CS SDMLa festa patronale, quest’anno, sarà dedicata a rivolgere la riconoscenza della Comunità a chi se n’è preso cura durante l’emergenza sanitaria

LA FESTA del patrono, quest’anno ancor più che in passato, sarà l’occasione per rivolgere la gratitudine della Comunità verso chi se n’è preso cura con grande attenzione e profondo altruismo. I drammatici mesi dell’emergenza Covid-19 sono stati contrassegnati dall’impegno di tante persone che si sono sentite in dovere di spendersi per gli altri, affrontando con coraggio e determinazione giorni incerti e ricchi di insidie. A loro sarà dedicata gran parte della cerimonia istituzionale che, come tradizione, vedrà l’Amministrazione comunale rendere merito a una serie di cittadini tramite l’assegnazione delle Benemerenze, delle Targhe di Riconoscenza e del Ringraziamento ai dipendenti dell’Ente con 25 anni di servizio. Ai civici riconoscimenti classici, come detto, si sommeranno quelli rivolti a chi ha esercitato un ruolo attivo nella gestione dell’emergenza Covid: volontari, medici di famiglia e associazioni.

La cerimonia istituzionale si svolgerà sabato 26 settembre. Al mattino, alle 11, saranno premiati gli uomini e le donne che da un quarto di secolo lavorano in Municipio. Proseguirà, poi, nel pomeriggio con la consegna dei premi tradizionali e dei riconoscimenti speciali. Alle 15, di fronte al Municipio, il Sindaco assegnerà le Benemerenze, le Targhe di Riconoscenza e le Pergamene di Ringraziamento ai medici di famiglia, ai volontari, alle associazioni e alle realtà cittadine attive nel fronteggiare l’emergenza sanitaria ed economica. La cerimonia, in linea con i protocolli di sicurezza anti-Covid, sarà a “numero chiuso”, per evitare assembramenti e per garantire il rispetto della distanza interpersonale. Per ovviare alla impossibilità di seguirla dal vivo, gli interessati potranno guardarla in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’Ente (@comunesdm). In caso di pioggia, l’evento sarà riprogrammato il sabato successivo (3 ottobre). In caso di pioggia, invece, non sarà rinviata la messa dedicata a San Donato Vescovo e Martire in programma nella chiesa che porta il suo nome, sempre sabato 26, alle 18.

Quest’anno, al cerimoniale istituzionale non si accompagnerà il “classico” programma aggregativo con il mercatino lungo via Libertà. Ragioni di opportunità e sicurezza hanno imposto un cambiamento di pianificazione degli eventi che saranno diffusi nell’arco di tutto il fine settimana in diversi luoghi della città. Il sabato, gli appuntamenti saranno tre: un concerto di musica classica in via Battisti (di fronte al Pan Caffè) con un quartetto di archi eseguito da diplomati del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano (alle 11), uno spettacolo di magia in piazza Tevere (dalle 16 alle 18) e un pomeriggio di musica acustica, sempre in via Battisti, con i maestri della Scuola di Rock (alle 18) e di jazz con una band guidata da Giulio Buscarino (alle 20).

La domenica il programma si aprirà con l’evento di stampo ecologico “Puliamo il Mondo” che interesserà l’area naturalistica lungo le sponde del Lambro (appuntamento per i volontari alle 9.30 nel parcheggio di via Gela), proseguirà con una doppia esibizione in contemporanea (alle 11) della Flight Band, impegnata sia nel porticato all’inizio di via Martiri di Cefalonia sia nell’area del Laghetto, e con il picnic nell’area Orti di via Fiume Lambro (alle 12, per prenotazioni 02-52042713 e 328-1820916). Nel pomeriggio l’appuntamento sarà ancora con la musica nel porticato di via Martiri di Cefalonia che farà da cornice a un quartetto di archi di diplomati del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano (alle 16) e alla musica jazz della Rain Band. Musica pomeridiana (alle 16), infine, anche al Laghetto con i maestri del Civico Istituto Musicale.

Il week end del patrono inaugurerà la rassegna autunnale di eventi “ViVaSDM – Quest’anno l’autunno è la nuova estate” che accompagnerà la Comunità verso la stagione invernale con un ricco calendario di occasioni per incontrarsi e intrattenersi insieme promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la neonata AssoSanDonato, realtà associativa che include attività commerciali e imprenditoriali della città.

«Il patrono – commenta l’Assessore agli eventi Francesco De Simoni - come da tradizione, segna l’avvio di un nuovo ciclo di vita cittadina. In quest’anno straordinario, all’autunno affidiamo un compito speciale. A esso chiederemo di farci recuperare il tempo “perduto”, in primavera, chiusi nelle nostre case, e “speso”, in estate, per scrollarci di dosso tristezza, dubbi e timori. Con la consapevolezza di come possiamo tornare a condividerlo in piena sicurezza, quel tempo rimasto sospeso a lungo torneremo a viverlo insieme in tanti luoghi della nostra città».

«Guardiamo con interesse – aggiunge l’Assessore al commercio Serenella Natella – alla partnership con la AssoSanDonato, realtà che riunisce i titolari di diverse attività cittadine che, nonostante la crisi, hanno deciso di collaborare a rilanciare la vita aggregativa della nostra città. L’auspicio è che questa collaborazione sia la prima di molte altre».

«Sabato prossimo – conclude il Sindaco Andrea Checchi – rivolgeremo la gratitudine della nostra Comunità verso chi, durante il lockdown, ha svolto un ruolo straordinario nel sostenere e difendere i nostri concittadini più fragili e vulnerabili. La cerimonia di consegna dei civici riconoscimenti, quest’anno ancor più che in passato, assumerà uno straordinario valore di espressione di riconoscenza verso chi ha compreso a fondo e tradotto in gesti concreti i principi su cui si fonda il nostro vivere assieme».

 

Log in to comment