto. Nel frattempo viene assicurato che ci saranno interventi di sistemazione delle singole piastrelle sollevate. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente del Comitato, Italo Scardovelli, che però stigmatizza come, in attesa dei piccoli interventi di manutenzione, non sia stata posta in loco nemmeno una segnaletica di pericolo, soprattutto nei punti più ammalorati. Anche la posa di una lastra di metallo a copertura delle irregolarità potrebbe aiutare ad evitare cadute accidentali dei pedoni o danneggiamenti alle automobili in transito, dichiara il Presidente, ma finora non si segnalano interventi in questo senso.

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi