CS SDML’Amministrazione comunale ha costituito un fondo di mutuo soccorso che verrà utilizzato per sostenere chi è in difficoltà economica. Si inizia da 32.800 euro
 L’AMMINISTRAZIONE comunale, impegnata sui fronti del contenimento dell’emergenza sanitaria e del sostegno alle persone risultate positive al Coronavirus, promuove – con l’appoggio di tutto il Consiglio Comunale – un fondo per sostenere quanti, hanno subito, stanno subendo e subiranno un grande danno economico da queste settimane difficili.
 La raccolta fondi servirà a sostenere, fin da subito, i nostri concittadini che a causa dell'emergenza Coronavirus si trovano in situazioni di grave difficoltà e, più in là, a dare un supporto concreto per contribuire alla ripartenza delle attività cittadine. Per questo gli Amministratori e il Consiglio Comunale rivolgono un invito all’intera Comunità – cittadini, imprese, associazioni – a fornire il proprio contributo effettuando un versamento sul conto corrente del Banco BPM:
 
 
Iban                 IT49 05034 33710 000000000586
Swift               BAPPIT21215
Intest.               Comune di San Donato Milanese
Causale           Emergenza Covid19 SDM
 
«Viviamo tutti con grande apprensione – dichiara il Sindaco Andrea Checchi – questi giorni convulsi. Come Amministrazione stiamo facendo il possibile, ma se la priorità ora è superare l’emergenza sanitaria e sostenere le persone più fragili, a preoccuparci con altrettanta intensità è la considerazione degli strascichi sociali ed economici che questa catastrofe si lascerà alle spalle. Per questo abbiamo pensato di costituire un fondo per promuovere azioni mirate a far ripartire la città attraverso il sostegno concreto a chi più degli altri è colpito dalle conseguenze dello stop forzato della nostra vita di tutti i giorni. L’Amministrazione ha simbolicamente deciso di partire con uno stanziamento di un euro a cittadino proprio per dare il segno tangibile che basta poco da parte di tutti per partire. È solo un primo segnale, sono certo che in tanti vorranno contribuire a dare un futuro alla nostra Comunità, partecipando a un’iniziativa di cui saremo tutti beneficiari diretti o indiretti».
 
Si ricorda che per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020, in favore dello Stato, delle Regioni, degli Enti locali territoriali, di Enti o Istituzioni pubbliche, di Fondazioni e Associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 si applicano gli incentivi fiscali previsti dall’art. 66 del Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020

 

Log in to comment