Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente


C'era una volta un servizio nato per la città, un servizio che i cittadini apprezzavano
. Era l'asilo per l'infanzia nato con la legge 296/2006. L'asilo COLIBRÌ nasceva dall'applicazione dell'articolo 1 comma 630.
Si era così dato il via alla sperimentazione di servizi educativi rivolti a bambini di 2/3 anni denominati “sezioni primavera o ponte” volte a potenziare e differenziare l’offerta educativa a disposizione delle famiglie nella fascia d’età 0/3 anni in un’ottica tra l’asilo nido e la scuola dell’infanzia .

Permise l’apertura di un servizio “intermedio” che fu occasione pr avviare gradualmente il bambino alla scoperta di relazioni esterne alla famiglia e nel contempo l’occasione di sviluppo di una genitorialità consapevole ed aperta alla socialità. La sezione primavera era riservata ai bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi  con priorità ai bambini residenti nel Comune di San Donato Milanese, senza alcuna distinzione di genere, cultura, lingua, nazionalità, religione, condizioni personali e sociali, e potevano avere accesso a pieno diritto tutti i bambini in situazioni di differente abilità.

 

I PRINCIPI DELL'ASILO COLIBRÌ ERANO:

 

L’omogeneità dell’età dei bambini frequentanti ed il limitato numero di posti (massimo 20 ) consente di elaborare un progetto educativo focalizzato sulle potenzialità di questa specifica fascia di età .

E’ a quest’età che si realizzano importanti passaggi evolutivi .

E’ la fase evolutiva in cui si sviluppano creatività ,iniziativa, autonomia, interesse per la scoperta.

E’ l’età in cui si presenta la necessità di relazioni con i pari quale indispensabile strumento di crescita emotiva.

Ecco perché la sezione primavera deve essere in primo luogo uno spazio di relazioni in cui si sviluppa l’identità infantile emotiva, cognitiva, relazionale e sociale.

La sezione primavera non è solo un luogo che risponde ad un bisogno socio-assistenziale ma un luogo che offre al bambino delle opportunità e degli stimoli che lo portino ad acquisire nuove abilità e che rispondano ai suoi bisogni esplorativi , affettivi e di contatto.

Centrare il progetto educativo sull’idea di un bambino ricco e competente dà un valore aggiunto alla sezione primavera in quanto significa sostenere l’unicità di ogni bambino e la sua capacità di apprendimento e di espressione di sé.

La sezione primavera diventa quindi una sorta  di laboratorio della creatività e della soggettività in cui ciascun bambino trova stimoli alla propria crescita in tutti i campi dell’esperienza e dove nel piccolo gruppo è possibile trovare un  luogo favorevole allo sviluppo delle relazioni  interpersonali e del confronto.

 

Le diverse attività educative avranno quindi il compito di stimolare:

-      la curiosità, la conoscenza e la relazione

-      la scoperta attraverso attività piacevoli  di vari materiali naturali e dei loro diversi utilizzi ,

-      lo sviluppo del linguaggio e il conseguente potenziamento della capacità comunicativa anche emotiva.

 

 

GLI OBIETTIVI DELL'ASILO COLIBRÌ ERANO:

 

Il progetto educativo del servizio si baserà sui seguenti obiettivi:

-      Accoglienza : non solo del bambino  ( adattamento  graduale e personalizzato alle esigenze di ciascuno ), ma anche della  sua famiglia che deve trovare nel servizio l’accoglimento delle proprie insicurezze e dei propri dubbi ( colloqui periodici individuali, coinvolgimento  nella produzione o nel reperimento di materiale didattico di riciclo ) considerando l’ambito sociale e culturale di riferimento  di  ciascuno , favorendo il coinvolgimento di tutti e valorizzando le risorse di ciascuno;

-      Centralità della persona : ovvero organizzare spazi e tempi adeguati allo sviluppo armonico del singolo bambino in considerazione e nel rispetto dei ritmi evolutivi, delle peculiarità e delle predisposizioni di ciascuno;

-      Il gioco come strumento di comunicazione , espressione e crescita del bambino , che ne potenzi no l’autonomia nelle diverse aree di sviluppo (motoria, espressiva e sensoriale ) e che favoriscono

l’acquisizione delle regole , delle routine e delle abitudini che caratterizzano la vita di comunità;

-      La continuità con la Scuola dell’Infanzia favorendo occasioni di incontro con i bambini e il personale educativo;

-      Partecipazione delle famiglie alle attività del servizio attraverso una accurata documentazione ma anche attraverso la proposta di occasioni di incontro e di confronto;

-      Favorire la socializzazione fra bambini attraverso l’apprendimento di forme di cooperazione e di aiuto reciproco tra bambini e delle regole di convivenza in comunità.

 LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELL'ASILO COLIBRÌ ERA:

 Le attività proposte sono quelle tipiche della fascia 2-3 anni: canto, musica, lettura animata, psicomotricità,disegno, pittura , esplorazione sensoriale,  manipolazione , gioco simbolico( ad es. angolo cucina , gioco con le bambole , angolo dei travestimenti ) , gioco euristico ( attività di esplorazione spontanea su materiale “ non  strutturato “ ovvero che non fa parte dei giocattoli tradizionali  ma si tratta di semplici oggetti d’uso domestico ).

Il progetto educativo dovrà essere un progetto “dinamico “, flessibile così da adeguarsi  maggiormente alle caratteristiche dei bambini.

E’ importante infatti ricordare che lo spazio educativo per essere tale non deve limitarsi ad essere a misura di  bambino , sicuro e strutturato ma deve essere lo spazio PER QUEI bambini , per i bambini che lo frequentano, i quali  devono avere la possibilità di PROGETTARE E VIVERE gli spazi INSIEME alle loro educatrici.

ORA DIMENTINTICATEVI TUTTO QUESTO. 

I Bambini da Settembre 2019 saranno smistati in altri luoghi per l'infanzia, luoghi che non hanno le stesse caratteristiche di sperimentazione. Gli Educatori, insegnati, del Colibrì verranno destinati a ricoprire altri ruolI che nulla hanno a che fare con i BAMBINI.
Abbiamo incontrato Elena, una cittadina di San Donato Milanese che ci ha rilasciato questa dichiarazione. Abbiamo realizzato un podcast, per lasciare traccia, perchè è dagli errori del passato che possiamo costruire un futuro migliore.
Riteniamo che i cittadini debbano essere ascoltati, sempre !!!



PDF: Cos'era l'Asilo Colibrì


Redazione RecSando - Fabrizio Cremonesi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi