Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SDMSi parte con un’offerta diffusa sul territorio e partecipata. Oltre alla proposta del Comune, saranno attivate quelle delle parrocchie e delle associazioni sportive

 L’OBIETTIVO era iniziare lunedì 15 giugno. È stata una gara contro il tempo quella affrontata dai tecnici dell’Ente insieme agli Amministratori, ai gestori dei Centri estivi comunali e ai rappresentanti delle parrocchie e delle associazioni sportive locali. Una gara avviata, seppure vi fosse una prima ipotesi di lavoro in attesa delle indicazioni governative, con l’approvazione del Dpcm del 17 maggio (integrato dall’ordinanza regionale 555 del 29 maggio) per far partire le offerte ludico-ricreative estive per i bambini e ragazzi – dai 3 ai 17 anni – nel primo giorno possibile indicato dagli organi sovraordinati. Una gara vinta perché lunedì prossimo in città apriranno 18 micro-centri (a cui se ne aggiungerà uno il lunedì successivo).

 Lunedì a San Donato prenderanno il via i Centri estivi comunali, ospitati in ben 11 scuole dove sono stati realizzati una serie di interventi sulle aree esterne per adeguarle ai protocolli di sicurezza per il contenimento del Covid-19: dall’installazione di tensostrutture alla sanificazione degli spazi, passando per la sistemazione del verde. A questi, sempre da lunedì, si sommeranno le proposte di 3 associazioni sportive (Accademia Sandonatese, San Donato Tennis e la Madas e Studentesca San Donato la inizierà il lunedì successivo) e quelle di 4 oratori (San Donato, Sant’Enrico, Paolo VI e Poasco).

 Grazie al lavoro di squadra – formalizzato ieri dalla Giunta che ne ha definito i dettagli, attraverso uno specifico protocollo – tra il Comune, 10 soggetti gestori e 5 associazioni (Cavallino Bianco, Gym Sporting club, Polisportiva Ferrarin, Saiseikan e Tadashi Koike) che collaboreranno fornendo istruttori e tecnici, la città sarà in grado di ospitare e intrattenere 500 bambini alla settimana. Da lunedì, in base alle iscrizioni raccolte fino a oggi, quelli promossi dal Comune, con la gestione tecnica di Spazio Aperto Servizi, ne accoglieranno già poco meno di 200.

 Il brillante risultato, sia in termini di offerta che di tempistica – saranno poche infatti, per le complessità tecniche e per i tempi ristretti, le città in grado di avviare i Centri già da lunedì prossimo – è frutto dell’accordo territoriale promosso dal Comune che oltre a curarne la regia ha messo a disposizione i fondi per il funzionamento, per il contenimento delle rette e per la formazione educativa e sanitaria agli operatori volontari.

 «Da lunedì – dichiara l’Assessore all’Istruzione Chiara Papetti – ripartirà una componente importante della vita cittadina. Il ritorno della socialità “dal vivo” tra i nostri concittadini più giovani è un primo passo importante per incominciare a metterci alle spalle il dramma del Covid-19 e che ci fa guardare con un cauto ottimismo al futuro. Questo snodo significativo è stato reso possibile dal lavoro incredibile di molte persone che con tenacia, professionalità e generosità hanno collaborato per raggiungere un obiettivo comune».

 «I tecnici dell’Ente, gli operatori del gestore dei Centri estivi comunali e i rappresentanti delle associazioni e delle parrocchie – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – sono stati i protagonisti di uno straordinario lavoro di squadra. A tutti loro rivolgo i più sentiti ringraziamenti a nome dell’intera Comunità che, quest’estate, potrà ritrovare un po’ di normalità e serenità anche grazie all’offerta differenziata e diffusa sul territorio rivolta alle famiglie con figli in età scolare».

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi